‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “La Roma ha vinto solo con grandi condottieri. Conte ha una sua credibilità”

‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “La Roma ha vinto solo con grandi condottieri. Conte ha una sua credibilità”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo 92.7): “Conte che accetta la Roma sarebbe una bella storia. Sarebbe una storia da godersi, perché ha uno svolgimento difficile da immaginare. A Roma abbiamo vinto qualcosa quando abbiamo avuto condottieri di grandissima personalità. In un mondo come Trigoria, che sappiamo quante oscurità e trappole contenga. Conte viene qui a martellare con una credibilità assoluta, e avrebbe alleati fondamentali come Totti e De Rossi. Sarei deluso se Conte tornasse alla Juventus, anche il Bayern Monaco sarebbe interessante. Zaniolo? io sono convinto che dietro le punte possa essere quel crac di cui tutti parliamo legittimamente. Di tutte le concorrenti non ce n’è una che va sana al traguardo Champions, quindi la Roma se la può giocare”.

Fabio Petruzzi (Centro Suono Sport – 101,5): “Ranieri ha fatto bene ad autocandidarsi oggi, è arrivato in punta di piedi, sta risollevando la Roma e se dovesse portarci al quarto posto è giusto che la società lo prenda in considerazione. Certamente se ci fosse la reale possibilità di arrivare a Conte, la Roma dovrebbe fare di tutto per trovare un accordo. Ho paura del Psg: ultimamente sta facendo male, secondo me Tuchel può essere esonerato. Inter-Roma? Firmo per un pareggio, perchè non credo che questa squadra abbia le armi per portar via i tre punti dal Meazza. Salah? Un fuoriclasse, lo avevamo visto anche a Roma, venderlo a soli 40 milioni è stato un autogol clamoroso da parte di Monchi…”

Max Leggeri (Centro Suono Sport – 101,5):  “La notizia di oggi è che Claudio Ranieri, giustamente, ha sottolineato all’intera platea giallorossa che si sente pienamente in corsa per la riconferma e sono convinto che, qualora non arrivasse un big, sarebbe giusto confermare Ranieri. Conte? E’ il primo nome per i dirigenti giallorossi e lo stesso non ha ancora scelto, di certo la Roma non è la sua prima scelta, ma delle chance concrete ci sono. Ogni volta che vedo il Liverpool mi viene da piangere: Salah e Alisson, due assoluti top player che hanno fatto fare il definitivo salto di qualità ai Reds, ma qui i buffoni di corte c’hanno raccontato che andavano ceduti per forza, vergognatevi!”

Checco Oddo Casano (Centro Suono Sport – 101,5): “Rispetto Claudio Ranieri ed è giusto, dal suo punto di vista, che oggi abbia fatto capire a tutti che si senta in corsa per la panchina giallorossa. Sinceramente però mi auguro che la Roma riparta da un top manager come Conte, faccia di tutto per convincerlo e credo che delle possibilità ci siano. Chiaramente se si dovesse muovere la Juve, la Roma non avrebbe chance. La Roma se vuole avere ampie possibilità di arrivare quarta deve vincere a Milano: il pareggio temo serva a poco. Salah e Alisson le cessioni più delittuose della storia recente della Roma”

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Ho una stima incredibile di Totti ma non so quanto peso potrà avere la prossima stagione. Il problema della Roma ora è chi sarà il direttore sportivo e l’allenatore. Nainggolan? Ero contrario alla sua cessione, ma su questo la Roma ha avuto ragione. L’operazione Zaniolo è stata un capolavoro“.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Nella programmazione della Roma sono cedibili altri giocatori piuttosto che Zaniolo e sono Uned e Manolas. Se per questi giocatori non dovessero arrivare offerte soddisfacenti allora la società potrebbe essere costretta a prendere in considerazione proposte per il numero 22 giallorosso. “

Ivan Zazzaroni (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Oggi Ranieri ha fatto capire di esserci anche lui per il futuro della Roma. Totti? La premessa fondamentale è che un ruolo gli va trovato e credo che avrà più peso rispetto al passato”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattina – 104,5): “A Boston non è successo nulla. Tutto è rimasto com’era. Inter-Roma è la partita più importante di questa giornata. Se il Milan perdesse a Parma, la partita non sarebbe però più così decisiva per entrambe”.

Franco Melli (Radio Radio Mattina – 104,5): “Con una sconfitta della Roma contro l’Inter, ci sarebbe quasi la certezza che il calcio romano resterà fuori dalla Champions. Mi aspetto i giallorossi molto “abbottonati” a San Siro. Dico pareggio”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattina – 104,5): “La Roma non ha un’alternativa a De Rossi, dovranno giocare in maniera diversa”. 

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattina – 104,5): “Secondo me Zaniolo può essere abbassato in mediana, con Pellegrini che può fare il trequartista. D’Ambrosio è l’anello debole dell’Inter, El Shaarawy può metterlo in difficoltà. Spalletti si è riappropriato della situazione, i nerazzurri sono favoriti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy