‘RADIO PENSIERI’, MELLI: “Questa Roma sta perdendo la magìa”, BALZANI: “Le parole di Baldissoni non mi sono piaciute, sembrava Baldini”

di finconsadmin

(Redazione ForzaRoma.info) Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali. (AGGIORNA)

 

CARLO ZAMPA (Rete Sport): “C’è emergenza a centrocampo. Pjanic, De Rossi, Strootman e anche Florenzi sono diffidati. Ma una cosa chiederei a Garcia: punta su Burdisso perchè i giovani centrali, Romagnoli e Jedvaj, non gli danno abbastanza garanzie? Se fosse così la Roma dovrà correre ai ripari. Juventus? Se una squadra è già forte di suo ed in più ha anche vantaggi di altri tipi ci mette ancora meno a ottenere qualcosa. Non dico che la Roma debba anch’essa essere aiutata, ma che questo non accada a quelle che la inseguono che comunque sono forti. Ma la Juve, nonostante l’aiutino, ha strameritato la vittoria di ieri. Hamsik nelle grandi occasioni è un desaparecidos. Il Napoli difetta dal punto di vista caratteriale”.

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): “Ormai il calcio è una finzione. Baldissoni davanti ad un confessionale direbbe il contrario di quello che ha detto davanti alla stampa. Io so che a Trigoria sono preoccupati da questi torti arbitrali. I pareggi contro il Torino e il Sassuolo è una magìa che si sta smagando, un segnale di rallentamento che dai agli altri Club”.

 

ALESSANDRO AUSTINI (Radio Radio): “L’attuale dirigenza non vuole alimentare scontri verbali conla Juventus, come si è fatto nella storia, anche se poi a microfoni spenti non gli vanno giù alcune decisioni arbitrali.

 

 

FRANCESCO BALZANI (Centro Suono Sport):  “Non ho visto involuzioni di gioco, anzi mi è’ più piaciuta più la Roma di Torino o di ieri che quella col Chievo o l’Udinese.  Arbitri? Contesto più la designazione che l’arbitraggio, perché non e’ stato mandato Orsato? Le parole di Baldissoni non mi sono piaciute, sembrava Baldini. Non bisogna fare la voce grossa ma dire con educazione che c’è qualcosa che non va sì o si rischia di prenderlo in quel posto a fine campionato! Il limite della Roma oggi e’ nella panchina. Senza Benatia o Castan De Rossi deve svolgere un lavoro supplementare e ne paga tutto il reparto e a centrocampo il solo Bradley in alternativa non basta. Serve qualche rinforzo a gennaio se vuoi colmare il gap con Juve e Napoli”.

 

 

FEDERICO NISII (Teleradiostereo): “Al di la del discorso arbitrali, che faccio fatica a mettere da parte, è oggettivo che a gennaio servono un paio di acquisti strategici se la Roma vuole continuare ad ambire al vertice”

 

VALENTINA BALLARINI (Teleradiostere): “Si era parlato di una Roma fortunatae aiutata dagli arbitri, questo da fastidio. Nasce spontaneo il paragone con quanto accaduto ieri a Torino, pronti via c’è un gol in fuorigioco”.

MARCO CHERUBINI (Teleradiostereo): “La Roma con tutti i problemi e con tutte le difficoltà per quello che ha fatto vedere fino a Udine, batte il sassuolo a amani basse. L’unico mezzo favore arbitrale ricevuto dalla Roma è il
rigore di Gervinho a Milano dopo di che se si vogliono analizzare gli episodi contro possono essere decisivi ma secondo me quello non è il primo argomento. Le occasioni da gol create dalla Roma contro il Sassuolo sono frutto delle giocati individuali. La squadra mi sembra comunque ben attrezzata per andare avanti”

 

 

ENRICO MAIDA (Rete Sport): “Burdisso la causa del pareggio? E’ una vigliaccheria nei confronti di un professionista serio che non ha mai lasciato a desiderare. Certo, anche per un fatto anagrafico, è sul viale del tramonto ma ha fatto sempre il suo dovere. Abbiamo una coppia di centrali, Benatia-Castan, che tutti ci invidiano ma Burdisso è importante quando le squalifiche ci priveranno di uno dei due. Ljajic? Devo ancora capirlo dal punto di vista caratteriale”.

 

MIMMO FERRETTI ( TeleRadioStereo ) : “Va tenuto conto anche di quello che la Roma ha fatto in precedenza, non ci rendiamo conto che stiamo parlando di una squadra che ha ottenuto 32 punti. Il bicchiere non è né mezzo pieno né mezzo vuoto, è piuttosto un bicchiere da analizzare. Sempre primi siamo, un punto sopra a tutti, anzi sopra la Juventus. Le cose vanno conquistate, la Roma sta facendo molto bene, ma alle spalle della Roma c’è una squadra che viaggia a ritmi forsennati, probabilmente non solo per merito dei giocatori. Non c’è stata ancora una squadra che ha messo sotto la Roma sul piano tecnico e tattico, sono cose da tener conto. Ha la miglior difesa, compresi i tre gol subiti in due partite.La Roma se la deve giocare, ma fa fatica perché gli mancano tanti giocatori. Sarebbero bastate solo un pizzico più di malizia nei minuti finali. Ma la Roma non mi pare proprio una squadra in crisi. Manca la precisione in fase di tiro, e parlo di Ljajic. ”

 

PINO CERBONI (Centro Suono Sport): “Ierila Romaha pareggiato per i gol falliti, però poi il protagonista diventa l’arbitro che non ti concede un rigore palese. Tra Torino e ieri mi mancano due rigori e probabilmente quattro punti. E la sera, invece,la Juventusancora una volta agevolata da una decisione arbitrale. Ieri, poi, l’arbitro di Roma-Sassuolo ha frenato i giallorossi anche con piccole decisioni. La Juve non merita di stare ad un punto dalla Roma”

 

UBALDO RIGHETTI ( TeleRadioStereo ) : “Siamo ancora primi, e non dobbiamo farci distrarre. Benatia è un giocatore essenziale. Cerco di parlare sempre di quello che vedo sul campo”

 

PIERO TORRI ( TeleRadioStereo ) : “Se ce lo avessero detto a metà Agosto di stare a 32 punti dopo 12 giornate avremmo brindato. La differenza del calcio italiano è Paloschi a cui annnullano un gol regolarissimo, e ieri dopo un minuto convalidano un gol a Llorente irregolare, l’ennesimo favore alla Juventus. E’ molto diverso quando tu giochi uno a zero. Non è chiaro a tutti, ieri è stata un’altra partita. Mi spaventa una Roma che non ha giocato benissimo, sapendo di essere primi in classifica. E continuo a dire che la Roma ha subito solo un gol, perché ieri e a Torino sono due gol irregolari da annullare. La Roma dal punto di vista mediatico sta pagando il rigore di Gervinho e di Borriello. La Roma fa fatica, e non mi è piaciuta. Benatia e Gervinho torneranno dopo la sosta, per fortuna. Quanto manca quello col numero 10, è essenziale. I  31 punti della Juve sono falsi, e parlo di Verona, derby col Torino e ieri sera, sono falsi come una carta da 12 euro. Non sono giusti per quello che si è visto.”

 

PAOLO FRANCI (Rete Sport): “Sembra una tragedia, invece la Roma ha vinto dieci partite su dodici, non ha mai perso. Mai. Ha pareggiato due gare per colpe non sempre sue. Ricordiamoci da dove veniamo…era una squadra finita. La Roma c’è sempre. La Roma è forte. Non demoralizziamoci e non distruggiamo tutto. E’ normale la  difficoltà senza Totti e Gervinho. Ljajic si crea tutto da solo e sbaglia. La Roma società questa squadra se l’è ritrovata per caso, ci speravano tanto ma puntavano un posto in Europa League. Ora sei primo. Ricordiamoci le origini di questa squadra.”

 

UGO TRANI (Rete Sport): “Bradley fa tanti errori nei passaggi però ti libera Pjanic, che diventa più prolifico in zona assist. Devi fare qualcosa per gennaio, l’emergenza c’è e ci sarà sempre, in ogni settore del campo. Ieri Ljajic fa anche una buona gara, le occasioni se le crea da solo, se avesse segnato quei due gol sarebbe diventata la partita di Ljajic. Invece no…e nel calcio certi errori si pagano carissimo, non puoi fallire quel gol a pochi minuti dal noventesimo. De sanctis bravissimo come sempre ma il migliore per me ieri è stato Leandro Castan.”

 

 

GALOPEIRA ( TeleRadioStereo ) : “Ci sono le attenuanti per i giocatori che mancavano…anche io avrei messo Caprari e capisco l’emozione, ma il resto della partita stava con le mani sui fianchi..a vent’anni te lo devi mangiare il campo. Non sono arrabbiato con la Roma, e ieri è una storia anomala. E non dimentico che in dodici partite siamo imbattuti e primi in classifica. E’ chiaro che il gol preso alla fine ti fa crollare il mondo addosso. Ljajic ha giocato un match straordinario, specialmente senza palla. Burdisso vaga dentro l’area. Con Benatia la Roma non avrebbe preso il gol alla fine. Di Francesco ha giocato col 5-4-1…che me ne frega che era romanista.”

 

 

DAVID ROSSI ( TeleRadioStereo ) : “Non si può stare solo 1-0 contro il Sassuolo, devi chiuderla prima. Benatia è mancato tanto, la squadra con Burdisso ha perso i suoi punti di riferimento in difesa. Non si può lasciare libero il giocatore più pericoloso del Sassuolo in area nell’ultima azione. Marquinho non è all’altezza, penso che ormai Garcia lo abbia capito.Contro il Sassuolo ieri è come se avessi giocato in trasferta, ogni decisione era girata a loro favore, a partire dai 4 minuti di recupero. Non dico che c’è un complottto, ma che non c’è nessun rispetto per la Roma”.

 

 

ALESSANDRO DORIA (Centro Suono Sport): “La partita di ieri si era incanalata per finire 1-0 ma c’è un rigore grosso una casa non concesso alla Roma. Perchè nojn devo avere quello che mi spetta? A me mancano due rigori…”

 

JONATHAN CALO’ (Centro Suono Sport): “Io non darei troppe colpe a Garcia, credo che la squadra si sia un po’ seduta dopo il vantaggio e in Serie A non te lo puoi permettere. In una giornata dove ti potevi trovare più cinque sul Napoli è questa la più grande delusione. Io non condanno nemmeno l’ingresso di Caprari. Garcia ha finito gli attaccanti…”

 

MARIO CORSI (Centro Suono Sport): “Io non me la voglio prendere solo con Ljajic però non si possono sbagliare tutti quei gol. La Roma pareggia per questo e per un errore di Burdisso. Poila Romaha dominato. C’è unmomento di stanca durante la quale i nostri si passano la palla invece di infierire e chiudere la partita. Ma non vedo tutta questa tragedia calcistica. E’ logico, si vede che mancano Totti e Gervinho. La Juve è aiutata dagli arbitri, ma è forte anche di suo. Il Napoli non merita di stare lì perchè ha perso tutti gli scontri diretti”

 

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Che senso ha il cambio di Caprari? Quel cambio di Garcia è stato molto presuntuoso, è stato un grave errore di Garcia, anche se al tecnico gli vanno battute le mani per quello che ha fatto fino a ieri. Quello era un cambio da Taddei, visto che spesso lo aveva fatto giocare nell’ultimo quarto d’ora. Ieri male Maicon e Burdisso: viene da chiedersi a che livello siano Jedvaj e Romagnali, per Garcia non saranno pronti per la serie A, visto che gli viene preferito questo Burdisso. La Roma che farà a gennaio? Servono un centrale di difesa e un centrocampista. Poi servirà capire che condizioni fisiche di Totti e Destro, perchè l’attacco adesso è in sofferenza”


DARIO BERSANI ( TeleRadioStereo ) : ” In una settimana la classifica è stata delapidata, da +5 a +1. Una sciagura la componente arbitrale, sia a Torino, sia ieri all’Olimpico. La Roma ha pareggiato la partita per sue colpe, ma io ho anche il diritto di sbagliare diverse occasioni sotto porta. Voglio capire chi dice che se sbaglia l’arbitro è come se sbaglia il giocatore. Non è vero. Ieri hanno vinto tutte tranne la Roma. Nei 5 episodi controversi sono diventati contro. E non va bene. C’è qualcosa che non và nel rapporto tra la Roma e gli arbitri. Poi la Roma non ha le riserve adatte, ormai è evidente. Il terrore è che si sia spezzato l’incantesimo. La Juventus è la più aiutata, oltre ad essere la più forte. Da sempre i più di tutto. Scandalosa l’ammonizione a Ljajic.”

 

AUGUSTO CIARDI ( TeleRadioStereo ) : “La sosta può servire alla Roma. Pausa benedetta. Sono venuti meno Totti Gervinho Destro e Borriello, e in queste condizioni è difficile per tutti. La Roma non mi è piaciuta negli ultimi 10 minuti nel controllo della partita. Ma a cosa serve essere diversi dalla massa in Italia? Basta che guardiamo cosa è successo tra Salernitana e Nocerina. La Roma ha 10 vittorie e 2 pareggi , c’è amarezza solo per la classifica. La Roma ieri ha pareggiato, ma non per colpa di Giacomelli. Il rigore su Ljajic non c’era, secondo me.”

 

FABIO MACCHERONI (Radio Manà Manà): “I percorsi fatti dalle grandi squadre sono diversi, per vincere le partite devi vincere 3-0 perché sennò succede qualcosa. Arbitri incompetenti, con un sistema che non accetta intrusioni al vertice. Ljajic non è lucido e maturo, deve ancora crescere e ho capito perché rimane fuori quando ci sono tutti i titolari. Ieri Bradley è un freno a mano, rallenta tutto, sbaglia palle clamorose e ha fatto pareggiare il Sassuolo, male Burdisso.”

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): “Roma beffata dall’arbitro e non da berardi. Il giudice di gara insieme ai suoi collaboratori ha fermato la squadra giallorossa. Io ho visto una Roma in crescita e non capisco chi se la prende con Ljajic. Peccato la quaterna di somari che non ci ha dato il dovuto. C’erano almeno due rigori nettissimi. io non me la sento di addossare colpa ai nostri giocatori”

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà): “Arbitraggio scandaloso di Giacomelli, dopo Torino altra conduzione a senso unico, la Roma ha un calo ma con due arbitraggi seri la Roma sarebbe a punteggio pieno, non sempre le gare si vincono con brillantezza ma come ha vinto ieri la Juve, si capisce che vincerà il terzo scudetto consecutivo e che il Napoli arriverà secondo. Il gol in fuorigioco di Llorente è evidente e preoccupante, rigori evidenti non dati alla Roma, ammonizioni contro la Roma, stanno facendo tutto in maniera scientifica.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy