‘RADIO PENSIERI’, FELICI: “Fonseca l’unico a volere veramente la panchina della Roma”

‘RADIO PENSIERI’, FELICI: “Fonseca l’unico a volere veramente la panchina della Roma”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Checco Oddo Casano (Centro Suono Sport – 101,5): “Fonseca ha sposato la Roma, in un momento delicatissimo e caotico: onore a questo tecnico che al contrario di altri ha voluto fortemente la società giallorossa, rinunciando anche a dei soldi. Ora bisogna fare la Roma, in fretta, visto che si giocheranno i preliminari d’Europa League tra 45 giorni. Bisogna accelerare sul fronte Petrachi e soprattutto sistemare alcuni rinnovi di contratto: le situazioni di El Shaarawy e Zaniolo si stanno complicando e bisogna sbrigarsi per evitare brutte sorprese. Non condivido chi in assoluto parla di eccessivo rischio nella scelta di un tecnico straniero: nessuno oggi può battezzare già come quasi fallita l’esperienza di Fonseca nella capitale. Mi auguro che Petrachi gli costruisca una squadra funzionale, evitando come la peste la fenomenite del suo predecessore…”

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Credo che Fonseca sia un eccellente allenatore. Arriva a Roma come terza scelta, ma di fatto non lo è. E’ un tecnico internazionale e di prima fila. Ora bisognerà capire che tipo di squadra gli metteranno a disposizione. Poi secondo me il prossimo anno si concorrerà per un solo posto in Champions, gli altri tre sono già presi da Juventus, Napoli e Inter. La Roma immagino concorrerà per quel posto rimasto, ma mi sembra poco come obiettivo”.

Ivan Zazzaroni (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Il discorso Manolas-Juve è improponibile perché il greco non piace ai bianconeri. Kolarov percepisce 3,5 milioni a stagione e non sarà facile trovargli un’altra squadra. Fonseca è un buon allenatore, ma gli devi servire una bella squadra. A oggi non sono fiducioso per un futuro accesso in Champions della Roma, ma resta un giudizio parziale. Il club giallorosso, per ora, resta un progetto.”

Antonio Felici (Centro Suono Sport – Te La Do Io Tokyo – 101,5): “Da un punto di vista tattico può anche intrigare il calcio di Fonseca, ma spero vengano incontro alle esigenze dell’allenatore. Mi auguro che a Trigoria abbiano capito questo. Il nome di Fonseca non mi suscita entusiasmo, ma sicuramente merita tempo. Di più rispetto a quelli che erano stati gli altri nomi accostati alla panchina giallorossa anche perché è stato l’unico a volere veramente la Roma”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport – Te La Do Io Tokyo – 101,5): “La trattativa per Fonseca è chiusa, si attende solo l’arrivo nella Capitale. Questo allenatore viene da un mondo totalmente diverso e credo non vedesse l’ora di arrivare in un campionato come quello italiano. Per lui è l’occasione della vita, per la Roma è l’ennesima scommessa. Speriamo venga ascoltato per il mercato a differenza di come è successo con i suoi predecessori. Gli servirà il massimo sostegno perché arriva qui dopo l’addio di De Rossi e le probabili cessioni Dzeko e Manolas. Se poi le alternative sono Pinamonti e Lyanco non gli si può chiedere pronti via di arrivare in Champions League”.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Manolas è un pupillo di Sarri. Se il tecnico arriverà alla Juve l’affare può concretizzarsi. Petrachi rischia di essere deferito, se Cairo deciderà di rivolgersi alla procura. Il rinnovo di Zaniolo sarà la priorità del ds. Dzeko è d’accordo con l’Inter, la Roma vuole un giocatore che può essere Radu o Pinamonti. Stadio? Potrebbe prendere piede la soluzione Fiumicino”.

Xavier Jacobelli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Tra Petrachi e il Torino non sarà un divorzio consensuale. Non è escluso che Cairo si rivolga alla Giustizia Sportiva. Non libererà il ds senza prima essere arrivati a un confronto personale. C’è alta conflittualità, è diventata una questione di principio”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “Mi risulta che ormai la Juventus abbia già preso Manolas. Il difensore ha offerte anche dalla Premier, ma decide Raiola. La Roma pensa a Bonifazi come sostituto del greco. E’ un momento un po’ particolare della Roma. I tifosi protestano perché il club ha messo nel filmato degli abbonamenti De Rossi, Totti e Manolas… Dalla Roma mi aspetto tante cessioni e tanti acquisti. Quello che ha fatto Petrachi con il Torino è gravissimo, in ogni altro tipo di azienda sarebbe sanzionato pesantemente”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma è in uno stato di immobilismo che fa paura. Tra poco potrebbe già tornare in campo per i preliminari di Europa League e ancora non c’è l’ufficialità dell’allenatore e del direttore sportivo. Assurdo…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy