‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “De Rossi è fondamentale in questo momento della stagione”

‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “De Rossi è fondamentale in questo momento della stagione”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Giancarlo Dotto (Tele Radio Stereo – 92,7): “De Rossi è stato fantastico in questa ripartenza della Roma, soprattutto come sappiamo nel rapporto tra i compagni. All’interno di uno sport di squadra, come è il calcio, una personalità del genere è fondamentale. E tale lo sara ancora nel match con l’Udinese. I friulani vengono da un buon periodo: di loro mi preoccupa Pussetto, anche se non sta molto bene, e Musso, un portiere giovane che sta facendo una stagione ottima“.

Fabio Petruzzi (Centro Suono Sport – 101,5): “Con l’Udinese gara delicatissima: Ranieri ha ragione quando sostiene che i giallorossi dovranno stare attentissimi a non cadere nella trappola dei friulani, che verranno qui affamati di punti: ho giocato a Brescia e Bologna, so cosa vuol dire giocarsi la vita nelle ultime partite di campionato, nessuno ti regala niente. La Roma deve sfruttare l’entusiasmo ritrovato dopo la vittoria di Genova. Conte? Magari venisse, sarebbe la svolta della Roma”

Checco Oddo Casano (Centro Suono Sport – 101,5): “La Roma ha un solo risultato domani e considerato lo storico dei giallorossi in questa stagione, questo aspetto mi preoccupa. Mi confortano le parole di Ranieri che conosce benissimo le insidie di questa partita. Conte? Due sono le certezze: vuole tornare in Italia e la Roma ci sta provando, poi da qui a dire che sarà lui l’allenatore giallorosso ce ne passa… è difficile ma non impossibile. Senza certezze sullo stadio, a livello di assetto proprietario nella Roma non credo cambierà nulla: il tanto atteso sì alla costruzione del nuovo impianto potrebbe essere il volano giusto per spingere Pallotta a vendere la Roma o cercare nuovi investitori di primo livello”

Max Leggeri (Centro Suono Sport – 101,5): “Mi sembra di leggere che sulla situazione degli arabi anche i più scettici stanno cambiando idea: le informazioni sull’interesse del Qatar sono chiari ed evidenti, al netto della normale smentita di Pallotta: questi signori arabi vogliono la Roma, stanno valutando l’investimento. Ad oggi nessuno sa se alla fine questo fondo acquisterà la Roma, ma sostenere che non ci sia nulla è abbastanza ridicolo. Roma-Udinese decisiva per la Champions, mi fido di Ranieri e della sua capacità di compattare il gruppo…”

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “C’è un interesse da parte del Qatar a entrare nel calcio italiano. Roma e Milan sono le due società più attenzionate e i giallorossi avendo la Qatar come main sponsor  avrebbero un vantaggio notevole. Pallotta in questo momento non ha intenzione di trattare la cessione del club perché è concentrato sulla definizione del progetto stadio. Chiaramente con la posa della prima pietra la Roma avrebbe un altro valore”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Consolante sapere che se Pallotta dovesse decidere di andare via c’è comunque qualcuno, seppur straniero, interessato alla Roma. Poi chiaramente finché non si sblocca la situazione stadio non ci saranno passi in avanti per chi vende e o compra.”

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Ormai resta da capire solo le questioni d’interesse. Chi tra Pallotta e Qatar può far meglio per il club? Se seguendo un discorso logico arriviamo a dire che gli sceicchi costruirebbero una Roma più forte allora ben vengano. Stadio? Il punto è capire se tutte le persone che sono state indagate o messe ai domiciliari siano, anche solo di riflesso, invischiate con quest’operazione edilizia. Roma-Udinese? E’ decisiva per andare in Champions. Se i giallorossi vincono, poi anche dovessero perdere con l’Inter avrebbero le ultime 5 partite in cui fare tanti punti. Con la Sampdoria ho visto una squadra che mi è piaciuta abbastanza.”

Francesco Balzani (Centro Suono Sport – Te La Do Io Tokyo – 101,5): “Sulla carta il prossimo è un turno di campionato favorevole alla Roma che deve vincere assolutamente con l’Udinese. Se la Lazio dovesse battere il Milan diventerebbe un pericolo in chiave Champions. Problema offensivo? E’ sempre stato minore rispetto a quello difensivo. La squadra di Ranieri è sempre andata a segno. Con la Samp qualcosa di propositivo lo abbiamo visto. Mi aspetto una gara simile a quella con l’Empoli, una gara di sofferenza. Attaccherà, ma senza andare all’arma bianca. Ieri comunque ho visto un Ranieri un po’ preoccupato. Attenzione, però, non vorrei che avesse percepito un eccessivo rilassamento dei calciatori”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma ha tentato Antonio Conte e continuerà a farlo, ma lui ha altre mire. Con Campos ci sarà meno spazio per Totti”

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma ha una partita complicata domani, ma deve dimostrare continuità nei risultati ed ha la grande possibilità di mettere la testa davanti alle altre in questa corsa al quarto posto. La presenza di De Rossi è importantissima, anche se questi giovani prima o poi dovranno essere in grado di andar avanti da soli. Spero che chi arriverà al posto di Monchi saprà capire quali giocatori sono adatti al campionato italiano, che piazza trova e che tipo di tifoseria c’è da queste parti”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma o chi per lei arriverà al quarto posto, comunque avrà fatto un brutto campionato. Per assurdo un eventuale passo falso domani delle romane ti dà ancora delle possibilità, perché le altre inciampano sempre. La Roma domani deve vincere per dare continuità a quanto è riuscita a fare a Marassi, altrimenti quei tre punti non servono a niente. De Rossi è l’anima di questa Roma, bravo tecnicamente ma è anche uno che aggrega la squadra. Nzonzi non è stato in grado di dare lo stesso apporto. Alla Roma serve un direttore sportivo italiano, Campos è sullo stile Monchi e questo non va bene. Roma-Udinese? 1”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy