‘RADIO PENSIERI’, TORRI: “Benitez ha abbandonato il campionato”, BALZANI: “Le parole di Reja? Ammissione di inferiorità.Fossi Garcia sarei felice”

di finconsadmin

(Redazione ForzaRoma.info) Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali. (AGGIORNA)

 

 

RICCARDO TREVISANI (Teleradiostereo): Il fatto che non si sia giocato per la Roma è chiaramente un vantaggio sia dal punto di vista fisico che psicologico a tre giorni dalla gara contro il Napoli in Coppa Italia. La Roma è vicina alla Champions League perchè ha una continuità che non hanno le altre, ha una solidità di squadra che le consente di essere superiore alle inseguitrici. Il Napoli in questi otto mesi ha perso una grande chance per fare una grande squadra dopo che Mazzarri aveva costruito un’ottima realtà”

 

 

FRANCESCO BALZANI (Centro Suono Sport): “Dalla sospensione della partita la Roma può solo trarre vantaggio anche se sento in alcune tv che la Juve e’ in fuga. Le accuse di Benitez alla squadra possono essere un boomerang pericoloso per il Napoli che verrà a Roma a fare la partita della vita. Soffrono a vedere i giallorossi così lontani e alcuni giocatori hanno esaurito il loro ciclo a Napoli. Sono piuttosto ottimista anche perché a Roma si e’ creata un’osmosi perfetta tra squadra e città. Reja? Con l’età si dice sempre la verità, lui la pensa così ora e’ inutile che chieda scusa. E’ un’ammissione di inferiorità. Fossi Garcia ne sarei felice”.

 

PIERO TORRI (Teleradiostereo): “Se la Roma dovesse battere il Parma si guadagnerebbe quasi certamente la Champions League diretta perchè avrebbe quattro partite di vantaggio. La partita di ieri ci ha detto che Benitez ha abbandonato il campionato e punta tutto sulle coppe dove vedremo i titolari. La Roma crede al campionato anche se la Juve ieri è tornata ad essere mostruosa, il primo tempo di ieri è stato impressionante. ”

 

 

FEDERICO NISII (Teleradiostereo): “Sono convinto che in momento come questo sia più difficile affrontare una squadra come la Lazio che il Napoli. La Roma ieri ha praticamente saputo che andrà in Champions e non è nemmeno scesa in campo”

 

 

GIANFRANCO GIUBILO (Teleradiostereo):Ieri a Bergamo vedevi una squadra viva e una no. La sensazione che ha dato un pò a tutti è di un Napoli che sta un pò sulle gambe, non è un a squadra in buona condizione. Il Verona è una delle pretendenti all’Europa sta facendo un grande campionato. Questo denota la grande prestazione della Roma nel turno precedente. La Roma deve tenersi stretta quello che già ha in mano, il secondo posto. Conquistare la champions dopo due anni così sarebbe molto importante”

 

MIMMO FERRETTI ( TeleRadioStereo ) : “Nessuno si aspettava le sconfitte di Napoli e Fiorentina…le cose per la Roma si stanno mettendo bene. La Juve non perde mai un colpo, l’obiettivo è arrivare secondi. Sarebbe una mezza impresa. La partita di ieri condizionerà la scelte per mercoledì. Sorpreso di aver visto Maicon dal primo minuto. Se non ci sarà Totti col Napoli, mi aspetto Ljajic. La Roma si sente più forte del Napoli. Dopo la bastonata del 5 gennaio la Roma si è ritrovata con grande forza mentale.

 

JACOPO SAVELLI (Rete Sport): “Io al terzo posto non guardo, perchè il Napoli è una squadra con grosse difficoltà in difesa. Non è cambiato niente con l’arrivo di Henrique. Napoli senza Higuain è improponibile. Garcia non fa turn-over con la testa da un’altra parte, lui gioca partita dopo partita. Per me mercoledì giocherà Nainggolan accanto a De Rossi e Strootman. Poi si vedrà se far giocare Pjanic o Totti. In attacco l’unico sicuro del posto è Gervinho”

 

PAOLO FRANCI ( ReteSport ) : “ Reja? Bisogna avere una certa pazienza e comprensione per le persone anziane. Benitez sta privilegiando la Coppa Italia, lo dimostra il turnover. Garcia scatenato in panchina. La squadra non si deprime, né si esalta. La Roma pensa fortemente allo Scudetto, lo si vede da Garcia e da Morgan De Sanctis. Le sue parole certificano l’obiettivo della Roma.”

 

 RICCARDO GENTILE (Rete Sport): “Io credo che Benitez oggi pensi più alla Coppa Italia che alla possibilità di raggiungere la Roma in campionato, e non mi sento nemmeno di dargli torto. Mercoledì sarà una bellissima partita, Roma squadra con tanto equilibrio che prende pochi gol ma è anche divertente, con un bel gioco. E’ stato bravissimo garcia. Dall’alra parte un Napoli che se è al massimo delle possibilità in fase offensiva è anche più bella della Roma ma che è disastrosa in difesa”

 

ALESSANDRO ANGELONI ( ReteSport ) : ” Le condizioni del campo non erano all’altezza. Giusto non giocare. Già iniziarla è stato un azzardo. Nel Parma erano combattuti, la decisione presa è quella giusta. All’estero non hanno le condizioni climatiche di Roma, eppure i campi reggono benissimo.”

 

MARCO CHERUBINI ( TeleRadioStereo ) : ” Ieri sono arrivato all’Olimpico molto presto, intorno alle 12, e non sembrava una situazione così a rischio, poi è venuto giù il temporale. L’unico tra i giocatori del Parma che non voleva giocare è stato Cassano, che ogni volta che viene a Roma c’è il diluvio. Fondamentale non prendere gol contro il Napoli. Il derby e la Samp – in campionato – devono essere segnali forti. Juve? Roba da star-trek. La speranza è che ci sia un appannamento per l’Europa League. Secondo me giocherà Destro contro il Napoli. La frase di De Sanctis? La squadra guarda al primo posto”

 

MASSIMILIANO MAGNI ( ReteSport ) : “Bastos? Un gran terzino lo stiamo ancora aspettando. Benatia ha detto che stava pensando di lasciare la nazionale. Questa sarebbe una notizia spettacolare della Roma, visto che l’anno prossimo si gioca la Coppa d’Africa”

 

PAOLO ASSOGNA ( TeleRadioStereo ) : “C’erano state informazioni per cui la pioggia sarebbe dovuta calare per le 15. La notizia di ieri per la Roma è aver vinto senza giocare: è giusto concentrarsi sullo Scudetto, ma è inverosimile. Benatia è un valore straordinario, Sabatini è stato bravo a prenderlo nel momento giusto. Il calcio milanese è in profonda crisi. Il Napoli è la grande delusione. Andando a vedere l’età media la Juve ha già dato il massimo, la Roma no. La squadra giallorossa vincerà lo Scudetto entro un paio d’anni”

 

GALOPEIRA ( TeleRadioStereo ) : “Sarebbe delittuoso se qualcuno mollasse mentalmente, ma confido in Garcia. Rudi è uno che sa quello che vuole. Non credo che abbia sbagliato la formazione iniziale. Probabilmente prevedeva la sospensione del match. Senza Conte non sarebbe la stessa Juve. Pensavo che il Napoli fosse l’anti-Juve, non la Roma”

 

DAVID ROSSI ( TeleRadioStereo ) : “L’arbitro ha fatto un po’ di scena, scena paradossale. Juve? L’Inter non c’è più, ma in chiave secondo posto le sconfitte di Napoli e Fiorentina sono tanta roba. Quando ho letto la formazione sono rimasto un po’ sorpreso, specialmente in situazioni del genere. Scelta pericolosa in chiave derby visto che aveva schierato tutti i diffidati e tutti gli acciaccati. L’unica spiegazione è che è talmente furbo e diabolico che sapeva che avrebbero sospeso il match.”

 

LUCA VALDISERRI ( ReteSport ) : “E’ andata così, non si poteva giocare, sospendere la partita è stata la decisione migliore, oppure quella che reca meno danno. La soluzione più giusto era non farla iniziare, ma capisco il tentativo di cominciare. De Marco ci ha provato, sperando che si fermasse la pioggia, ma purtroppo non migliorava la situazione. Se fossi un tifoso dell’Inter chiederei i danni: poteva finire 5-0. La Juve ha avuto una serie di coincidenze fortunate: a Verona senza Toni e Iturbe, il Cagliari con Adan, contro il Sassuolo senza Berardi, contro l’Inter senza Hernanes e Guarin. Non è un campionato falsato, ma la Juve, nonostante sia la più forte, è anche fortunata. Reja? Assolutamente un’uscita infelice, ma non mi sembra fatta con cattiveria.”

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “Non sminuite la vittoria della Lazio perchè il Chievo da quando è tornato Corini non è una squadra semplice da superare. E poi i veneti non hanno mai tirato in porta. Questa  Lazio di Reja mi ricorda la Roma di Garcia. Ieri migliore in campo è stato Biglia, peccato per lui che salti il derby. Per la Roma è la partita più difficile dopo quella contro la Juventus, fossi Garcia avrei più paura della Lazio che del Napoli o della Fiorentina, la Roma resta favorita perchè è un martello, sta bene”.

 

 

ILARIO DIGIOVANBATTISTA  (Radio Radio): “Tanti tifosi della Juventus ieri hanno protestato per il rinvio della Roma, lamentando il fatto che si siano usati due pesi e due misure diverse con i bianconeri, sia in campionato che in Coppa con il Galatasaray. La Roma è stata fortunata, doveva affrontare tre partite, due prima del derby, e invece ora sarà più riposata. La Lazio potrebbe anche fare un pensierino al terzo posto, il Napoli lo vedo in crisi. Pensate che bello due squadre di Roma in Champions“.

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): “La Roma rimane favorita, ma leggermente perchè la Lazio è difficile da scardinare. Io prevedo che possa venir fuori anche un pareggio”.

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio): “La Roma rimane favorita, perchè gli devi sparare per fermarli, è una squadra fortissima, ma ora la Lazio è un’altra squadra. Fino a pochi giorni fa sarebbe stato un massacro”.

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “Io non credo che la Lazio sia sfavorita per niente e la Roma favorita, è una partita molto equilibrata perchè Reja ha ricompattato la squadra”.

 

 

DARIO BERSANI ( TeleRadioStereo ) : “De Marco non aveva niente da fare, Garcia stava perdendo le staffe. Perfino Leonardi ha detto che fosse giusto sospendere la gara. E’ stata decisiva la giornata di ieri, per le sconfitte esterne di Fiorentina e Napoli. Il tifoso della Roma non vuole che vengano toccate le tradizioni.”

 

AUGUSTO CIARDI ( TeleRadioStereo ) : “Non si poteva giocare ieri, non capisco certe polemiche da parte degli juventini. Vidal è tra i cinque, dieci centrocampisti più forti del mondo. Sconfitta rovinosa del Napoli a Bergamo”

 

FABIO MACCHERONI  (Radio Manà Manà Sport): “Reja è un simpatico nonno che ha bisogno dell’ombrello sulla testa in questi giorni di pioggia. Ieri sera ho visto la Juve tritare l’Inter. I bianconeri sono i più forti del campionato. Il Napoli? Imbarazzante, in difesa secondo me sono tra i peggiori del campionato”

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport): “Ieri Reja ha detto quelle cose per Captatio benevolentiæ nei confronti dei suoi tifosi. La partita di ieri non si doveva nemmeno iniziare. I teloni sono stati messi troppo tardi sul terreno di gioco. Ora per colpa del campionato di serie A con così tante squadre chissà quando si potrà recuperare. Ad Aprile? Bene, così avremo a disposizione Balzaretti e Dodò”

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): “Ieri oltre 44mila persone allo stadio, c’è una grandissima voglia di Roma, tutti a spingere la squadra in alto. Il secondo posto è già ipotecato, io punto al primo posto. Con quelle parole Reja è scivolato volendo essere populista, peccato ha perso molti punti, è una frase che può dire un tifoso, non un allenatore navigato. Ha voluto conquistare i cuori biancocelesti. Intanto ieri De Marco in 8 minuti era sato capace di non fischiare un fuorigioco nettissimo, con il guardalinee che aveva la bandierina alzata…”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy