‘RADIO PENSIERI’, SCONCERTI: “Sono sicuro che Allegri abbia firmato un contratto, credo con la Roma”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Mario Sconcerti (Tele Radio Stereo – 92,7): “Sono sicuro che Allegri abbia già firmato un contratto, credo abbastanza che venga alla Roma. Anche se mi sbagliavo sulla vita privata: pensavo stessero a Roma, invece mi hanno detto che lui e Ambra vivono a Brescia. Sono convinto che i Friedkin abbiano chiesto la disponibilità e che l’abbiano ottenuta, e che ci sia qualcosa di scritto”.

Federico Nisii (Tele Radio Stereo – 92,7): “Credo che nella Roma si stia creando una struttura anche sin troppo ramificata, soprattutto rispetto a quello che si vede anche in altre società. L’importante è che ci sia unione di intenti, senza quelle sgomitate tra dirigenti che abbiamo visto in passato“.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Già a settembre avevo detto che vedevo più capitano Pellegrini che Dzeko, non doveva essere il bosniaco ad avere la fascia. Deve tornare però titolare, soprattutto per il bene della Roma perché Dzeko rimane uno dei calciatori più forti della rosa. Mayoral gioca bene con squadre come Spezia o Verona, ma quando sale l’asticella lo spagnolo non risponde presente. Belotti come sostituto per il futuro non mi convince, non è un calciatore all’altezza del bosniaco“.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Dzeko deve tornare titolare della Roma. Soprattutto se ha dato segnali di risveglio. Per il futuro non sarà facile sostituirlo, se oggi lo trovi sul mercato devi pagare tantissimo“.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Se sta bene Dzeko deve giocare sempre, anche entrambe le prossime partite. La Roma è più forte rispetto allo scorso anno, può rientrare in corsa in maniera importante per l’Europa League. Deve puntare a vincerla. Musso sarebbe un grandissimo acquisto“.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Nonostante l’intervento dei senatori dello spogliatoio, la fascia rimarrà a Pellegrini e non verrà restituita a Dzeko, che mi aspetto però in campo titolare contro l’Udinese o contro il Braga, a seconda di quale partita verrà considerata più importante. Se sta bene va messo in campo subito, perché a questa Roma serve il miglior Dzeko“.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport – 101,5): “Il problema del poco allenamento, e a volte anche della poca intensità degli allenamenti, non piace a qualche dirigente. Ma non da adesso, già sul finire della passata stagione. Credo che le gerarchiche cambieranno, anche a breve. Soprattutto per quanto riguarda Dzeko. Da Roma-Milan secondo me qualcosa cambierà“.

Antonio Felici (Centro Suono Sport – 101,5): “La questione non è tanto sul giorno di riposo, ci può stare, si può dare. Il problema è quando lo dai, la tempistica. Di solito il riposo si dà il giorno dopo la partita, non in mezzo alla settimana. Anche perché bisogna lavorare sodo per reggere gli impegni ogni 3 giorni. Rimango perplesso da questa decisione. La questione è solo una al momento: quando tornerà Dzeko a fare il titolare? Questo è il punto. Tra l’altro la notizia della delegazione di ieri mi fa capire che Dzeko non era solo come sembrava, anzi“.

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino – 104,5): “Prima di parlare della fascia di capitano, Dzeko deve tornare a giocare al suo livello, sono due mesi che non esiste. Inoltre, su questo argomento deve decidere la società e non la delegazione di giocatori. Non può decidere Mancini chi è il capitano”. 

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Si parla troppo della fascia di capitano, così si rischia di non concentrarsi su Udinese e Benevento che non sono due partite scontate. Se Fonseca non fa giocare Dzeko è folle, è normale che lo manderà in campo”. 

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “L’Udinese è una squadra in forma, non va sottovalutata. Il peso che dà Dzeko alla squadra non è paragonabile a Borja Mayoral. Non va giudicato dai gol, è un regista offensivo che fa reparto da solo. Bisogna prendere una decisione decisiva sul suo futuro, trascinare i discorsi così non porta nulla di buono”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “La partita con l’Udinese non dovrebbe essere un problema per la Roma. Quello che sta succedendo tra lo spogliatoio e allenatore è più insidioso. C’è un comitato formato dagli italiani della squadra, che ha chiesto a Fonseca di ridare la fascia di capitano a Dzeko. Il bosniaco da quello che so non giocherà neanche domenica. Mi è giunta voce che Mkhitaryan ha frenato sul rinnovo di contratto. Penso che i giallorossi non lo perderanno, ma con Raiola non si può mai stare sicuri al 100%”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La fascia da capitano? Dzeko è un dipendente e deve attenersi alle decisioni della società. Al di là di questo, va recuperato. Deve tornare a giocare”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “E’ possibile che Dzeko possa giocare bene o meno a seconda se indossa la fascia da capitano o meno? Mi sembra molto strano”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104,5): “La fascia da capitano ha un’importanza relativa. Credo che la società abbia già fatto la scelta ed è inutile che i tifosi o il gruppo squadra cerchi di intervenire. Decide chi è pagato anche per risolvere certe questioni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy