‘RADIO PENSIERI’, FERRAJOLO: “Nelle parole di Garcia c’è la frustrazione romanista. Conte non puo’ dare lezioni a nessuno”

di finconsadmin

(Redazione ForzaRoma.info) Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali.

 

FRANCESCO BALZANI (Centro Suono Sport): “Garcia ha messo una trappola e Conte ci e’ cascato in pieno. Ora Roma-Juve a prescindere dal discorso scudetto e’ una gara che il bianconero non può perdere. Sul personaggio Conte sappiamo tutto, mi meraviglio del finto moralismo italiano invece. Per uno che arriva da un altro paese le parole di Spinelli sono imbarazzanti, per noi sono normali. Forse dovremmo ascoltare più il parere degli stranieri per capire meglio i nostri grandi difetti. Pjanic? Ha fatto una giocata da top player, io di questa squadra non venderei nessuno. E’ un gruppo unico. Troppe critiche a Balotelli, secondo me e’ un bravo ragazzo che non sopporta il peso delle responsabilità. I personaggi negativi del nostro calcio sono altri, vedi Conte”

 

ALESSANDRO PAGLIA (Teleradiostereo): “Il capitano del Milan farebbe il sesto nella Roma.Ho letto oggi le dichiarazioni rilasciate da Galliani e penso che infierire sia inutile e poco carino ma raramente ho visto il Milan venire all’Olimpico e fare la partita che fa il Sassuolo di turno restando sempre nei propri trenta metri. La Roma ha letteralmente schiantato i rossoneri tranne i primi dieci minuti. La sensazione avvertita dallo stadio era che la Roma decidesse il ritmo decideva quando accelerare e quando rallentare il gioco”

 

 

GIANFRANCO GIUBILO (Teleradiostereo): “Ho la sensazione che l’informazione romana non sia stata sempre molto corretta nei confronti di Pjanic. Se tutti lo considerano un grande giocatore non capisco perché bisogna privarsene. In Roma-Milan si parla molto di Balotelli che ha giocato male, ma non capisco come un giocatore rossonero venerdì sera possa essere giudicato con un voto più basso di Honda che non ha strusciato un pallone. Kaka ed Essien hanno smesso di fare i calciatori”

 

FURIO FOCOLARI  (Radio Radio): “Garcia ha voluto mettere un po’ di nervosismo alla Juve, perché sa benissimo che ormai il campionato è perso. Se leggete la formazione del Sassuolo c’è imbarazzo nei nomi”

 

LUIGI FERRAJOLO (Radio Radio): “C’è molta rivalità tra Juve e Roma e questo è un bene per il calcio italiano, ma c’è anche un po’ di frustrazione romanista. Non capisco però perché Conte se la prende. Garcia poteva evitare di dirlo ma ha detto la verità”

 

DANIELE LO MONACO (Rete Sport): “La Juve in momenti decisivi di questa stagione ha ricevuto aiutini che la Roma non ha avuto. Le parole di Garcia? Riferimento al Livorno. Ma chi ha assunto un comportamento vergognoso è Berardi che ha fermato la Roma e gli ha fatto perdere due punti, ma giustamente ha fatto il suo lavoro. Cosa che invece non ha fatto contro la Juventus, la squadra con la quale lui spera di giocare. Ha rimediato due squalifiche con dei falli assurdi; ed è un comportamento antisportivo che andrebbe riportato nei salotti sportivi”

 

 

 FEDERICO NISII (Teleradiostereo): “Su Pjanic c’è da dire questo, credo che la situazione sia abbastanza delineata. L’idea di base del calciatore è quella di restare, ma a certe condizioni. Vorrebbe rimanere alla Roma, ma visto che ci sono su di lui grandi squadre Pjanic sarebbe anche disposto ad accettare un ingaggio più basso  rispetto a quello offerto dai top club ma più alto di quello che oggi offre la Roma e su questo si dovrà trovare un punto di incontro. Non sono d’accordo sul fatto che sia l’agente a tirare la corda, i procuratori agiscono su mandato dei giocatori fanno i loro interessi”

 

 

JACOPO SAVELLI (ReteSport) : “Se mancassero più partite alla fine gli 8 punti di distacco dalla Juventus non sarebbero impossibili da recuperare. La Roma gioca meglio della Juventus. Conte è un catalizzatore di tensioni. E’ voluto, è una strategia. Toloi nelle ultime due partite ha dimostrato di poter giocare tranquillamente nella Roma, e anche bene. Astori e Ogbonna? Mi tengo Toloi”

 

MIMMO FERRETTI (TeleRadioStereo) : “L’uscita di Conte l’ho trovata fuori luogo, perché Garcia si riferiva alle squadre che affrontano la Juventus, e non ai bianconeri. Ho un grosso debole per Rudi Garcia, stravedo per questo personaggio fantastico. Di certo è uno che ha carattere. Il mister romanista ha fatto bene, è una guerra di nervi. Stasera tra Sassuolo e Juventus non potrà essere una partita perché c’è troppa differenza fra le due rose. Tutte le rose sono migliorabili, anche quella della Roma, con innesti di qualità e quantità. Domani ci potrebbe essere questo incontro fra Garcia e dirigenti per valutare la situazione, in attesa di Pallotta.”

 

MASSIMILIANO MAGNI  (ReteSport) : “Pjanic? Bisogna stare attenti con gli ingaggi, perché se alzi tanto al bosniaco poi devi fare la stessa cosa con i Benatia, Castan, Florenzi… Di Francesco in alcune dichiarazioni è stato inopportuno. Se una dichiarazione di Rudi Garcia può aiutare il Sassuolo per far risultato con la Juve, lui la dice.”

 

DAVID ROSSI (TeleRadioStereo) : “Se stasera Sassuolo e Juventus pareggiassero è un disastro. Ha senso solo se i bianconeri perdono. La verità è che siamo tutti provinciali. L’anno prossimo le partite le vedrò sui blocchi tipo Olimpiadi e appena vedo un rigore vado a via Allegri. L’anno prossimo proprio no, gli aiutini. Catania-Roma sarà bella pesante, loro dovranno giocarla alla morte.”

 

GALOPEIRA (TeleRadioStereo) : “Non finirò mai di ringraziare De Sanctis per le sue parole all’Open Day. Questa Roma continua a strabiliare, a far brillare gli occhi. Il gol di Pjanic ti riconcilia con questo sport. Sono orgoglioso di questa squadra. Se ti metti veramente a riflettere su come è andata quest’anno, che fai 90 punti e non vinci niente, poi ti avveleni.”

 

UBALDO RIGHETTI (TeleRadioStereo) : “Si va allo stadio con la luce negli occhi. La squadra ha ripreso credibilità, potere, prestigio. Il prossimo anno in Serie A la Roma non farà gli stessi punti di questa stagione, ma nemmeno la Juventus. Garcia ha raggiunto il suo obiettivo, di innervosire Conte ma anche il buon Di Francesco”

 

 

PIERO TORRI (TeleRadioStereo) : “Non mi ricordo scudetti scippati alla Juventus. La squadra bianconera è questa da sempre. Non ho perso la speranza che un senso di giustizia colpisca questo paese, ma ne ho sempre meno. Uno Scudetto a Roma vale 5..la dimostrazione è che quest’anno con 85 punti nemmeno te lo giochi lo Scudetto.”

 

 

ILARIO DIGIOVAMBATTISTA  (Radio Radio)“Quello che ha fatto il presidente del Livorno è una vergogna, perchè alla vigilia di una partita non puoi dire certe cose, anche se le pensi. Poi c’è stata l’Udinese che non è nemmeno scesa in campo, è chiaro che Garcia s’è fatto rodere”.

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio): “Il Sassuolo  è falcidiato da infortuni….leggete la difesa con cui gioca stasera e ditemi chi conoscete di quelli. Berardi? Ci vuole una fantasia a credere che abbia fatto apposta a togliersi la maglia dopo il gol, in un momento di grande adrenalina…neanche Asimov potrebbe scrivere un romanzo di fantascienza così straordinario. Poi ce lo meritiamo se ci chiamano provinciali…”

 

 

FRANCO MELLI (Radio Radio)“Conte non doveva parlare, perchè non si risponde alle chiacchiere da bar. Perchè un allenatore della sua importanza risponde a chiacchiere da bar? La verità è che Garcia ha detto cose che 3/4 d’Italia aveva detto dopo Udinese – Juve o Juventus – Livorno. Detto questo, io credo che Garcia non sta giocando sul nervosismo. Lui sa benissimo che il campionato l’ha perso, e sa che l’ha perso nel girone d’andata, e questo gli dà fastidio. E ha ragione da vendere! Nell’unico momento difficile della Juve, i bianconeri sono stati aiutati. Contemporaneamente la Roma, che era in fuga, è stata fermata: è stata fermata a Torino, è stata fermata contro il Sassuolo. E’ lì che è stato deciso il campionato.”

 

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “Garcia quando fa delle accuse precise, deve portare dei fatti. Il fatto che le squadre contro la Juve lasciano i migliori in panchina non è vero, è successo solo con Paulinho. E poi io gli avrei chiesto, ma quali sono i migliori? La Roma e la Juventus giocano contro avversari inesistenti, le squadre sono scarse. Garcia voleva fare una cosa alla Moruinho, voleva innervosire gli avversari. Non capisco la cosa dei provinciali detta da Conte, che significa? Come ragionano i provinciali? Più che altro doveva dire che Garcia dovrebbe portare degli elementi. La reazione di Conte è stata normale, era prevista, i giornalisti sono andati lì per sentire la sua reazione. Ma innervosire la Juve è una strategia che pagherà?”. 

 

 

GUIDO D’UBALDO (Radio Radio): “Ho lavorato un po’ sulla questione Pjanic, parlando con entrambe le parti e so che lui vuole restare alla Roma. Lui ha avuto contatto con Psg e Ateltico, e un club inglese, che hanno proposto un contratto da 4,5 milioni a salire, ma lui ha detto no perchè preferisce restare alla Roma. Lui considera la Roma una società in crescita, e così anche lui. Pjanic ha fatto sapere di essere disponibile a firmare per 4 milioni, che sono meno di quanto prenderebbe altrove. Lui per stare alla Roma sarebbe disposto a guadagnare di meno.”

 

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “Complimenti alla Roma per quello che sta facendo, magari non vincerà niente, ma ha tenuto in piedi un campionato che altrimenti sarebbe stato chiuso da mesi. Sassuolo – Juventus? Gli emiliani hanno zero possibilità di vincere. Quella di Garcia mi sembra più una strategia del nervosismo, e non tanto per far giocare la partita della vita alle piccole squadre, ma per mettere tensione alla Juve e sperare che qualcosa possa perdere. Mi sembra una strada giusta, Garcia non è stato offensivo. Conte invece c’è andato giù pesante. Berardi si fa squalificare apposta? Ma che discorso è…allora questo vale pure per chi si fa ammonire apposta per saltare una partita facile, e non quella dopo. Ma Berardi avrà tutto l’interesse a giocare contro la Juve e mettersi in mostra con Prandelli. E tu vai a pensare che si toglie la maglia apposta per non giocare contro la Juve? Ma roba da matti…”

 

 

UGO TRANI (Rete Sport): Conte è andato troppo sul personale contro Garcia, mentre se avesse difeso le altre squadre era un discorso diverso. Rudi Garcia non se l’è presa con la Juventus, ma con gli allenatori che sono andati a Torino senza grinta. Ballardini è stato il peggiore di questi, ma anche il Livorno non ha scherzato. La cosa che non voglio vedere in questo campionato è che la Juve possa festeggiarlo qui alla penultima. Incredibile che la Roma sia in vantaggio anche nella differenza reti generale con la Juventus, e sia seconda in classifica”

 

LUCA VALDISERRI  (ReteSport) : “Garcia-Conte? Penso che ci sia un gioco di ruolo, anche perché si avvicina lo scontro diretto. Le parole di De Sanctis sul sistema sono le più intelligenti. E’ stata brava la dirigenza a scegliere Garcia. Serviva uno con una testa diversa. La tesi di Conte è debole, non è vero che non serviva Garcia alla Serie A.”

 

TIZIANO CARMELLINI  (Radio Manà Manà Sport): “La risposta di Conte a Garcia dimostra quanto l’abbia presa male e gli abbiano dato fastidio queste provocazioni. La vera identità della Juve si è vista in Europa. Sarà molto interessante vedere lo scontro diretto tra Roma e Juve, non deciderà nulla, ma Garcia vorrà dimostrare a Conte quanto vale”

 

FABRIZIO ASPRI (Radio Radio): “Domani sarà un giorno molto importante per la Roma, visto il summit di mercato tra Sabatini e Garcia. Pallotta ha già diramato le direttive, così come il tecnico francese ha fatto sapere di volere i 30 milioni della Champions League tutti per il mercato in entrata. Il giocatore più ricercato sarà un attaccante forte in area e Jackson Martinez racchiude tutte le caratteristiche richieste. A Sabatini piace Sandro del Tottenham, Ben Arfa è un facente parte della lista di mercato, mentre Ibarbo è solo un’alternativa a tutti gli altri”

 

FABIO MACCHERONI (Radio Manà Manà Sport): “L’uscita di Garcia portava una risposta da parte di Conte, è il gioco delle parti, non ha fatto qualcosa di clamoroso, non vedo il marcio o qualche marchingegno particolare. Come negli anni Ottanta Roma e Juventus sono le due rivali principali e la squadra giallorossa per quella bianconera ormai è l’antagonista numero uno da battere”

 

DARIO BERSANI (TeleRadioStereo): “Boskov è sicuramente una perdita per il calcio mondiale. Lui, interprete di un calcio che purtroppo  non c’è più. Conte ha menato duro. La classifica della Roma è stratosferica. La Juventus è da sempre la squadra più potente del calcio italiano. La Roma ieri aveva la possibilità di affiancare il proprio allenatore, ma c’è stato un virgolettato che attaccava Spinelli. O attacchi quel sistema di cui parlavano Totti e De Sanctis oppure stai zitto…Eusebio Di Francesco è un ‘sagrestano’ e infatti ovviamente appoggia Conte.”

 

AUGUSTO CIARDI (TeleRadioStereo): “E’ una dialettica che sfocia nel populismo: Garcia dice quello che tutti pensano, Conte dice ciò che vogliono sentire i tifosi juventini. I numeri della Roma sono incredibili. Garcia non va ad attaccare la Juve, ma chi fa parte di quel sistema. Tutto ciò che trae giovamento dallo stesso sistema.”

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport): “Conte parla così perchè ha capito che è finita la scampagnata tranquilla per la vittoria consecutiva di scudetti. Ha capito che adesso ha un vero avversario. Mi ha deluso tanto, invece, Di Francesco”

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): “Garcia ha fatto cronaca, perchè è vero che un presidente di una squadra ha detto che contro la Juve avrebbe fatto giocare le seconde scelte, Conte invece ha offeso Garcia dimenticandosi quando la sua ex Juve nel 2007 fece retrocedere per lo stesso motivo il suo Arezzo e lui denunciò il fatto”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy