‘RADIO PENSIERI’, D’UBALDO: “Non critico Fonseca: Zaniolo dev’essere aiutato a maturare”

‘RADIO PENSIERI’, D’UBALDO: “Non critico Fonseca: Zaniolo dev’essere aiutato a maturare”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Non è facile trovare oggi un’identità con tutte le proprietà americane, cinesi… L’hanno conservata in due o tre, la Juve, la Lazio e il Napoli, le altre società storiche nostre faticano. La Fiorentina è in mano a un italo-americano juventino, il Bologna a un italo-canadese. Sarà quasi impossibile per la Roma trovare un’identità simile ai Viola e ai Sensi, ma con Friedkin può tornare fiducia anche nella tifoseria. Zaniolo e Dzeko piacciono alla Juve, è una situazione che sotto traccia rimane possibile anche se non semplice. Più probabile la trattativa con l’Inter, a Conte piace tanto”.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “I segnali che arrivano sono quelli di una trattativa mai interrotta tra Friedkin e Pallotta, con nuovi contatti tra i legali. Credo che Friedkin stia seguendo la questione stadio. So che sono ripresi anche i contatti con Vitek, questo porta verso una riformulazione dell’offerta. Pallotta tiene in vita la Roma ma la società è in una fase di transizione, il mercato è affidato alla regia lontana di Baldini e la prospettiva è quella di un pesante ridimensionamento. Fonseca ha mostrato flessibilità passando alla difesa a tre e i risultati gli hanno dato ragione: non si è vista una Roma esaltante ma ha ritrovato solidità difensiva e ha sfruttato le qualità di Mkhitaryan e Pellegrini. La controprova sarà la partita contro l’Inter. Zaniolo un potenziale campione, ma deve essere aiutato a maturare: non è un caso che i rimproveri anche di Fonseca siano arrivati pubblicamente”.

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “L’Inter ha la Roma come prova per mettere preoccupazione alla Juventus. Sta preparando la vendetta del 2002, è ciò che stanno sperando i tifosi: arrivare all’ultima giornata e portare via lo scudetto. Una volta per tutte la Roma deve ritrovare la vecchia identità dei Sensi e dei Viola e non di presidenti che vengono a speculare. Zero possibilità per me che Dzeko e Zaniolo vadano alla Juve”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Juve-Lazio certificherà lo scudetto, è più difficile la partita dell’Inter con la Roma”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “La Roma è stata costruita male, numericamente parlando. Ci sono una decina di giocatori che il club ha già cercato di vendere. Bisogna acquistare in base al modulo con cui si dovrà giocare e non il contrario. Domani partita imprevedibile: mi aspetto una difesa con Smalling, Ibanez e Mancini. Spinazzola per me è in vantaggio su Kolarov sulla fascia sinistra. A destra c’è un solo titolare: Bruno Peres. Se la Roma ha azzeccato Ibanez ha fatto un bel colpetto, l’unico lasciato in eredità da Petrachi. E’ il prototipo che la Roma deve comprare”. 

Stefano Petrucci (Teleradiostereo – 92,7): “Milik non può diventare Dzeko, sono giocatori troppo diversi. Non amo questa difesa a tre”. 

Piero Torri (Teleradiostereo – 92,7): “Rinuncerei a Dzeko per Milik. Su Ibanez c’era anche Walter Sabatini, sintomo delle qualità del ragazzo”.

Fernando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Il problema della Roma non è tanto come ha giocato in questa stagione quanto il fatto di non essere mai stata in corsa per nulla. Non ha mai avuto continuità di rendimento e di risultati. Se la Roma batte l’Inter ma non va in Europa League della vittoria non si ricorderà nessuno: deve seguire soltanto l’obiettivo”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Come si può dire che la Roma è andata bene? Si può dire che è andata sostanzialmente male. Se l’Inter battesse la Roma sarebbe uno dei rari squilli di questa squadra in stagione. La Roma ha determinato più compatimento che emozioni. Fonseca ha fatto bene a riprendere Zaniolo: non c’è niente di peggio di un talento che si butta via”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Non è sicuro che l’Inter vinca a Roma: molto più probabile un pareggio. Nessuno pensava un ritardo della Roma di 20 punti dal quarto posto. La Roma ha vinto queste ultime tre partite grazie ad evidenti errori arbitrali. La Roma come prestazioni sta comunque giocando meglio. Se la Roma dovesse battere l’Inter sarebbe una continuità di risultati sorprendente: ci credo poco però. Fonseca sta facendo di tutto per migliorare Zaniolo: si deve dare una calmata”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “L’Inter dovrà battere la Roma se vuole credere ancora allo scudetto ma non è un esercizio facile. La Roma può salvare la stagione solo se va in finale di Europa League e la vince, altrimenti sarebbe disastrosa. E’ stata imbarazzante, ad una distanza siderale dal quarto posto Champions. Zaniolo messo alla gogna in queste settimane per cose non troppo importanti: penso ci sia invidia da parte di qualche giocatore in squadra”. 

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Quella vista dopo la sconfitta con il Napoli mi è sembrata una Roma più in salute, e credo che sarà un impegno difficile per l’Inter che ha vinto ma non convinto. Il caso Zaniolo? Secondo me è una cosa che nel calcio ci può stare e credo che sia già rientrato. Lui è davvero forte, la squadra gli va costruita attorno. La Roma ha l’occasione di battere una squadra che gli sta davanti: non gli è mai successo prima. Fonseca sta portando avanti un’idea e i giocatori lo stanno seguendo”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma ha vinto contro un Verona che non è più quello che ha esaltato tutti mesi fa, così come l’inter ha battuto una Spal ormai in disarmo Io credo che la vera Roma è una via di mezzo tra quella che ha vinto nelle ultime tre e quella che aveva perso con Samp e Napoli. La vita di Zaniolo corre veloce come lui in campo, ha fatto bene Fonseca a dire quelle cose. Roma-Inter? Prevedo un pareggio”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy