‘RADIO PENSIERI’, ZAZZARONI: “Pastore non lo vedo interno di centrocampo”

‘RADIO PENSIERI’, ZAZZARONI: “Pastore non lo vedo interno di centrocampo”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Fabio Petruzzi (Centro Suono Sport – 101,5): “La Roma per me, ad oggi, è più debole dello scorso anno perché Alisson e Nainggolan sono state delle cessioni troppo importanti, poi se dovesse arrivare N’Zonzi il mio giudizio cambierebbe, perché l’eventuale arrivo del francese permetterebbe alla squadra di giocare nella metà campo avversaria. Pastore? È un calciatore bello da vedere, ha una qualità e un’idea calcistica davanti agli altri, ma ho due dubbi: in 3 anni ha giocato poco o niente e bisogna vedere come riuscirà a giocare da intermedio”.

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La Roma è più completa rispetto al passato nonostante si sia liberata di giocatori importanti. Ha acquistato i calciatori che gli servivano. E’ una squadra che mi incuriosisce, ma soprattutto voglio capire cosa vuole fare Di Francesco con Pastore. N’Zonzi? Sarebbe un acquisto in più. Fisicamente è spaventoso, ma nulla di speciale”. 

Ivan Zazzaroni (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La Roma ha una rosa più completa, ma non più forte avendo perso Nainggolan ed Alisson. Pastore? E’ una scommessa. Nei giocatori di qualità credo tanto se li metti nelle condizioni giuste. Lo vedo bene nel 4-2-3-1 alle spalle della punta, non di certo interno di centrocampo.  Nella Roma poi c’è il problema del gol. E’ troppo Dzeko dipendente. Di Francesco deve migliorare la ridistribuzione delle reti e in questo Cristante può darti una mano”.  

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “In casa Roma i giocatori più attesi sono Cristante e Pastore. Per il primo sarà fondamentale capire come procederà l’adattamento da una realtà come quella di Bergamo a quella giallorossa. Credo che nessuno dei due però possa fare l’interno nel centrocampo a tre. Ad oggi la squadra giallorossa non è più forte, non mi sembra rinforzata rispetto lo scorso anno. Ci sono troppe incognite all’interno della rosa. Per come è stata concepita mi sembra una squadra da 4-4-2 con il centrocampo a rombo”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini (Teleradiostereo 92.7): “La Roma continua sempre a prendere tanti gol: ne ha presi otto nelle tre partite dell’International Champions Cup. I giallorossi quest’anno non possono campare di rendita per quanto hanno fatto la scorsa stagione in Champions League. Non si riescono a fare due passaggi, perdono ottantasette palloni a partita. Eppure io sui siti leggo che negli allenamenti lavorano anche su questo. I giallorossi ricadono sempre negli stessi errori. Sono riuscito ad arrabbiarmi questa notte: non ci sono spunti, non ci sono mai azioni fluide, c’è un finto pressing. Non sono preoccupato perché manca ancora un po’ di tempo all’inizio del campionato, ma sono infastidito. La Roma si è incartata: c’è un mercato pre Malcom, e un mercato post. Non lo so se Monchi prenderà un centrocampista e un attaccante: la mia sensazione è che non lo sappiano neanche loro. Vendere è più difficile di comprare: nella Roma ci sono molti esterni. Speriamo che la Roma riesca a comprare almeno uno dei giocatori che sta puntando. Bisogna intervenire subito a centrocampo, è la priorità. Andate a vedere l’atteggiamento in campo di Perotti: non intelligentissimo calcisticamente, fa sempre lo stesso movimento”. 

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Pavon? Ogni giorno esce un nome per il mercato giallorosso. Perché la Roma cerca un esterno avendone quattro forti? Non si pagano 35 milioni i giocatori che giocano in Argentina, Monchi non può pagare la clausola. “.

Fernando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Il mercato della Roma con il mix tra i giovani e i senatori è intriganti: non è da primi posti ma è un progetto che mi piace”. 

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Di Francesco vuole un esterno destro: la priorità sarebbe un mancino, ma anche Pavon sarebbe nel mirino di Monchi. Il tecnico voleva quel Berardi che alla fine è uscito di scena in questo mercato. Sono convinto che la Roma alla fine prenderà sia un attaccante, sia un centrocampista. La tournée ha un po’ complicato i lavori della squadra”. 

Gianluca Lengua (Radio Radio Mattino – 104,5): “Una gara particolare quella contro il Real Madrid. La fase difensiva ha avuto molti problemi, soprattutto nel primo tempo. In attacco si è visto qualcosa, ma veramente poco. Ho notato è che Di Francesco ha schierato per la prima volta da quando è cominciato il ritiro Schick esterno destro e Dzeko al centro. L’uomo che mi ha più colpito dal raduno ad oggi è Schick per gol e assist, sembra un nuovo calciatore un ottimo acquisto, auguro alla Roma che il ceco possa confermarsi in campionato così da fare staffetta con Dzeko. Gonalons e Marcano mi hanno un po’ deluso, e Olsen lo vedo un po’ impreciso, deve dare più sicurezza. Pastore ancora un po’ imballato. C’è molto da migliorare nella rosa in generale, ma è difficile dare giudizi anche perché sono stati 18 giorni intensissimi per gli allenamenti e il caldo terribile”.

SOLO SORRISI

Ritrova il piacere di sorridere con “Solo Sorrisi”…gli specialisti del sorriso! Scegliendo Solo Sorrisi puoi risolvere i tuoi problemi dentali anche con poche sedute, grazie a tecniche innovative. Per una visita completa e gratuita chiama il numero verde 800 58 69 89. Solo Sorrisi è a Roma, Fiano Romano e ad Avezzano. Solo Sorrisi, gli specialisti del SORRISO! – Contenuto sponsorizzato

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104,5): “Di Francesco sarebbe un allenatore perfetto per la Roma on Salah, ma l’egiziano non c’è più. Cristante è quello visto in tournée, buon rendimento ma non di più. C’è da capire se il ruolo di Pastore è quello dove lo mette il tecnico”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Schick sembra aver ritrovato una condizione ottimale ma c’è da capire se può ricoprire il ruolo di esterno destro, anche se alla Sam a volte ci ha giocato ma qui abbiamo sempre detto che sia un vice-Dzeko”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy