‘RADIO PENSIERI’, LEGGERI: “Roma a meno dieci dalla Juventus, una vergogna”

‘RADIO PENSIERI’, LEGGERI: “Roma a meno dieci dalla Juventus, una vergogna”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Max Leggeri (Centro Suono Sport – 101,5): “Tanti auguri al più grande calciatore della storia della Roma. Le polemiche sull’autobiografia di Totti sono sterili e ridicole. Oggi, grazie a Francesco Totti, il brand della Roma sarà nuovamente veicolato in tutto il mondo, nonostante abbia smesso di giocare da due anni. La Roma ieri doveva vincere, ma soprattutto preservare la panchina di Eusebio Di Francesco. La squadra, inequivocabilmente, ha mostrato di stare dalla parte del mister. Non sono d’accordo con il mister: il campionato è già iniziato, la Roma ha già perso un treno, è a meno 10 dalla Juventus, è una vergogna. La gara di ieri non può fugare i dubbi sulla tenuta mentale di questo gruppo”.

Checco Oddo Casano (Centro Suono Sport – 101,5): “Ieri ho visto finalmente e con colpevole ritardo una squadra schierata in campo in maniera logica, con idee chiare e uno svolgimento di partita che c’ha ricordato a tratti la forza mentale della Roma dello scorso anno. La Roma per suoi errori, strutturali, gestionali, tecnici e soprattutto mentali, ha gettato al vento in questo inizio di stagione partite contro squadre inguardabili, condizionando i propri obiettivi. Ora non inizia un nuovo campionato, ora deve proseguire una stagione con altri presupposti, ma non c’è da esaltarsi, anzi. La Roma è una squadra costruita non per aggredire, ma per fare possesso e sfruttare le qualità di alcuni singoli, su tutti Pastore. Mi auguro che Di Francesco vada avanti con questa formazione, con questo sistema, perfezionando alcuni meccanismi difensivi”.

Francesco Di Giovambattista (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Qualche buon appiglio dalla gara di ieri si può vedere come la prestazione di Pastore. Rimane, però, un successo di routine. Il Frosinone è messo veramente male. Avrebbe fatto notizia il contrario. Un’eventuale pareggio o sconfitta”. 

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La gara tra Roma e Frosinone non è stata una partita ma un allenamento. Non possiamo farci fuorviare sennò dovremmo credere che Santon possa superare Florenzi e Karsdorp nelle gerarchie di Eusebio Di Francesco. Quello di ieri è un match da cui non si può trarre alcuna indicazione”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Il contesto era molto fragile contro il Frosinone. Ora per la Roma servono le conferme contro la Lazio. Mi è piaciuto molto Luca Pellegrini quando è entrato. Ha esuberanza e forza fisica. La scorsa stagione è stato solo sfortunato con gli infortuni”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini (Teleradiostereo 92.7): “Con la prestazione contro il Frosinone non dimentico le partite contro Chievo e Bologna. Neanche il derby mi farebbe dimenticare quei punti persi contro due squadre piccole”. 

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Bravo Under, il suo gol è stato importantissimo per far sbloccare la Roma. Mi è piaciuto il salvataggio di Di Francesco: ha dato il segnale che la squadra non gli rema contro. Di Francesco rischia ancora: il derby sarà importante. Totti per ora è una delusione come dirigente: spero possa avere idee più chiare e che possa acquisire maggiore prestigio all’interno della Roma”. 

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “In questi giorni Di Francesco mi ha fato tenerezza, ieri invece ha dato riposte importanti (non Schick). Ieri abbiamo visto che la squadra non rema contro. La Roma mi è piaciuta per lo spirito, i giocatori avevano voglia di fare. Nel giorno in cui la Roma fa quattro gol, Schick non compare mai. Il ragazzo mi ricorda Iturbe: è un flop. Secondo me Di Francesco non è più in cima ai desideri della società: il tecnico rischierebbe il posto in caso di ko nel derby”. 

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Pastore ha fatto un gol strepitoso, un altro di tacco all’angolino. Pastore vive di tacco. Il gol di Under è stato bellissimo, ha fatto sciogliere il Frosinone. Il 4-2–3-1 o il 4-4-2 mi piace molto: questa è la formula giusta, anche se non ci sarebbe spazio per Cristante e Pellegrini. Nota estremamente negativa, Schick. Le dimissioni di Baldini? Ha provato a mandare via Totti già dalla stagione di Luis Enrique. Quando la barca affonda… I tifosi salvano Di Francesco e condannano altri”. 

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Pastore deve segnare quei gol anche nelle partite che contano: sabato ha la possibilità di dimostrarlo. Schick è un problema. Mi è piaciuta la voglia di non festeggiare troppo la vittoria di ieri, i giocatori non hanno festeggiato troppo i gol: un bel segnale per il derby di sabato”.  

Alvaro Moretti (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma in questa stagione si è complicata da sola partite facili come quella di ieri, quindi il segnale di questa vittoria è positivo. Così come è stato positivo Di Francesco che ha saputo cambiare modulo e mettere i giocatori nei loro ruoli. Ci vuole la conferma sabato contro la Lazio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy