Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, BALZANI: “Il mercato di gennaio è un grosso banco di prova”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralitàdistazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Mario Sconcerti (Tele Radio Stereo 92.7): “Senza Spinazzola l’Italia è tornata una squadra normale e nessuno pone rimedio alle lacune create dall’assenza dell’esterno giallorosso. Credo chela società abbia tutta l’intenzione di aiutare Mourinho, soprattutto perché sono in una situazione che non gradiscono. Dovrà essere un mercato creativo per nomi e modalità di pagamento".

Piero Torri (Teleradiostereo 92,7): "Su Pellegrini mi sento di dire che problemi alla cartilagine mi preoccupano. Questi infortuni sono quelli che non hanno fatto esplodere Aquilani. Il giocatore meriterebbe di riposare ancora. Col Genoa bisogna vincere. E poi mi chiedo che fine abbia fatto Smalling. Se l'obiettivo è il quarto posto, diventa complicato".

Federico Nisii (Teleradiostereo 92,7) :"Gli affari di gennaio si fanno ora. Temo un ritardo o una indecisione, che avrebbe come effetto collaterale di innervosire Mourinho. Agosto è stato il mese del mercato di reazione, ma il prossimo mercato bisogna arrivarci nel migliore modo possibile. Ci dovranno essere delle risposte che dovranno chiarire qual è la dimensione della Roma di Friedkin e di Tiago Pinto".

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101,5): “Pinto per me sta andando male. Zakaria a me piace, ma se hai difficoltà ad andare su di lui, fatico a pensare che puoi puntare più in alto. Non credo che Vina l’abbia scelto Mourinho come prima scelta. Se a Mourinho non viene fatto un mercato con le sue aspettative, qualche domanda se la farà. Questo mercato qui è un grosso banco di prova. Se non arrivano giocatori è colpa di Friedkin che non mettono i soldi ma anche di Pinto che non ha idee. E’ da tempo che diciamo che la Roma ha bisogno di un altro dirigente. Sul futuro ho ancora speranza, anche perché Mourinho ha firmato per 3 anni".

Ugo Trani (Centro Suono Sport - 101.5): “Sono convinto che non è Pinto ad incidere sul mercato della Roma. I giocatori arrivati non sono frutto né del lavoro di Pinto né di Mourinho. Spero che a gennaio sia Pinto a scegliere. Tra l’altro spero che alcuni giocatori ce l’abbia già in mano. La Roma non ha mollato Zakaria, ma è il giocatore che non viene. Per ma il piano A è Xhaka con cui puoi fare una trattativa. Zakaria è a fine contratto per cui è lui che sceglie dove andare. Witsel si può prendere. La Juve non prende Witsel perché Zakaria è più giovane".

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92,7): "Zakaria è molto difficile, quasi impossibile. Ci sono altre squadra e la Roma non è la favorita. Per Dalot il problema è rappresentato dal Manchester United: i giallorossi non lo vogliono comprare e i Red Devils cercano prima un sostituto. L'affare è ritenuto molto difficile".

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino 104,5) : "Genoa-Roma? I giallorossi non vincono le grandi, dovessero cominciare a non vincere anche con le piccole sarebbero problemi. Mourinho sarà sempre innocente, ma io qualche dubbio ce l'ho".

Furio Focolari (Radio Radio Mattino 104,5) : "Quella con il Genoa non sarà una partita facile per la Roma, costretta a vincere. Stanno venendo fuori un po' di limiti. I rossoblù a Marassi riescono ad esaltarsi".

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino 104,5) : "Shevchenko al Genoa è quasi un salto nel buio e la nuova proprietà deve fare un mercato intelligente a gennaio. Per la Roma le chiacchiere stanno a zero, a Genova deve invertire la rotta e tornare a casa con tre punti. Troppe le cinque sconfitte su dodici partite".