‘RADIO PENSIERI’, SONNINO: “Lamela ad un passo dal Tottenham. Stanno definendo i dettagli”

di finconsadmin

 (Redazione ForzaRoma.info) – Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali. (AGGIORNA)

JACOPO SONNINO (Radio Radio): “Stiamo lavorando sulla trattativa per Lamela e dico che stanno discutendo solo i dettagli. Milione più, milione in meno”

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “Sabatini negli ultimi due anni ha comprato e venduto un numero di giocatori che credo sia record in Italia e in Europa. Mi chiedo cosa stiano pensando oggi Mazzarri e d Allegri che non hanno accettato? Io dico che se presentano Lamela poi non lo possono vendere. C’è un’etica”

 

ALESSANDRO VOCALELLI (Radio Radio): “Il giudizio sul mercato della Roma oggi è sospeso, perchè dipende molto dalla cessione o meno di Lamela. Certo se poi arriva Torres è un altro discorso, ma credo difficile la cosa. Ma la Roma ha questa necessità di vendere? E se sì, perchè? Credo che con Allegri non ci sarebbero state tutte queste cessioni”

 

LUIGI FERRAJOLO (Radio Radio): “Non capisco perchè vogliono vendere Lamela. Così facendo vanno a smembrare l’attacco l’unico reparto di livello che la Roma aveva. Capisco Osvaldo perchè c’erano anche motivi disciplinari.

 

IACOPO SAVELLI (Rete Sport): “Quando arriva un investitore che acquista un’azienda in difficoltà è normale chiudere i primi anni in passivo se la si vuole rilanciare. Non capisco il fatto di dover chiudere il bilancio in attivo all’inizio del terzo anno di gestione, soprattutto perché gli americani non hanno mai fatto un passo indietro. Se mi vendi Lamela a quattro giorni dall’inizio del campionato non ti puoi sorprendere se la gente si arrabbia e lo fa anche legittimamente”.

 

MIMMO FERRETTI (Tele Radio Stereo): “Occhio alle polpette avvelenato di questi giorni di calciomercato. Si finge di andare su un obiettivo per andare su un altro. Si fa sempre così. Il nome più a sorpresa è quello di Lialjc. E’ un giocatore che oggi si puo’ prendere se ci vai pesante sull’agente e offri alla Fiorentina quello che vuole, lo porti a Roma. Eto’o o Ibra? Un dirigente importante della Roma mi ha detto che sono autorizzato a sputargli in faccia qualora questo accada. Oggi, senza Osvaldo, non mi aspetto la contestazione dei tifosi”

 

UGO TRANI (Rete Sport): “Eto’o secondo me non è più pronto per il grande calcio perchè il campionato russo ti mette poco alla prova. E’ una mia sensazione. Con Ibrahimovic invece vai sul sicuro. Destro? Mi auguro che sarà pronto, ma veramente al top, almeno tra tre mesi. Ieri mi hanno detto gennaio e mi sono venuti i brividi. Non credo alla cessione di Lamela, altrimenti serve un colpo come Ibra,Eto’o, Rooney”

 

DARIO BERSANI (Tele Radio Stereo): “Oggi si riparte, con la Roma che ritrova il suo pubblico dopo quel maledetto 26 maggio quando tutti presero il volo senza chiedere scusa alla gente. In questo tempo la società non si è fatta più sentire se non per quella maldestra telefonata con il cellulare rimasto acceso. Il calciomercato della Roma potrebbe entrare nel vivo proprio in questi giorni con alcune partenze ma anche conseguenti arrivi”

 

GIANLUCA LENGUA (Centro Suono Sport): “Ci troviamo al 21 agosto con la campagna acquisti ancora in piedi, con tanti dubbi e con Garcia che non sa se contare o meno su alcuni giocatori. Non mi venite a parlare di Eto’o e Ibrahimovic quando vediamo che la società sta cercando di livellare il monte ingaggi. E domenica comincia il campionato. Non si parte davvero bene…”

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Oggi il tifoso della Roma è terrorizzato. Cosa è cambiato dopo il 26 maggio? Niente o poco. Hai l’interrogativo di Destro sul quale già c’erano dubbi con l’Under 21. Poi mi chiedo: perchè la Roma oggi non ha uno sponsor sulle maglie? Se poi il bilancio ti chiede soldi e quindi devi cedere qualche soldino in più avrebbe fatto comodo. Sono poche le cose della Roma attuale che mi piacciono, mentre prima erano tante. Oggi Garcia, per come sta lavorando, meriterebbe intorno l’entusiasmo che ha avuto Zeman, ma dubito che lo riceva. La cessione di Lamela si sta accelerando, potrebbe succedere qualcosa nelle prossime ore. “

 

PAOLO CONDO’ (Radio Radio): “Vendere Lamela sarebbe l’ammissione che portare la Roma nei top club non è stato possibile. Eto’o? Prenderlo in una squadra che non gioca in Europa sarebbe uno spreco. Mi sembra un po’ un pasticcio quello che sta accadendo alla Roma”

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport): Lamela sono convinto che resterà anche perchè sento che al suo posto arriverebbe Demba Ba uno che gioca in un ruolo diverso. Poi Lamela lo consideriamo l’erede di Totti e che facciamo lo vendiamo? No, è assurdo. Ho dei dubbi che a Livorno possa giocare anche Gervinho, non lo vedo pronto. Ieri l’intervista a Destro è stata inutile e dannosa. Nessuna nota lieta ma, anzi, mi è sembrato di capire che lo stesso giocatore non sia ottimista sui tempi di recupero”

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): “Ieri è stata la ‘Giornata mondiale della fregnaccia’. Da Eto’o a Ibrahimovic ne ho sentite di tutte. I tifosi della Roma amano sognare, però noi della comunicazione dobbiamo essere più seri. La Roma parte in questo campionato senza centravanti. L’anno scorso avevamo nell’attacco il reparto più forte, quest’anno ci siamo rinforzato a centrocampo e un po’ in difesa, ma sei più debole lì davanti…”

 

ANGELO DI LIVIO (Radio Manà Manà Sport): “Ibrahimovic alla Roma è ancora peggio di quella di Robben. Ma perchè si dicono queste cose? Su Lamela dico che se verrà presentato oggi all’Open Day vuol dire che resta”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy