‘RADIO PENSIERI, VOCALELLI: “Forse Zaniolo suscita qualche gelosia nel gruppo”

‘RADIO PENSIERI, VOCALELLI: “Forse Zaniolo suscita qualche gelosia nel gruppo”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Piero Torri (Tele Radio Stereo – 92,7): “Ho visto una Roma in crescita nelle ultime partite, ma nello specifico ieri volevo una risposta dai singoli. Ho rivisto Smalling, Mancini ormai è una garanzia e con Ibanez potrebbero formare un terzetto difensivo confortante. Mi ha preoccupato la prestazione di Pau Lopez, che sta attraversando una fase di ‘sfasamento intellettuale’, non mi ha dato buone impressioni insomma ma spero che riacquisti la sua serenità. Diawara sta crescendo come dinamismo e cerca sempre la giocata, Carles Perez va a lampi e dovrebbe utilizzare di più il suo bellissimo tiro. Il gol di Zaniolo infine è la chiusura di un cerchio“.

Federico Nisii (Tele Radio Stereo – 92,7): “Spero vivamente che contro la Fiorentina Zaniolo possa partire dal primo minuto, anche perché il Milan dovrebbe fare risultato contro l’Atalanta. Lorenzo Pellegrini ancora non lo vedo brillantissimo, quindi potrebbe anche riposare“.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “E’ chiaro che Zaniolo va fatto crescere da un punto di vista comportamentale e la società deve accompagnarlo in questo percorso di crescita. Soprattutto va trattenuto e non mandato via. Bisogna trovare una persona che sappia indirizzarlo come è successo a Totti nella sua carriera. Su Pellegrini invece mi chiedo come farlo giocare nel 3-4-2-1 insieme a Zaniolo, Mkhitaryan e Dzeko. O lo arretri nei quattro di centrocampo o con la condizione attuale sta in panchina“.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “In una squadra come la Roma bisogna che giochino i migliori e, soprattutto, è importante formare un gruppo di 16-17 giocatori forti che possano ruotare all’occorrenza. Non so se questa scelta della difesa a tre possa essere riproposta anche in futuro. Per esempio non vedo Kolarov difensore, perché ogni pallone nella sua zona è un pericolo. A meno che dietro non ci sia qualcosa di sospetto, Zaniolo è finito nell’occhio del ciclone immeritatamente. E’ stata la Roma a creare intorno al ragazzo un clima ostile. Forse suscita qualche gelosia di troppo“.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Il gol di Zaniolo è stata una perla da cineteca. Mi ha ricordato l’azione contro la Juve in cui si è fatto male. Ritengo che il problema che si è creato è un problema che esiste e la Roma farebbe bene a risolverlo. E’ un patrimonio del calcio romano e della Nazionale. Questo grande gol non cambia di una virgola quello che è successo“.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Più vedo Zaniolo più mi ricorda Bale. Per corsa, per tiro, per strapotere fisico. Pellegrini non sta giocando nel suo ruolo, nasce come intermedio di centrocampo. In questo modulo lo vedrei benissimo vicino a Veretout. L’unico neo della partita di ieri è il portiere. Sta dimostrando di non valere i soldi per cui la Roma lo ha comprato. Fonseca attualmente sta gestendo troppe cose, per sopperire alla mancanza della società“.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport – 101,5): “Bene Fonseca, che ha trovato il modulo estivo ma non so se sarà quello del futuro. Mi è piaciuto molto Carles Perez. Contro la Spal bastava poco, dietro bisogna aggiustare qualcosa o col Siviglia saranno guai. Non dobbiamo festeggiare per un quinto posto. La valutazione di Pau Lopez è una esagerazione che la Roma si porterà dietro. Tra lui e Olsen non c’è tutta questa differenza, per questo forse Mirante sarebbe la scelta giusta, è un portiere che non mi fa impazzire ma al momento può essere una buona soluzioni. Se Zaniolo dovesse essere venduto avverrà nell’ultima settimana utile, ma sono ottimista sulla sua permanenza e credo che resterà“.

Antonio Felici (Centro Suono Sport – 101,5): “Il modulo ha dato un’ottima quadratura, però si prendono ancora troppi gol. Soprattutto dalla parte di Kolarov, che ha sul groppone la rete di ieri. Fino al lockdown Pau Lopez aveva fatto buone prestazioni, niente di eccelso. Da quando il calcio è tornato le prestazioni non sono sufficienti. Hai speso 24 milioni per un portiere che si sta avviando a diventare un flop. La situazione ora è complicata: chi ti da adesso quei soldi per rientrare dell’investimento? Mentre non credo che Kluivert possa diventare un giocatore di calcio, su Under non mi sono rassegnato. Non lo sacrificherei“.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “Spero che i due giorni di pausa concessi da Fonseca non portino a un calo di concentrazione. Vincendo con Fiorentina e Torino secondo me il quinto posto è in cassaforte. In questo campionato la Roma poteva stare tra le prime quattro. La Roma non ha nulla in meno di Atalanta, Lazio e Inter”.

Claudio Moroni (Radio Roma Capitale – 93 fm): “Questa Roma è una cosa seria, che può giocare a testa alta con qualsiasi squadra. Se rimane Pallotta, speriamo di no, si può fare un mercato al risparmio acquistando un buon laterale sinistro e un vice Dzeko. Se arriva il nuovo proprietario, come tutti ci auguriamo, allora si può buttare giù una squadra molto concorrenziale che può competere con le prime quattro”.

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino – 104,5): “Zaniolo ha qualche atteggiamento da migliorare sicuramente, ma in campo è fenomenale. Un po’ mi ha ricordato Ronaldo il brasiliano. La Roma fa sapere che non lo vuole vendere, ma la possibilità che parta esiste”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Zaniolo in campo è indiscutibile. Ma proprio per questo vorrei che qualcuno mi spieghi cosa è successo nella Roma. La prima domanda che andava fatta a Fonseca doveva essere questa. La squadra sta bene e può sicuramente ancora migliorare”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Con quel gol Zaniolo mi ha ricordato Mazzola. Deve sicuramente migliorare, ma è un campione. All’infortunio non ci credo, c’è stato un problema ma queste cose si superano. Giocando da esterno si limita”. 

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La nuova maglia della Roma mi piace, così come quelle di quest’anno. Da quello che vedo io mi sembra di capre che Zaniolo sia intenzionato a rimanere a Roma. Il nuovo sistema di gioco dà più certezze a molti giocatori, ma non capisco dove potrà giocare Pellegrini che sta provando ad essere importante per la squadra, ma non lo è ancora. Queste partite devono servire per arrivare bene in forma alla sfida contro il Siviglia”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Sono stato contento per Zaniolo perché la stessa azione che ha fatto nel gol meraviglioso di ieri l’aveva fatta quando si era infortunato. Spero che potrà essere un punto di riferimento della Roma del prossimo anno. Lo sarà?”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104,5): “Bella la nuova maglia vintage della Roma. Zaniolo deve uscire allo scoperto e dire se vuole restare o meno non solo con i post sui social. Ci vuole una bella intervista. La Roma, altrettanto apertamente, deve dire che intenzioni ha sul mercato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy