‘RADIO PENSIERI’, ZAMPA: “Se Totti non si adegua alla proposta della Società, il contratto non verrà rinnovato”

di Redazione, @forzaroma

(Redazione ForzaRoma.info) – Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali.

 

CARLO ZAMPA (Rete Sport): “Mi preoccupa il fatto che la Roma va a Livorno con Gervinho ancora non in ottime condizioni fisiche e di forma, e con Borriello che sta come un separato in casa. Lamela è ancora in rosa ma non so fino a che punto. Sul rinnovo di Totti credo che ci sia qualche differenza tra le parti, ma dalle parole di Baldissoni si evnce che Francesco si deve adeguare alla posizione della società altrimenti non verrà rinnovato. Io non voglio pensarci e vorrei continuare a pensare che Totti non sia un problema della Roma. Mi auguro che non esca fuori dopo il 2 settembre che sono stati venduti giocatori per l’esigenza del rinnovo dei contratti, tipo quello di Totti ma anche quello di Pjanic”

 

GUGLIELMO TIMPANO (Radio Manà Manà): “Baldissoni parla come Lotito. Abbiamo passato un paio di anni a prendere in giro la Lazio per il presidente ora ci torna tutto addosso. E’ incredibile”

 

RICCARDO GENTILE (Rete Sport): “Totti è determinante per la Roma dal punto di vista economico ma anche, ancora, dal punto di vista tecnico”

 

ALESSANDRO ANGELONI (Rete Sport): “Se la Roma vuole fare con Totti la stessa cosa che ha fatto la Juventus con Del Piero, allora è meglio dirlo subito. Dicono che il rinnovo non è un problema, ma allora perchè non hanno già firmato? Totti vuole un biennale e loro no, non considerando che il Capitano è anche quello che tira il gruppo a livello economico per i proventi delle tournée”

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): ” La Roma è come una barzelletta di Walter Chiari, con quello che dal quinto piano si cala con la fune ed invece c’è tranquillamente l’ascensore. Continua a sfasciare la squadra con dei tentativi”.

 

ALVARO MORETTI (Radio Radio): “La Roma si sta vendendo il futuro per conservare il passato. Le parole di Baldissoni sul rinnovo di Totti ne sono una testimonianza. Altrimenti, senza problemi di bilancio, avrebbe fatto un altro tipo di mercato. Il colpo Lamela è stato studiato a tavolino. Queste parole del DG sul rinnovo di Totti faranno molto discutere, in un momento delicato per la Roma “

 

DANIELE LO MONACO (Rete Sport): “Sabatini galleggia in questa confusione. Si vede come erano distanti nelle idee tra lui e Baldini. Se chiedi agli operatori di mercato se davvero la Roma potrebbe prendere Di Maria ridono e ci prendono per stupidi. Io aspetto il 2 settembre e poi giudicherò. Deve essere una Roma competitiva altrimenti tutti devono prendersi le proprie responsabilità. So che la Roma sta offrendo De Rossi in prestito per liberarsi dal contratto. E’ assurdo pensare questo, mi vengono i brividi”

 

DAVID GUETTA (Radio Radio): “Non vorrei che con Ljiajc si ripeta quello avvenuto nel 2011 con Montolivo quando Roma e Fiorentina avevano trovato l’accordo, ma poi il giocatore e l’entourage dissero di no. Se Ljiajc non trova l’accordo poi a febbraio firma con il Milan”

 

GUIDO D’UBALDO (Radio Radio): “Sabatini ha trovato già l’accordo con il procuratore di Ljajic. Ora la Roma deve trattare con la Fiorentina. A due giorni dall’inizio del campionato la Roma sta smontando la formazione. Si ha la necessità di comprare un giocatore pronto ed importante. E’ difficile questo quando i principali campionati sono già cominciati”

 

LUIGI FERRAIOLO (Radio Radio): “Ritengo che visti i rapporti tra Roma e Fiorentina non sono buoni vedo la trattativa per Ljiajc non semplice. Tecnicamente, poi, non mi fa impazzire. E’ uno discontinuo. Non è come Lamela. Per domenica c’è un problema centravanti, anche se non vendi Lamela”

 

MIMMO FERRETTI (Tele Radio Stereo): “Oggi a Trigoria faremo la conta delle assenze e delle presenze. Mi volete dire che dopo una settimana che hai venduto Osvaldo ti presenti a Livorno senza il sostituto? Io continuo a chiedere chiarezza alla Società. Sono curioso anche di sentire domani Garcia, a meno che all’improvviso questa sua prima conferenza stampa di campionato salti all’improvviso” 

 

 

JACOPO SAVELLI (Rete Sport): “Tutto dipende da cosa si farà con i soldi di Lamela. Ljajic è un gran bel prendere, se va via l’argentino e prendi il serbo fai un’operazione vincente. Se oltre a lui arrivasse anche Matri sarebbe un’altra bella operazione. Se poi arriva anche un difensore, la Roma diventa una squadra completa e molto interessante. La Roma non può non avere un piano B, ma sono sicuro ce l’abbia”.

 

PAOLO FRANCI (Rete Sport): “Continuo a farmi una domanda, guardando quello che succede: perchè gli americani hanno comprato la Roma? Qual’è il motivo? Non mi basta più l’idea dello stadio”

 

UGO TRANI (Rete Sport): “Oggi mi accontenterei anche di Matri, ma non me lo paragonate ad Osvaldo. Uno fa panchina alla Juve l’altro è titolare in nazionale. L’anno scorso giocando sempre peggio finisci sesto. Ora si ricomincia con un centrocampo forte, una difesa contata e l’attacco da reinventare. Questo mi preoccupa. Ci vuole chiarezza. Hai visto come rideva ieri Zanzi? Qui ridono tutti, e intanto si fa cassa. Io però capisco Pallotta, perchè se io pago tanti dirigenti questi devono lavorare per far tornare i conti. E questo al tifoso è difficile spiegarlo. La Roma ha chiamato tutti i giornali per spiegare che si deve vendere qualcuno perchè lo ha chiesto Pallotta. Vedi come i titoli di una volta non ci sono più?”. 

 

GIANLUCA LENGUA (Centro Suono Sport): “Lo scenario del mercato romanista è semplicemente deprimente. E c’è ancora in ballo il rinnovo del contratto di Totti. Oddio, lì devono fare i conti con la passione dei tifosi della Roma. Con Totti non si possono fare scherzi, altrimenti c’è la rivolta. Lui in campo regala calcio, in alcune azioni di gioco con il cervello sta avanti a tanti suoi compagni. Lamela non è ancora ceduto, ma se va via verrebbe venduto uno di quelli che ha fatto bene l’anno scorso, come Marcos e Osvaldo, oltre a Totti”

 

PATRICK VOM BRUCK (Rete Sport): “Sarà interessante capire quale sarà il ruolo della Roma in questo campionato. Ljajic? Per me è un nome molto buono. Totti centravanti? Mi piace, il 4-2-3-1 è più adatto rispetto al 4-3-3- puro”.

 

DARIO BERSANI (Tele Radio Stereo): “E’ vero che la Roma vuole cedere Lamela, però vuole farlo alle sue condizioni. E’ per questo che la trattativa non puo’ essere chiusa. La cessione la si da per scontata ma io per scontato non darei nulla. La Roma non parla, non parla Baldissoni che non si fa vedere in pubblico, ma nemmeno Zanzi che invece presenzia a tutte le conferenze. Eppure ce ne sono tante di domande da rivolgere a questa Roma. Tra i pochi motivi che mi rendono ottimista sono le parole e la grinta dei nuovi giocatori, soprattutto De Sanctis e Maicon”

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “Secondo me Garcia è d’accordo con questa campagna acquisti, perchè se guardate bene la Roma sta cercando tutti giocatori che hanno giocato nel campionato francese o che hanno esperienza europea, cioè quello che lui ha sempre detto di volere. Per Livorno la Roma dovrebbe giocare con Gervinho e Totti sulle fasce e Borriello e Tallo come centravanti. Poi per il resto la squadra c’è ed è forte, non avrà problemi a fare risultato. Ljaijc è bravo ma Lamela è più continuo e più tranquillo come carattere”

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport):“Non capisco più nulla di quello che sta succedendo. Da quando c’è Sabatini, tra entrate e uscite, si saranno mossi 40 giocatori. E’ bulimia di mercato. Rebic? L’ho visto, buon giocatore, ad oggi però vale la metà di Borini. Se la Roma porta a casa Ljajic e Matri fa il meglio che può fare. Con Lamela e Osvaldo la Roma cede 31 gol dello scorso anno, chi li sostituisce? Gervinho non fa 30 gol. Ljajic lo accoglierei con la fanfara, ma avendo Lamela, la Roma non aveva bisogno di Ljajic”.

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “Lamela è un giocatore forte, Ljajic può diventarlo. Però per quello che sono stati questi due anni della Roma non si possono rimpiangere questi giocatori.  La società ha deciso di cambiare strategia per quest’anno.  Io Matri non lo prenderei, hai Borriello meglio investire in altri ruoli”.

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport): “Progetto? Non c’è più e non so se ci sia mai stato davvero. Mazzarri e Allegri non sono arrivati per questo, Garcia probabilmente aveva meno pretese ed ha accettato quello che sta succedendo.”

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): “I dirigenti devono chiedere scusa ai tifosi, fino a che non ci saranno continuerò ad evidenziare le mancanze di questa proprietà: ci hanno detto che sono stati a Londra per comprare, per trovare nuovi giocatori, ovviamente non è così perchè erano là per cedere Lamela, una cosa incomprensibile.”

 

GIORGIO MARTINO (Radio Manà Manà Sport): Il mercato è frutto di scarsa programmazione, sono i fatti che parlano: si compra a caso, senza nessun tipo di raccordo con le necessità della squadra. Si vive in funzione del bilancio ed anche la probabile cessione di Lamela si inserisce in questo senso.”

 

SANDRO NINI (Elle Radio): “La dirigenza e la proprietà non verranno mai a chiedere scusa ai tifosi, non fa parte del loro modo di intendere e di gestire un business come quello della Roma. Il problema qui sono i siti internet, sempre pronti a rumoreggiare nel corso di tutta la giornata, una cosa che danneggia la Roma e i tifosi.”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy