‘RADIO PENSIERI’, CARINA: “Zaniolo non deve avere atteggiamenti da prima donna”

‘RADIO PENSIERI’, CARINA: “Zaniolo non deve avere atteggiamenti da prima donna”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Mi sembra di notare una certa evoluzione della Roma. Vuoi vedere che sia la sorpresa dell’Europa League? Dagli emirati arabi si sta controllando il dossier giallorosso attraverso personaggi che lavorano nel mondo del calcio. Zaniolo anche durante gli allenamenti fa dieci volte le cose che fanno Under e Kluivert messi insieme. Loro si sono persi”.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Si parla sempre bene della Roma, anche quando non si dovrebbe. Non bisogna sottovalutare il Wolverhampton in Europa League. La Roma vuole aspettare il passaggio di proprietà per prendere un nuovo diesse, si andrà avanti con la coppia Baldini-Fienga. Ho paura che la Roma abbia la sindrome di Rizzitelli: 2 gol in 10 mesi e 4 nelle ultime 4 partite. La vittoria con la Spal e Brescia, retrocesse, non risolve i problemi della Roma. Under è sparito, Kluivert dopo il Napoli si è allenato male ed è sparito anche lui: sanno di essere finiti sul mercato e questo è il risultato. Zaniolo mi ricorda Gareth Bale, prototipo del giocatore moderno ma non dovrebbe avere degli atteggiamenti da prima donna. Quello che è successo a Roma-Verona non può essere per una mancata rincorsa, ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso”. 

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La Roma non deve pensare che troverà portieri come quello della Spal. Definire la stagione della Roma fallimentare se non si qualifica alla Champions mi sembra un’esagerazione: bisogna usare bene le parole. Quando si parla di questa squadra è come se l’aria si ammorbasse: un tiro al bersaglio continuo”. 

Sandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La Roma sta facendo bene. Se passa con il Siviglia diventa una delle più accreditate per la vittoria del titolo finale in Europa League. La mia domanda è: lo prende un direttore sportivo?”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La Roma adesso non deve pensare che Bruno Peres sia l’esterno più forte del campionato. Che Zaniolo fosse destinato a diventare un campione è cosa già saputa. L’altro giorno Letica è stato disastroso. La squadra sta facendo bene. Da quando la Roma gioca a tre, Ibanez ha iniziato a fare meglio. La squadra è in crescita, Fonseca è stato bravo a cambiare modulo e smuovere le acque. Può fare ancora bene ma lo scoglio del Siviglia è duro”.

Francesco Balzani (Centrosuonosport – 101,5): “Pallotta fa il suo dovere assicurando la continuità aziendale? Meno male. E’ incredibile, ci mancherebbe altro. Se è uscita questa pseudo-notizia però forse un po’ di timore c’era. Se è stata scritta da un giornale vicino alla Roma allora ci deve far riflettere. Credo che siamo davvero vicini alla cessione del club se la continuità aziendale viene messa in dubbio. La pressione dei soci è sempre più forte, tra i 490 milioni offerti da Friedkin e i 600 chiesti da Pallotta si può arrivare ad una via di mezzo. La data del 31 agosto è buona per mettere un punto a questa storia lunghissima. Lo Stadio smuove poco a Pallotta. Il presidente è alle strette: il concetto Tor di Valle è andato troppo per le lunghe, anche loro non ne parlano più. La Roma, secondo le cifre richieste da Pallotta, non interessa a Friedkin”.

Antonio Felici (Centrosuonosport – 101,5): “La polemica per la festa dei 93 anni della Roma a Piazza della Roma non l’ho capita. Qual è lo sfregio? Sono stati fatti danni? Dietro ai titoli non c’è nulla. Non era una cosa autorizzata, magari ci sarà stato qualcosa di irregolare, ma tutto questo Can-can mediatico non lo capisco. Lo sfregio è stato quello dei tifosi del Feyenoord alla Barcaccia. Abbiamo superato il limite. I 490 milioni proposti da Friedkin possono diventare 550. Pallotta per sedersi al tavolo della Roma mise sul piatto poche decine di milioni, parliamo ora della questione in termini completamente diversi. Anche se arrivasse il sì allo Stadio, passerà comunque tanto tempo per la sua costruzione. io al posto di Friedkin non farei questo affare per lo Stadio della Roma, può essere solo un elemento in più. Non mi sembra che sia determinante in questa trattativa”. 

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “Per giudicare Fonseca sarebbe più giusto giudicare un percorso, anche se questo finale di stagione sarà decisivo. Ha dimostrato di sapersi adattare e poi mi è piaciuto il suo equilibrio mentale, una caratteristica che non ha eguali nella storia recente della Roma. Un allenatore straordinario come Spalletti non ne aveva, per esempio. Fonseca è una persona intelligente, ha fatto la scuola-Roma molto velocemente sul caso Zaniolo: la prossima volta non lo riprenderebbe pubblicamente. Tra una proprietà ancora straniera o una più radicata in città io continuo a sognare una mentalità diversa. In questa città si può dire che Pellegrini è più importante di Dzeko: tanto non si vince e si fa la squadra di romani, questo si pensa. Allora facciamo l’Athletic Bilbao…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Juve vuole Dzeko al posto di Higuain. La Roma vuole Zaniolo, e lui vuole restare. E’ l’unico giocatore della Roma di un’altra categoria. E con il suo rientro, Pellegrini rischia di restare fuori. La Roma deve giocare una grande Europa League, altrimenti la stagione è fallimentare”.

Xavier Jacobelli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Con la Fiorentina il mio pronostico è la vittoria della Roma”.

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino – 104,5): “Roma-Fiorentina? Dico 1”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma a livello tattico è migliorata, Fonseca c’ha messo otto mesi ma adesso le ha dato una quadratura. Poche squadre hanno la forza e la gamba che hanno Peres e Spinazzola. Davanti ancora si fatica a fare gol, occorrono altre alternative a Dzeko. C’è da capire anche che ruolo ha Pellegrini in questo nuovo modulo, mi sa che c’è da scegliere uno tra lui e Zaniolo. Spero che la Roma del futuro riparta da Nicolò. Con la Fiorentina pronostico un pareggio”

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “La foto di Zaniolo insieme a Mancini? E’ fuffa. La Roma fisicamente sta bene, è un dato importante in vista del match contro il Siviglia. Fonseca ha trovato una quadratura tattica alla quale poteva pensarci prima. Lui è stato bravo a cambiare, ha rischiato ma i risultati gli hanno dato ragione. Roma-Fiorentina: per me è 1″. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy