‘RADIO PENSIERI’, ZAMPA: “Chi criticava Totti non si merita un giocatore e una Roma così”, LEGGERI: “Solo i giallorossi possono perdere il campionato a questo punto”

di finconsadmin

(Redazione ForzaRoma.info) Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali. (AGGIORNA)

 

GUGLIELMO TIMPANO (Radio Manà Manà Sport): “Guardate come sono scese le quote scudetto della Roma: si è passati da 30,00 volte la posta a 4,50. Ci sarà un motivo no? Io credo che l’unica verità sulla possibilità di vedere Totti in nazionale è che Prandelli non ha mai parlato con il capitano giallorosso. Il ct non vuole convocare Totti: lui ha in mente di allestire la sua Italia intorno a Balotelli. Quella di oggi è solo una dichiarazione mediatica“.

 

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): A Milano abbiamo visto un sistema difensivo efficace e impenetrabile non soffrendo mai e non subendo mai un tiro in porta. Nella ripresa De Sanctis non ha mai fatto una parata. La Roma sta dominando il campionato e ad oggi è la seria candidata alla vittoria dello Scudetto. Dichiarare la Roma fuori dalla lotta per il titolo sarebbe delittuoso. Solo i giallorossi possono perdere il campionato a questo punto“.

 

CARLO ZAMPA (Rete Sport): “Chi criticava Totti non si meriti un giocatore così e una Roma così. Io se fossi in lui non andrei al Mondiale. Rivedere adesso la serenità in De Rossi mi regala una gioia immensa. Sabato sera al Meazza protagonista è stato anche il pubblico giallorosso, molti in incognito. Al gol di Totti c’è stato un boato che sembrava di stare all’Olimpico”

 

ALESSANDRO VOCALELLI (Radio Radio): “Nonostante i venti gol fatti, per me la Roma è canditabilissima per lo scudetto se Destro entro due mesi torna e diventi il punto di forza in più. Senza un attaccante d’area da 20 gol la Roma potrebbe faticare per vincere lo scudetto”.

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): “La Roma di oggi è un’alchimia meravigliosa. Io non cambierei nessuno, non toccherei l’undici che Garcia ha in mente. Destro puo’ essere l’uomo in più. Dice bene De Rossi quando chiede unità tra squadra e tifoseria. Tra uno degli scempi di Baldini c’era anche l’ipotesi di mandare via questo giocatore che è un patrimonio di Roma e della Roma”

 

DANIELE LO MONACO (Rete Sport): “Ci sono tre squadre che si sono staccate che hanno preso il largo di queste squadre nessuno prevedeva un inizio così della Roma. Io penso che la Roma sia una buona squadra da tre anni. Adesso è nata un’alchimia con l’allenatore  che fa cose molto semplici  e sembra lui stesso toccato da una grazia divina con una squadra che sa fare tutto senza essere specializzata in niente. Una squadra che sembra essere tra le migliori del mondo. In grado di schiacciare tutti gli avversari. Io credo che la Juve rimanga la favorita ma la Roma ha capito che potrà essere la più degna delle avversarie fino alla fine insieme al Napoli”

 

 

MIMMO FERRETTI (Teleradiostereo) : “La Roma mi dà l’idea di essere la squadra più internazionale d’Italia, la squadra giallorossa è quella che gioca meglio in Serie A, non c’è discussione in questo momento, la Roma non ha rubato niente, 21 punti sul campo. Oggi nella valutazione del campionato ci sono 18 squadre che provano a giocare a pallone, Roma e Napoli sono le uniche due che sanno giocare a pallone. Ma la Roma sta giocando meglio, anche se col Napoli l’importante è non perderla, perché stiamo parlando di scontro diretto. La Roma deve ragionare da capolista, dimostrando in tutte le 7 partite di essere superiore all’avversario. Il mio discorso mi riporta all’1-1 Roma-Milan nel 2001, cominciamo a farci i calcoli. La cosa importante è non perdere contro il Napoli.”

 

PIERO TORRI (Tele Radio Stereo) : “Anche se Guarin non avesse preso il palo, e avesse segnato , la Roma avrebbe vinto uguale. I giallorossi sono superiori, così come lo è Garcia nei confronti di Mazzarri, che non è andato a salutarlo a fine partita. La cosa che mi rattrista è che si parla quasi più di Gervinho e del rigore fuori area che della prestazione della Roma. Collovati ha detto che la Roma è la prima pretendente al campionato. Ma Benatia sono due gemelli? Sembrano due giocatori…C’è un feeling romano e romanista che è la base dell’ottimismo che accompagna la squadra e noi tifosi quest’anno. Ci sarà sempre sudore a fine partita, sono tranquillo quest’anno, questa Roma non finirà di stupirci, i giocatori quest’anno onoreranno sempre la maglia. Terzo gol emblematico: la Roma riparte, gioca da grande squadra, ha personalità, è veloce, ha tecnica, potenza, classe, cinismo, tutto. Il terzo gol è la tripletta di Totti, il gol è suo. Errore di Gervinho? Meglio sbagliare sullo 0-3 che in una partita ancora aperta.”

 

GALOPEIRA (Tele Radio Stereo): ” Strootman è un finto lento. Al pensiero che dovremo pareggiare sto male, mi “rodicchia” un po’, se fossi un tedesco davanti alla Tv avrei esclamato: “Ammazza un altro Bayern Monaco”. Torosidis ha fatto una gran bella partita, l’assenza di Maicon non si è sentita. Mi manca Destro, e sentimentalmente, tifo per lui. Alla Roma non serve un attaccante, ma spero che a questo povero e sfortunato ragazzo venuto a Roma con tante belle speranze il calcio gli restituirà ciò che gli ha tolto nell’ultimo anno. Gervinho è teso a far male mentre Pandev è fastidioso. Se Castan evitasse qualche piccola stupidaggine sarebbe ancora più forte. La cosa che non mi è piaciuta è stata una: Alvarez che colpisce di testa in area.”

 

DAVID ROSSI (Tele Radio Stereo): “ La Roma ti aggredisce per 90 minuti, lo vediamo dall’espulsione di Balzaretti. Nell’azione dello 0-3 c’è una foto: Totti in difesa, Florenzi e Strootman che ripartono e Castan accompagna l’azione. Che personalità ha questa squadra. Strootman mette paura anche ad uno come Juan Jesus che solitamente in campionato come la Serie A fa un po’ il coatto. Non ci sono più quelli che parlano di filosofia, Zeman era una barzelletta. C’è gente che pensa alla squadra e dei nuovi arrivati ditemi chi è che non ha personalità? La Roma era una squadra femmina, si faceva menare. La scaramanzia è l’oppio dei perdenti.De Rossi mondiale.”

 

UBALDO RIGHETTI (Tele Radio Stereo): “Il gol di Florenzi è difficilissimo. C’è tanta partecipazione, c’è unione. Ormai anche chi entra in questa squadra in cui tutto va bene si inserisce perfettamente, quando la squadra và è più facile per tutti quanti. Florenzi è un bomber, è fondamentale per Garcia e per la squadra.”

 

 

UGO TRANI (Rete sport):“Giornali importanti, testate, e direttori famosi stanno facendo elogi alla persona che prima attaccarono ferocemente ovvero Totti. Stiamo parlando del piu forte di sempre, uno come Totti non lo rivedremo mai piu, tutti hanno distrutto Totti, la Repubblica, la Stampa, Baldini, e molti altri… Totti e’ stato massacrato e dato per finito, invece e’ il piu forte di tutti i tempi, ormai bisogna ammetterlo. Anche tra i  tifosi della Roma ci sono coloro che dicevano che il problema della Roma era Totti…il problema sarà quando non giocherà piu…proprio repubblica attacco’ Totti molto ferocemente ed ora Totti e’ fenomeno…ci tengo a dirlo, non possiamo cancellare tutto…”

 

MARIO CORSI (Centro Suono Sport): “Ho visto la Juventus ed il Napoli, due squadre ottime e cattive ma la Roma è di un’altro livello, ha un altro passo. E poi c’è Gervinho: il suo segreto è che non sa neanche lui dove andrà la palla, per questo mette in difficoltà gli avversari…Il gol non se l’è mangiato, ha fatto una gran parata Handanovic. E Totti? Ormai non ci sono più parole per lui”

 

LUCA VALDISERRI (ReteSport): “Noi crediamo che Garcia sia solo un preparatore mentale, ma lo sottovalutiamo per quel che riguarda la tattica. Il segreto della Roma ogni partita è preparata al massimo, nei minimi dettagli. L’obiettivo è sempre entrare in Champions League, non dovendo vendere e magari piazzando qualche colpo, Tutta la squadra è sulla frequenza dell’allenatore, questa squadra è completa, ci sono musulmani, cristiani, grassi, magri, giovani, vecchi…lui si è mescolato a questa squadra, al contrario di Luis Enrique e Zeman, troppo diversi tra loro e troppo distanti dalla squadra, il primo troppo giovane e inesperto, il secondo troppo freddo e austero. La Roma non vincerà 38 partite pero’ mi sembra una squadra attrezzata mentalmente per ripartire dopo una sconfitta”.

 

MAURIZIO CROSETTI  (Teleradiostereo): “La Juventus ha incassato tanti gol,  la Roma uno soltanto: la differenza sta qui, ed è ovvio che non sarà così per tutto l’anno. L’attenzione collettiva della squadra giallorosa è trasformata, rispetto lo scorso anno. Garcia non lo conoscevo, avevo sospeso il giudizio, ed ero anche un po’ scettico, ma è cambiato il mio giudizio dopo le prime partite. Sulla qualità individuale non avevo dubbi, non nasce improvvisamente la Roma. Si è creato il gruppo, dopo qualche anno.”

 

DARIO BERSANI (Teleradiostereo): “La Roma in questo momento non ha bisogno di idiozie, già ho sentito qualcuno che criticava i tifosi che all’una di notte, sotto la pioggia, sono andati a Fiumicino a fare un coro e a festeggiare i giocatori. Solo 7 volte è successo nella storia della Serie A ciò che sta facendo la Roma. 6 volte su 7 si è vinto lo Scudetto. L’unico verdetto certo è il Milan, che è una squadra in grande difficoltà, nonostante negli ultimi anni partiva sempre male e poi recuperava,ma quest’anno non ci sarà un Balotelli a Gennaio.La Roma ha umiliato l’Inter senza Ljajic,Destro,Maicon,Bradley ma anche Borriello e Burdisso…non è vero che non ha ricambi. La Roma è una squadra cattiva, caparbia,consapevole,con personalità: ha vinto di prepotenza …la Roma è una squadra fisica, ora infatti siamo pieni di ammoniti. Neanche con la Roma di Capello ci siamo così sforzati a cercare il pelo nell’uovo. Gervinho è monumentale.Quando hai di fronte un Totti del genere, lo devi solo applaudire. E’ incredibile, a 37 anni. Vedere Florenzi, Totti e De Rossi, i tre romani, così protagonisti è bellissimo. Podio: Totti, Gervinho e Strootman.”

 

AUGUSTO CIARDI (Teleradiostereo): “Roma perfetta in tutto e per tutto. Fa una marcia trionfale. Solo il Napoli regge questo ritmo, perché la Juventus ha 4 punti in più. Sabato sera Conte e Benitez sono andati a letto con qualche pensiero in più. Meno male che la Roma abbia scelto Rudi Garcia. Bisogna fare i complimenti alla dirigenza. Strootman ha giocato la sua miglior partita contro l’Inter. La capolista è senza difetti, anche sforzandosi, non si trovano.”

 

FABIO MACCHERONI (Radio Manà Manà Sport): “Soffermarsi sulle doti straordinarie messe in mostra dalla Roma in queste 7 partite sarebbe banale: guardiamo a due aspetti come il palo di Guarin ed il rigore su Gervinho, due episodi che sono andati bene alla squadra e sono il sintomo di una stagione che può rivelarsi giusta.”

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport): “Balzaretti? Sono contento che sia tornato in Nazionale. L’espulsione? Forse evitabile ma rappresenta in pieno la voglia che i giocatori della Roma hanno di arrivare su tutti i palloni prima degli avversari, indipendentemente dal minuto di gioco e dal risultato.”

 

ANGELO DI LIVIO (Radio Manà Manà Sport): “Sono un po’ arrabbiato per sabato sera: la partita doveva finire 5-1, il discorso è valido anche per il derby quando la squadra doveva chiudere sul 5-0…”

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): “L’idea Garcia è di Sabatini, già da tre anni voleva portarlo alla Roma. È un merito suo e, dopo anni di errori, c’è da riconoscere un lavoro che finalmente inizia a pagare.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy