‘RADIO PENSIERI’, GIANNINI: “Ranieri è l’unica e reale alternativa a Conte”

‘RADIO PENSIERI’, GIANNINI: “Ranieri è l’unica e reale alternativa a Conte”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo 92,7): “Cragno ha fatto una parata mostruosa, l’ho vista più volte perché non riuscivo a capacitarmi: senza di lui sarebbe stato sei o sette a zero. Ranieri ha detto parole semplici, ai giornalisti come ai calciatori. Il talento di Pastore è intatto, ma senza opposizione. Quelle dichiarazioni su Di Francesco non ci stavano, sarebbe stato meglio il silenzio. Non esulterei molto per il quarto posto, che alla Roma spetta almeno per la qualità della rosa. E poi che scempio delle altre…”.

Max Leggeri (Centro Suono Sport 101.5): “Antonio Conte è in trattativa con la Roma, di cosa altro vogliamo parlare? Siamo in attesa della sua scelta professionale, che mi auguro sia a tinte giallorosse. Ranieri, confrontandosi con Francesco Totti e Guido Fienga, non solo pubblicamente, ma anche privatamente, ha espresso il suo totale gradimento sull’opzione Conte. Alla luce degli ultimi risultati, di una Roma in crescita, mi chiedo: se poi non dovesse arrivare Antonio Conte, quale dovrebbe essere il piano B? A mio giudizio c’è un solo nome: Claudio Ranieri. Non vorrei che la giustificata ma eccessiva euforia che c’è in città per l’ipotesi Conte, possa portare a disprezzare l’operato di Ranieri. Le dichiarazioni di Totti su Conte sono importanti, lasciano pensare che la Roma stia utilizzando tutti gli strumenti che ha per convincerlo ad accettare. Pastore? Ha la cattiveria di un criceto addormentato, ha giocato bene col Cagliari, contro una squadra senza motivazioni, mi auguro possa trovare spazio altrove il prossimo anno”.

Giuseppe Giannini (Centro Suono Sport 101.5): “La Roma si sta muovendo su Conte, ha parlato con Conte, ha prospettato al tecnico leccese il suo programma e sta aspettando una risposta. Nel frattempo Claudio Ranieri sta facendo bene, ha risollevato la Roma, potrebbe centrare la qualificazione in Champions e se dovesse arrivare quarto, sono convinto che il tecnico testaccino sia l’unica, reale e vera alternativa a Conte. Corsa Champions? La Roma ha tutte le possibilità di arrivare quarta, soprattutto se dovesse mantenere la compattezza e la voglia mostrate in questi ultimi turni. Pastore? Tecnicamente si conosce la sua qualità, inizialmente è arrivato per fare la mezzala, ma in Italia non avrebbe mai potuto farla: l’errore originario è stato questo”.

Fabio Petruzzi (Centro Suono Sport 101.5): “Da quello che so, Conte arriverà alla Roma. Ma qualora non dovesse arrivare opterei per Claudio Ranieri. Col Genoa sarà sicuramente una partita di altro spessore rispetto a Roma-Cagliari. Percentuale di raggiungimento del quarto posto? E’ fondamentale la partita di questa sera dell’Atalanta. Io dico 40% Roma, 30% Atalanta e 30% Lazio”.

Checco Oddo Casano (Centro Suono Sport 101.5): “Conte? Sabato la Roma ha avuto occasione per smentire categoricamente questa ipotesi, soprattutto al fine di spegnere l’euforia generalizzata che sta montando di ora in ora in città. Totti si è assunto una responsabilità importante e viva Dio perché se dovessero riuscire a portare Conte, sarebbe una svolta tecnica per questa squadra dopo anni di tentativi andati a vuoto. La trattativa c’è, ma i colpi di scena nel calcio sono sempre dietro l’angolo. Spero che la Roma continui questo pressing e convinca il tecnico leccese entro pochi giorni, perchè più passa tempo e più l’aspettativa che si è creata crescerà. Pastore? Non è stato quasi mai bene fisicamente, ma da febbraio è in gruppo e Di Francesco giustamente gli ha preferito Zaniolo, probabilmente il ragazzo si aspettava un’altra considerazione, ma non c’ho letto tutto questo astio che viene raccontato. Non averlo visto al 100% in questa stagione è il mio rimpianto calcistico più grande”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Per la corsa Champions state sottovalutando la Roma. Ranieri sta facendo miracoli, ha fatto 10 punti in 4 partite. Se Ranieri porta la Roma al quarto posto fa un miracolo. Conte? Dall’Inter mi dicono le stesse cose che si scrivono sulla Roma, anche se i nerazzurri hanno bisogno di un po’ più di tempo. Conte alla Roma non posso darlo per certo perché da Milano mi dicono che l’Inter è avanti alla Roma”.

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Manolas non convince totalmente la Juve, hanno dei dubbi. Io lo prenderei a prescindere, ma i bianconeri prenderanno un difensore in prestito perché non si possono permettere altro. Conte? Penso che la Roma gli ponga un aut aut di sciogliere questa riserva entro i prossimi giorni. Conte aspetta ancora qualche notizia dall’Inghilterra, su tutti l’Arsenal”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Se non si suicida, la Roma ha in mano la qualificazione in Champions. Conte? Ieri nuovo incontro tra Conte e i dirigenti della Roma. Secondo me l’ex Juve potrebbe veramente dire di sì alla Roma. Una persona informata mi ha detto ‘Ilario, puoi dire che Conte è della Roma’. Una previsione su chi sarà l’allenatore della Roma della prossima stagione? Dico Conte, voglio fidarmi”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Se non dovesse avverarsi il sogno Conte, credo che Ranieri rimarrebbe alla guida della panchina della Roma”.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Per me Ranieri non ha fatto un miracolo, ma sta facendo il suo lavoro. Corsa Champions? In questo momento la Roma è favorita. Conte? La Roma sta aspettando una risposta. Non penso che ci sia un aut aut, ma credo che anche a Trigoria sappiano che, se i tempi si dilatano, ci sia il rischio di rimanere col cerino in mano. Quest’attesa è sinonimo del fatto che stia aspettando qualcos’altro. Penso che la prima opzione di Conte sia la Juventus, se lui potesse scegliere credo che tornerebbe lì. Credo che la questione si risolva in un paio di settimane. La cosa importante è che la Roma si sia mossa per un big, quindi se non arriva Conte devi andare su un allenatore di primissimo livello. Un esempio? Mourinho è libero, se puoi andare su Conte puoi andare anche su Mourinho. Occhio che questa cosa di Conte può diventare un boomerang clamoroso. Se non è Conte deve essere Sarri o uno come lui. Una previsione su chi sarà l’allenatore della Roma della prossima stagione? Ranieri. Se dovesse arrivare Conte, finirebbero gli alibi per tutti”.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Mi piace il lavoro che Ranieri ha fatto con la squadra. È riuscito a prendere una situazione critica, dei giocatori demotivati, ed è riuscito a ridargli la carica. Non ha fatto miracoli, è lì al quarto posto anche grazie ai demeriti altrui, ma la società ha fatto bene a chiamarlo, è esattamente quello di cui avevano bisogno i giocatori della Roma”.

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Se la Roma non dovesse riuscire a prendere Conte, probabilmente alla fine Ranieri sarebbe una soluzione giusta anche per il futuro. Nella corsa Champions i giallorossi sono favoriti. Conte? La Roma gli piace, è vero, ma è tutto ancora in ballo. Mi dicono che lui aspetta ancora che possa capitare qualcosa alla Juve, aspetta l’incontro Allegri-Agnelli. Una previsione su chi sarà l’allenatore della Roma della prossima stagione? Dico Conte”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “La Roma è la squadra favorita per il quarto posto, ma mi preoccupa questo nuovo vento su alcuni come Fazio e Pastore. Andiamoci piano, non rivediamo alcuni giudizi di una stagione che rimane deludente. I giocatori vanno valutati per quello che hanno fatto in tutto l’anno, non solo nelle ultime partite. Chi sarà l’allenatore della Roma della prossima stagione? Sarri”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Mi auguro che Ranieri trovi un modo per restare nella Roma in qualche modo perché lo merita davvero. Conte? Credo che l’ipotesi Juve sia la più improbabile. La Roma ha posto dei termini, perché se dovesse dire di no deve trovare un’alternativa. C’è l’Inter ma anche delle squadre inglesi”.

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo – 92,7): “Con il metodo di Ranieri, abbiamo recuperato un Fazio sicuro che non è più esposto agli attaccanti. Può essere adesso un calciatore utile alla causa: possiamo dire che è il simbolo della Roma di Ranieri, una squadra che ha ritrovato sicurezza e fiducia“.

Antonio Felici (Centro Suono Sport 101.5): “Non so Conte dove prenda le garanzie sulla squadra. Io credo che con questa proprietà non si possa avere la certezza di pesanti investimenti sul mercato. La trattativa che sta portando avanti il tecnico salentino con la Roma non credo sia sull’ingaggio, piuttosto credo stia discutendo di programmi, del futuro. Conte dal 30 giugno sarà uno dei pochi grandi allenatori liberi, questo significa che diventerà la prima opzione di qualsiasi club deciderà di cambiare tecnico”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101.5): “Conte? Mi sembra che Totti si sia esposto un bel po’. Secondo me se non fosse stata positiva la trattativa, avrebbe glissato sul tema. Invece no, ha parlato e anche tanto. Ci sono molti indizi che portano a Conte, poi se la trattativa si chiuderà non possiamo esserne certi, l’unico intoppo potrebbe essere che un grande club provi a inserirsi all’ultimo. Al momento l’unica offerta seria ricevuta da Conte è della Roma. Ripeto, al momento”.

Ubaldo Righetti (Tele Radio Stereo – 92,7): “Eusebio Di Francesco ha trovato quest’anno una situazione di difficoltà mentale dei giocatori. E’ difficile proporre un certo tipo di gioco quando la squadra è distante. Diventa problematico, anche perché lui con delle modifiche tattiche si è messo in discussione e ha provato ad andare incontro a certi giocatori. Ciò non toglie che anche i suoi errori li ha commessi“.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma è la squadra più accreditata per il quarto posto”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Oggi dico che la Roma andrà in Champions, ma voglio vedere l’Atalanta. L’Inter non è in discussione”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma vuole Conte, ma non credo che arriverà. Ranieri ha guadagnato punti con quella risposta data dopo Roma-Cagliari. Conte ha tante offerte e i giallorossi sperano gli si chiudano tutte le porte così che possa scegliere di andare a Trigoria. La sfida Roma piace a tutti, ma servono i giocatori. Totti mi piace nella nuova versione da dirigente”. 

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “Dalla Spagna mi arrivano conferme di quanto disse da noi Mario Mattioli: la Juve ha chiamato Guardiola e lui e il suo staff stanno valutando se accettare o meno l’offerta della panchina bianconera. Per il quarto posto è una lotta Roma-Atalanta. Una persona che conosce bene Conte mi ha detto “Puoi tranquillamente affermare che andrà alla Roma”. Un altro che nella Roma conta molto mi ha invece detto “Siamo in attesa, ma Conte ha molte altre offerte”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Il Milan è cotto, questo è il risultato di una sempre poco stima della dirigenza verso il tecnico. La Roma è la favorita per il quarto posto, l’Inter deve stare attento e vincere qualche partita sennò verrà risucchiata”. 

Mario Mattioli  (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma ha un calendario da ‘primi dieci minuti 2-0′. Il Cagliari è rimasto in Sardegna, e sarà così anche un po’ nelle prossime”.

Claudio Moroni (Centro Suono Sport – 101,5): “Il destino della Roma per il quarto posto si decide stasera e domenica mattina. Se l’Atalanta non vince e l’Empoli perde con la Fiorentina, il Genoa ci affronterà con meno cattiveria. Spero che venga Conte, altrimenti va bene confermare Ranieri. Non vorrei che l’eventuale non arrivo di Conte provocasse contestazioni nei confronti di Pallotta. Bisogna tifare Roma anche con Ranieri in panchina”.

Salvatore D’Arminio (Centro Suono Sport – 101,5): “Bravo Ranieri per tutto quello che ha fatto da quando è arrivato, ma Conte è un’altra cosa. Vediamo se Pallotta vuole una grande Roma o continuare a vivacchiare. Non esistono alternative e al tecnico leccese. Una piccola curiosità: ma i laziali in Lazio-Atalanta per chi faranno il tifo?”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy