‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “A Roma non porterei né Pastore né Ziyech, e mi terrei Nainggolan”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo 92.7): “Quale Pastore verrebbe qui a Roma? Quello di Palermo o quello dell’ultimo periodo? Du tutto abbiamo bisogno tranne che di un giocatore ondivago. Siamo un po’ stufi di questi calciatori su cui non puoi fare affidamento sempre, temo che Pastore appartenga a questa categoria. Daremmo via una certezza calcistica come Nainggolan per prendere lui? Non è una cosa che mi conforta. Ho visto Ziyech col Marocco e mi ha molto deluso, mi sembra abbastanza sopravvalutato. Non porterei nessuno dei due a Roma e mi terrei Nainggolan”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Prendere Pastore per me non ha senso. In Francia recita da comprimario. Nelle formazioni della Roma che vedo al momento è sparito completamente Schick. Se hai preso Kluivert e vuoi prendere Berardi, hai Dzeko, prendi Pastore… allora Schick? Mi sembra che la Roma prenda più delle occasioni che delle esigenze tecniche. La Roma ha davvero bisogno di Pastore?”.

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Pastore è una possibilità, può diventare un giocatore della Roma. Il Psg lo deve cedere per evitare sanzioni dalla Uefa. Su di lui c’è anche il West Ham, la Roma sta cercando di stringere i tempi anche per questo. La trattativa è avviata, ma questa minaccia inglese non va sottovalutata. La domanda è questa: la Roma lo prende ma dove lo mette in campo?”.

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “La Roma ha bisogno di un giocatore che abbia l’ultimo passaggio, manca l’uomo che innesca le punte. Pastore può essere l’uomo adatto per questo tipo di gioco”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Approvo in pieno l’operazione Pastore, ha un piede educatissimo e raffinatissimo. Alla Roma serve l’uomo dell’ultimo passaggio. Pastore non è una scommessa, ma una certezza. Prendendolo, la Roma farebbe un grande affare. Cosa c’entra Schick con Pastore? Sono giocatori diametralmente opposti. Nessuno può discutere Pastore dal punto di vista tecnico, poi sta all’allenatore valorizzarlo in campo. Nel 4-3-3 non ce lo vedo, ma è un giocatore con talmente tanta classe…”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Pastore è un giocatore che alla Roma non serve. È un fantasista che ormai da anni viene usato col contagocce perché non ha resistenza e forza fisica. Tecnicamente è squisito, ma viene usato proprio col contagocce. Il meglio di sé l’ha dato a Palermo, quanti anni sono passati da allora? L’obiettivo della Roma quest’anno dovrebbe essere il recupero e il boom di Schick. Prendere Pastore, dopo aver preso tutti questi giovani, mi sembra un altro acquisto che non serve alla squadra”.

Xavier Jacobelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Pastore è un giocatore dotato di grandissima tecnica, sarebbe un valore aggiunto nel centrocampo della Roma. È vero che il sostituto di Nainggolan non può essere lui, ma sarebbe un gran bell’acquisto. Lui sta cercando una squadra che gli offra un posto da titolare fisso. Prendere un giocatore di qualità come Pastore sarebbe un’ottima notizia, sia per la Roma che per la Serie A. Mi fido molto delle intuizioni di Di Francesco”.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Nessuno discute Pastore, è un giocatore elegante e bellissimo da vedere, ma sarebbe perfetto in un 4-2-3-1. Faccio fatica a pensare a un centrocampo composto da De Rossi, Cristante e Pastore. Su come la Roma sta costruendo la sua squadra, un minimo di perplessità tattica ce l’ho. La Roma lo reputa un’occasione, ma io sinceramente ho qualche perplessità tattica. Poi starà a Di Francesco trovargli una collocazione in campo. Voi vedere Pastore mezzala nel centrocampo di Di Francesco? Io no. Non si discute il suo valore, ma il problema è la collocazione tattica”.

Riccardo “Galopeira” Angelini (Teleradiostereo-92,7): “Sabato sera mi hanno detto che Roma e Real sono d’accordo sulla cifra ma devono accordarsi sul cash. Non credo che la trattativa possa bloccarsi e la Roma sarebbe felice di incassare questi soldi anche perché se Alisson non partisse gli andrebbe adeguato il contratto. Ho la sensazione che la Roma non sopporti più il modo di fare di Nainggolan. Io terrei Alisson per la crescita che potrebbe dare a questa squadra ma con questa cessione la Roma potrebbe puntare a rinforzare la squadra”.  

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Mattino-104,5): “Pastore tra un anno va in scadenza e questo abbassa le pretese del club. Per lasciare il Psg e assicurarsi un altro contratto importante, Pastore accetterebbe anche di prendere meno di stipendio. Inoltre, il Psg, deve cedere qualcuno per rientrare nei parametri del FPP”. 

Franco Melli (Radio Radio Mattino-104,5): “Bisogna capire come sta Pastore e quanto può essere utile alla Roma. Il limite del giocatore è la resistenza fisica”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino-104,5): “Pastore è un bel profilo, ha già dimostrato il suo valore e potrebbe essere un grande acquisto. Tra lui e Ziyech prendo Pastore. In molti hanno dato Kolarov come migliore in campo ma Miinkovic è stato di un altro livello”. 

Roberto Renga (Radio Radio Mattino-104,5): “Pastore è un giocatore scoperto da Sabatini. E’ un ottimo giocatore, molto tecnico. Credo che la Roma abbia già giocatori in quel ruolo. Sul gol della Svizzera Alisson ha dormito, era nell’area piccola. Non esce e resta sulla linea”. 

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Ma cosa ci fa la Roma con Pastore? Ha Cristante, Pellegrini, Coric… Tutto può succedere, ma non credo sia un acquisto fattibile. Monchi sta cercando di abbassare il monte ingaggi e ora pensa all’argentino dell’Psg?”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Pastore alla Roma? Lascerei perdere, l’argentino è un’incognita, anche nel ruolo. L’argentino poi guadagna molto, da quello che ho capito Monchi sta cercando di abbassare il monte ingaggi”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy