‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “Conte è ciò che serve alla Roma, farebbe bene ovunque”

‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “Conte è ciò che serve alla Roma, farebbe bene ovunque”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo – 92.7): “Il Genoa va temuto e il risultato di ieri dell’Udinese non ci aiuta. Se l’Empoli fa punti allora anche i rossoblu saranno assatanati. La Roma, in più, perde Kluivert. La gara di domenica secondo me rimane l’ultimo vero ostacolo per la corsa Champions. Conte? Mi ricorda l’approccio del Napoli con Ancelotti. L’ex Chelsea racchiude tutte le doti che servono alla Roma in questo momento. Sa parlare alla squadra, ha vinto, è un guerriero che riesce a mischiarsi anche nelle cose più brutali del campo. E’ uno in grado di far bene in ogni latitudine del mondo”. 

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Conte è sicuramente un grande allenatore, ma per vincere anche con lui servono i grandi giocatori in campo. Se dovesse venire qui per valorizzare talenti come Kluivert, Pellegrini, Zaniolo ed altri, allora sarebbe un passo indietro nella sua carriera. Zaniolo? La botta di notorietà lo ha fatto un pochino cambiare. È un talento cristallino, ma le richieste dell’entourage sono andate un pochino oltre. Totti ha fatto l’uomo della società, le sue parole non sono da prendere alla lettera ma era più un messaggio all’agente. Se la Roma non dovesse arrivare in Champions potrebbe venderlo, altrimenti non credo. Ad ora non penso sia un calciatore che merita un ingaggio da 3 milioni a stagione. Non mi piace questo braccio di ferro tra l’agente e la società, e poi c’è anche un problema di atteggiamento. Deve un pochino rientrare nei ranghi”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Corsa Champions? L’Atalanta è favorita, le do il 45% delle chance di arrivare quarta. Alla Roma invece do il 40%. Credo che Sarri sarebbe una buona alternativa a Conte, è un allenatore affascinante. Prendere l’ex Napoli sarebbe comunque un salto di qualità. Conte mi deluderebbe tantissimo se, come Ancelotti, accettasse una squadra che poi arriva a 30 punti dalla Juve capolista. Zaniolo negli ultimi due mesi è calato nettamente”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Se c’è un allenatore che valorizza al meglio i giocatori che ha, questo è Antonio Conte. È un errore dire che sarebbe inutile se arrivasse qui con questa squadra, sarebbe comunque un salto di qualità. Zaniolo è un caso che non esiste”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Corsa Champions? Non so cosa succederà, ma sicuramente l’Atalanta è la squadra che meriterebbe di più il quarto posto. Continuo comunque a pensare che la favorita sia la Roma visto il calendario. Conte è un vincente, scatena un entusiasmo sicuramente superiore a Sarri. Zaniolo si deve ricordare che ha ancora un contratto di quattro anni con la Roma, non può mettere il club con le spalle al muro. La Roma ha il diritto di fare le cose con calma, di rifletterci su e poi di valutare”.

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Conte è la prima scelta della Roma, e credo che i giallorossi lo aspetteranno ancora. Conte è un tecnico che fa sognare, Sarri fa… tremare. È un tecnico con un carattere particolare, non è semplice. Al mondo non esiste un tecnico che come Conte rappresenti un plusvalore per la sua squadra. Nella sua prima Juve ha costruito una squadra vincente dove di vincente non c’era niente. Pensate anche a quello che ha fatto in Nazionale. Ancelotti è un grandissimo allenatore, ma non aggiunge alla squadra quello che aggiunge Conte. Lui spera ancora nella Juve, e poi c’è anche la situazione Inter da valutare”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Con Conte metti le basi per andare a vincere da qui a 3 anni. La Roma ha cominciato a parlare con Conte quando ancora era lontana dalla Champions, e lui non aveva detto no. Secondo me Conte è anche affascinato dal progetto”.

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Se io fossi il ds della Roma, chiamerei Vigorelli e Zaniolo in sede e metterei sotto i loro occhi quanto guadagnava Totti all’età di Zaniolo. Non credo che guadagnasse un miliardo e mezzo, ovvero l’equivalente di quanto guadagna Zaniolo oggi. Quando Totti aveva 19 anni, i suoi compagni guadagnavano molto di più. Sicuramente Zaniolo può guadagnare più dei 700mila euro attuali, ma non può chiedere 4 milioni”.

Max Leggeri (Centro Suono Sport 101.5): “Chiunque abbia scritto o detto che oggi Conte sia ad un passo dalla firma con la Roma, non ha scritto o detto il vero: la società giallorossa ha fatto tutto quello che doveva per provare a convincere il tecnico salentino, ma lo stesso non ha ancora dato una risposta definitiva. La Roma è in attesa della fumata bianca, Conte non ha ancora sciolto le sue riserve e probabilmente la situazione si dipanerà quando la Juve deciderà a chi affidare la panchina nella prossima stagione. Se Tuchel resta al Psg, se Allegri – come credo – alla fine resterà alla Juve, a quel punto l’Inter terrà Spalletti e Conte sarà il nuovo tecnico della Roma”.

Checco Oddo Casano (Centro Suono Sport 101.5): “La Roma non ha ancora ottenuto la risposta positiva di Conte, ma credo che i tempi siano quasi maturi per arrivare ad una decisione: entro questa settimana il quadro sarà più chiaro, le parti sono al lavoro, i contatti sono quotidiani, ma credo e quindi temo che tutto dipenda dalla scelta di Allegri e della Juve: se i bianconeri proseguiranno con Allegri, allora la strada per Conte alla Roma sarebbe quasi del tutto spianata. La Roma sta facendo di tutto per costituire un organigramma tecnico e dirigenziale che per Conte rappresenti un habitat perfetto per lavorare”

Fabio Petruzzi (Centro Suono Sport 101.5): “Sono convinto che Conte arriverà a Roma. Sicuramente per convincerlo gli hanno proposto una campagna acquisti di livello, magari qualche cessione ci sarà lo stesso, ma i big resteranno. Allegri rimarrà alla Juventus, Spalletti resterà all’Inter e la Roma sono convinto prenderà Conte. Guardiola? Rimane al City almeno un’altra stagione perchè vuole vincere la Champions League”

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Conte, come ho già detto, porterebbe alla Roma una dittatura tecnica che serve, ma ci vorrà comunque un mercato di un certo tipo. Con questa rosa nemmeno lui andrebbe lontano”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Andare a Genova e poi ricevere la Juve non è un calendario facile per la Roma. Con Ranieri Zaniolo non ha la stessa considerazione che aveva con Di Francesco. Spesso il centrocampista è finito in panchina per scelta tecnica. Se domenica l’Empoli batte la Fiorentina, Genoa-Roma sarà una sfida all’ultimo sangue. Bisognerebbe giocare in contemporaneità”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Giocherà ancora Pastore o no? Per il resto mi sembra che la squadra ci sia. Con Zaniolo non è successo nulla. Da quello che so io, l’entourage sta ancora aspettando e si è allarmato per l’attesa da parte della società”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Per me l’Atalanta è favorita al quarto posto. Penso che se Ranieri raggiunge il quarto posto sarà lui l’allenatore dei giallorossi nel prossimo anno. La Roma stava messa molto male”.

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino – 104,5): “Ranieri sta rilanciando Pastore e nello stesso tempo sta distogliendo le attenzioni delle grandi squadre da Zaniolo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy