‘RADIO PENSIERI’, VOCALELLI: “L’arrivo di Pedro smentisce la mission di puntare sui giovani”

‘RADIO PENSIERI’, VOCALELLI: “L’arrivo di Pedro smentisce la mission di puntare sui giovani”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Max Leggeri (Centro Suono Sport – 101,5): “La girandola di mercato che coinvolgerebbe Dzeko, Milik e Under non è così peregrina come ipotesi: la Roma, esclusivamente per motivi di bilancio, risparmierebbe a livello di bilancio dalla cessione del bosniaco e acquisterebbe il polacco, girando al Napoli Under. Dal punto di vista tecnico Dzeko è decisamente più completo di Milik, ma il polacco ha 8 anni di meno e ha ancora ampi margini di miglioramento. E’ evidente che la logica che spingerebbe la società a impostare questi affari è prioritariamente economica, ma Milik è un calciatore di assoluto valore. Per le condizioni in cui versa la Roma oggi, trovare sul mercato un sostituto di Dzeko più forte di Milik è impossibile…”

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Pedro è sicuramente un ottimo giocatore, ma non so che futuro possa dare alla Roma. Credo sia più adatto alla Juventus per dare un valore aggiunto piuttosto che alla Roma perché si ritrova a puntare su un giocatore di 33 anni. Smentisce un po’ la mission dei giallorossi di puntare sui giovani italiani”.

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Pedro è una toppa che la Roma mette a fronte di cessioni come Kluivert e Under che andranno fatte. Certo se i giallorossi confermano anche Smalling e Mkhitaryan si ritrova con tanti calciatori che tra qualche anno non avranno un valore patrimoniale”. 

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): ” Non è il Pedro di prima, ma è un giocatore di livello. Con Sarri e Conte giocava molto, tecnicamente è un calciatore dai mezzi importanti. Resta però un’operazione baldiniana e senza progetto perché il profilo è buono ma fuori dal contesto giovani di cui si parlava”. 

Antonio Felici (Centro Suono Sport – Te La Do Io Tokyo – 101,5): “Sono moderatamente ottimista sul rinnovo di Smalling almeno fino ad agosto. Vale la pena al Manchester United fare muro alla Roma per un giocatore che non gli serve rischiando di non poterlo monetizzare in futuro?”

Francesco Balzani (Centro Suono Sport – Te La Do Io Tokyo – 101,5): “Tra Audero e Gollini è una bella lotta, sono due portieri che mi piacciono entrambi. Smalling ha mantenuto le aspettative e lo terrei visto che vuole restare. Se non dovesse essere rinnovato il prestito fino ad agosto c’è da mettere la pietra anche sul rinnovo dell’anno dopo. Vertonghen? E’ un buon giocatore, ma non sappiamo come approccerà al calcio italiano. Se posso scegliere tengo Smalling”

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “Il Napoli è interessato a Under. Per questo si sta ipotizzando uno scambio con Milik. Lorenzo Pellegrini non mi dispiace come cambio in corsa. Con il Milan mi aspetto 5 cambi: Mancini e Zappacosta in difesa, Cristante e Pellegrini a centrocampo e uno tra Under e Kluivert”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “Pallotta è abbastanza preoccupato per la questione economica della Roma. Vanno messi tanti soldi nelle casse del club e da quello che ho capito non li metteranno o li metteranno con le cessioni”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Dzeko ha dei periodi in cui non gioca bene, ma è da anni il portatore della croce della Roma. Comunque non ce la farà a raggiungere Pruzzo a 138 gol”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Dzeko non è un fuoriclasse, ha periodi di buio. I gol con la Samp? Ha segnato agli scappati di casa…”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Se Fonseca cambierà formazione domenica vorrà dire che ha capito i propri errori. Per la Roma si prospetta una trasferta difficile, il Milan sta benissimo. Sono tra i più in forma, mentre dei giallorossi ancora non sappiamo”. 

Xavier Jacobelli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La trasferta della Roma a Milano è delicata. La vittoria a Lecce ha confermato la bravura di Pioli. Dzeko ha preso la squadra in mano, questo dimostra la statura del campione”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Dzeko è un uomo squadra, in grado di risolvere situazioni delicate. La Roma può ancora puntarci, ma deve trovare delle alternative. Se non segna lui diventa un problema”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy