‘RADIO PENSIERI’, LEGGERI: “Tutto il mondo ricorda quel Lazio-Inter”. CASANO: “Giù le mani da Ranieri”

‘RADIO PENSIERI’, LEGGERI: “Tutto il mondo ricorda quel Lazio-Inter”. CASANO: “Giù le mani da Ranieri”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo – 92,7): “Quest’anno non abbiamo mai goduto del vero Perotti, fortunatamente è esploso El Shaarawy quest’anno. Fino allo scorso anno il numero 92 giallorosso era una seconda scelta, ora non più. Ranieri? Poteva farne a meno di dire quelle cose, ma capisco che magari volesse mettere i tifosi ancor di più dalla sua parte. Resto però dell’idea che poteva evitare di dirlo dieci anni dopo”.

Max Leggeri (CentroSuonoSport – 101.5 ): “Tutto il mondo sa cosa accadde nel 2010, invece di parlare con superficialità, qualche personaggio della comunicazione della Lazio riprenda il video di quella serata all’Olimpico. Si sta puntando l’indice contro la storia del calcio, perché Sir Claudio Ranieri, ha scritto la pagina più leggendaria della storia di questo sport che non ha fatto altro che sottolineare ciò che accadde sugli spalti la sera di Lazio-Inter. Conte? Non capisco perché stia montando, soprattutto sui social, un certo pessimismo sul possibile approdo del tecnico salentino a Roma. Più passano i giorni e più penso che Conte possa veramente diventare il nuovo allenatore giallorosso“.

Checco Oddo Casano (CentroSuonoSport – 101.5 ): “Giù le mani da Claudio Ranieri, uno dei pochi signori, una delle poche persone per bene nel mondo del calcio di oggi. Nell’ambiente laziale fanno finta di niente, dimenticando ciò che accadde nel 2010: una vergognosa vicenda quella con l’Inter che fece il giro del mondo, su tutti i giornali internazionali. Conte? La Roma pensa di aver fatto di tutto per convincerlo, è in attesa, fiduciosa di ottenere il sì del salentino. Marotta sta cercando di detronizzare Spalletti, che però ha due anni di contratto e non lascerà mai sul tavolo un centesimo, non avendo alternative. Quando Allegri sarà ufficialmente confermato in bianconero, sono convinto che arriverà la risposta definitiva di Conte, che mi auguro vivamente sia positiva…“.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La squadra ha fatto quello che voleva la tifoseria, quello che voleva la curva nord. Questo è l’unico significato delle parole di Claudio Ranieri“.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Stiamo dicendo che Ranieri non può dire quello che ha detto. Al di là che i fatti in discussione siano veri o meno“.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Ranieri ha confermato il fatto che la Curva Nord aveva chiesto ai giocatori della Lazio di ‘scansarsi’ per far vincere l’Inter e favorirla nella corsa allo Scudetto contro la Roma. Io sono convinto che Ranieri non verrà deferito, perché si riferiva ai tifosi, non alla società Lazio“.

Ilario Di Giovambattista  (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Vedo che stanno insultando Ranieri per questa cosa detta in conferenza. Non riesco proprio a capire i motivi di questa violenza che si sta facendo verso l’allenatore giallorosso. Anzi, sarebbe meglio che per decenza non si andasse a scavare di nuovo su questa vicenda“.

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo – 92,7): “Se l’Inter perde a Udine si riapre definitivamente anche il discorso terzo posto. Sarà un turno fondamentale in ottica Champions. Nella stagione giallorossa, oltre a quella di direttore sportivo e allenatore, c’è stata anche la responsabilità dei calciatori. Non devono scordarselo“. A meno che Ranieri non voglia allenare altrove, spero possa rimanere nei quadri della società”.

Xavier Jacobelli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Vedo la Roma favorita con il Genoa, anche perché in caso di risultato positivo della Lazio con l’Atalanta i giallorossi possono tornare da soli al quarto posto”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Del Genoa non ti devi fidare, finché non saranno salvi si batteranno. Zaniolo? Ranieri non lo vede in questo momento, è calato nelle gerarchie soprattutto per un fatto fisico”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Credo che tra Genoa e Roma non ci sia partita. Non vedo come i rossoblù possano creare problemi ai giallorossi. E’ un peccato che i giallorossi non abbiano ancora rinnovato Zaniolo”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La situazione a Genoa non è delle migliori. Il pubblico contesta, credo si guarderà più agli altri campi che alla sfida con la Roma che è già un’impresa”.

Ilario Di Giovambattista  (Radio Radio Mattino – 104,5): “Ieri ho avuto una telefonata con un personaggio ben informato che sta dentro al mondo del calcio, che mi ha confidato che all’Inter stanno solo aspettando l’ok della proprietà cinese per lasciare Spalletti, perché l’accordo con Conte è stato trovato. Ora sto cercando di verificare con la mia fonte dentro la Roma…”.

Xavier Jacobelli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Su Conte l’Inter ci sta pensando da tanti mesi, ora deve blindare la situazione Champions e poi attendere l’ok del proprietario cinese: Marotta ha già in mente i rinforzi per l’ex Ct”

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Secondo me su Conte ci sta anche il Milan. La Roma, come organico da garantire a Conte, sta meglio delle due milanesi. Genoa-Roma? Dico 2”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Sul serio pensate che Conte potrebbe venire alla Roma? Io la vedo dura. Sarebbe un lavoro economico, ma anche societario, molto difficile. Io dico che ci sono il 15% di possibilità. Il mio pronostico su Genoa-Roma? 2”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy