‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “Contro la Samp serve la migliore formazione: la Roma deve dare un segnale”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo 92.7): “Sono d’accordo con la decisione della Premier di chiudere il mercato prima dell’inizio del campionato. Contro la Sampdoria deve giocare la migliore formazione possibile senza fare troppi calcoli. De Rossi sarà sicuramente decisivo nella partita con l’Atletico. Mi contraddico? No, ma è possibile che De Rossi sia tornato dalla Nazionale con qualche energia in meno, quindi sabato potrebbe partire dalla panchina. Ma resto convinto che sabato debba giocare la migliore formazione possibile. Non possono giocare Florenzi o Schick, almeno non dal 1’. Questa è una partita in cui la Roma deve dare un segnale preciso di quello che vuole essere e vuole diventare, non si può né perdere né pareggiare. Sono rimasto molto sorpreso della designazione di Orsato dopo quanto successo in Roma-Inter”.

Andrea Pugliese (Teleradiostereo 92.7): “La trasferta di Genova non è semplice, mentre le 3 gare successive di campionato sono alla portata della Roma. Di queste 4 partite quella che mi preoccupa di più è proprio quella contro la Sampdoria. La squadra di Giampaolo è già strutturata e ha messo dentro due giocatori importanti, ovvero Ramirez e Zapata. Detto questo, la Roma è più forte della Samp, se hai la rabbia dentro la porti a casa. Avrei voluto giocarla subito dopo la sconfitta con l’Inter. La designazione di Orsato non mi piace dopo quello che è successo in Roma-Inter, avrei scelto chiunque ma non lui. Il Perotti visto contro l’Inter è un Perotti in formato maxi. Migliore in campo in assoluto, è stato devastante”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Credo che la Roma sia ancora un po’ un’enigma, bisogna ancora scoprirla, ad oggi è una squadra ibrida. Vedremo la vera Roma soltanto tra un paio di mesi. Non do affatto per scontato che la Roma lotterà per lo scudetto, dico che arriverà tra il terzo e il quarto posto”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “La Sampdoria sembrava essersi indebolita, però Ferrero è fenomenale, non sbaglia una mossa. Sono partiti alla grande. A Marassi sarà una partita insidiosa per la Roma: la squadra di Di Francesco può vincere, però il diluvio potrebbe condizionare il risultato”.

Ivan Zazzaroni (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Io vedo la Roma con un 4-3-1-2: quattro difensori, tre centrocampisti, Nainggolan trequartista e in avanti Schick e Dzeko. In questo modo avresti tutti in campo”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “La Juventus può perdere il campionato solo se implode. Dal punto di vista economico, le altre squadre neanche si avvicinano. Non credo ci sia un tifoso della Roma che punti allo scudetto quest’anno”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Schick non giocherà dall’inizio in Sampdoria-Roma. Poi bisognerà vedere come si metterà la partita perché, se si metterà, Schick resterà in panchina, altrimenti entrerà in campo”.

Federico Nisii (Teleradiostereo 92.7): “Avremmo mai immaginato che anche uno come Strootman potesse riposare in questa Roma? Quello che mi solleva di più della Sampdoria è che ha fatto 6 punti nelle prime due partite giornate: non immagino che vengano a giocare rilassati, però non avranno il coltello tra i denti”.

Piero Torri (Teleradiostereo 92.7): “Della Sampdoria mi preoccupa il fatto che non abbiano nulla da perdere, mentre la Roma sì. La squadra di Di Francesco sarà quella di Bergamo o quella dei 60′ in casa contro l’Inter? Se sarà quella vista per gran parte della partita contro i nerazzurri sarei più tranquillo”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): “Schick ha grandi qualità, l’unico problema è la condizione: non credo che abbia più di un quarto d’ora/mezz’ora di tenuta in campo. Forse è stato il più grande acquisto del mercato italiano, per l’interesse che c’è stato nei suoi confronti da parte dell big di Serie A”. 

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini (Teleradiostereo 92.7): “Ieri Schick in allenamento ha fatto un gol che ha strappato gli applausi anche delle persone che passavano con la macchina davanti al Fulvio Bernardini. Per la formazione è ancora presto, siamo a giovedì e mancano gli allenamenti di oggi e domani per decidere le varie mosse per la Sampdoria”.

Ubaldo Righetti (Teleradiostereo 92.7): “Non credo che Di Francesco sarà costretto a mettere un adattato a destra: a Trigoria stanno lavorando per recuperare Bruno Peres e non è esclusa l’ipotesi Florenzi. L’Importante è non mettere in campo troppe situazioni del genere”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino 104.5): “La partita più insidiosa per le ambizioni giallorosse è sicuramente Sampdoria-Roma. Vedo una partita difficile, ma se è vero tutto quello che è stato detto durante l’estate, la squadra di Eusebio Di Francesco dovrebbe vincere. Ricordiamoci dei 70 minuti contro l’Inter in cui ha fatto bene”. 

Furio Focolari (Radio Radio Mattino 104.5): “La grande sorpresa sarebbe se la Roma non riuscisse a fare risultato. La squadra di Di Francesco non può permettersi di perdere altri punti. I giallorossi andranno a Genova con il piglio giusto, pensando all’ora giocata bene contro l’Inter”. 

Roberto Renga (Radio Radio Mattino 104.5): “Quando piove Genova è una città sfortunata, il Marassi si allaga subito. La Roma deve vincere, aspettando due grandi innesti come Schick e Karsdorp. La Sampdoria ha due buoni acquisti come Zapata e Strinic”. 

Nando Orsi (Radio Radio Mattino 104,5): “Io capisco che c’è l’Atletico martedì, ma sabato con la Sampdoria la Roma non può sbagliare. Io starei attento a fare un turnover esagerato. Florenzi? Deve entrare in campo con la sicurezza mentale di aver superato i due infortuni. C’è da andare con cautela sul suo rientro”

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino 104,5): “La partita della Roma a Marassi è una delle due più importanti del prossimo turno perché servirà a capire la vera sostanza della squadra di Di Francesco. E’ una questione di risultati, di gioco e anche di capire in quale posizione far giocare Schick. La rosa della Roma è certamente all’altezza delle grandi squadre”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino 104,5): “Kolarov è stato il colpo di mercato della Roma, in attesa di vedere quanto e dove giocherà Schick. Non capisco perché il City lo abbia lasciato andar via. La Roma ha avuto l’inizio del calendario molto difficile”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino 104,5): “C’è Kolarov ma anche Schick come grande acquisto della Roma. Poi stanno ritornando anche Florenzi e Karsdorp. Secondo me la Roma al completo è più forte dell’anno scorso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy