‘RADIO PENSIERI’, AUSTINI: “Nainggolan non è più un giocatore, Roma gli ha fatto male”

‘RADIO PENSIERI’, AUSTINI: “Nainggolan non è più un giocatore, Roma gli ha fatto male”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “La sfida col Sassuolo mi terrorizza, arrivano con leggerezza e stimoli e quello che è successo quest’anno non mi lascia tranquillo. De Zerbi non mi ha ancora convinto, non lo cambierei con Di Francesco. Schick è un pianto, ma credo che anche oggi Dzeko non partirà dall’inizio. E’ fondamentale ritrovare il bosniaco e Perotti, la Roma ha bisogno delle caratteristiche dell’argentino. Nainggolan non è più un giocatore di calcio, Roma gli ha fatto male. Lui all’inizio non era così esagerato, ha preso il peggio di questa città”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “E’ una giornata di palpitazione per tre allenatori, Di Francesco compreso. Nainggolan è un giocatore perduto alla causa. Il Sassuolo è poca roba, la Roma non dovrebbe avere. Il pronostico? Vince la Roma, il padre ‘strangola’ il figlio”.

Tony Damascelli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La vicenda Nainggolan non si può ridurre solo ad una multa o squalifica. C’è un Casinò dove lui non può metter più piede. Ma ci sono cose gravi che riguardano l’uomo, mi risulta che lui sia sotto cura presso una clinica per una dipendenza. L’Inter può benissimo andare alla rescissione del contratto, ma non lo fa per motivi contabili. Si tratterebbe di una perdita di 40 milioni. Il fatto che lui voglia tornare a Roma deve preoccupare il mondo giallorosso. Un motivo ci sarà. Lui è uno di quelli dai quali spesso nel calcio ci si libera in modo pilatesco, e forse Radja se ne sta approfittando della situazione dell’Inter. Oggi vince la Roma e dico che segnerà anche Schick”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “A Roma Nainggolan non lo riprenderebbero mai, perché hanno già abbondantemente dato. A Trigoria gli hanno perdonato tutto ma alla fine hanno deciso di mollarlo e approfittato della sponda di Spalletti. Io ero convinto che Nainggolan all’Inter si sarebbe impegnato a cambiare, ma evidentemente non ce la fa. La Roma oggi ha una partita difficile però il Sassuolo ha preso più gol della disastrosa difesa giallorossa e la difesa a tre mi preoccupa contro gli attaccanti della Roma. Il mio pronostico? Pareggio”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “Nainggolan sta toccando il fondo. Per me non meriterebbe di prendere lo stipendio. Lui fa casino per andar via, non è giusto nei confronti di una società che ha investito molto su di lui. Si capisce che la conversazione è di questi giorni. Per me i tifosi della Roma che lo rivorrebbero stanno fuori di testa. Questo atteggiamento sfrontato lo fa diventare un idolo per molti, e questo è incredibile. Roma-Sassuolo? 1”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma stupisce sempre tutti ma spero che oggi sia la volta buona per conquistare tre punti. E’ una partita molto delicata, ma spero che venga fuori una gara nella quale il Sassuolo ti lascia giocare e i giovani facciano qualcosa di buono”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Nainggolan dovrebbe fare una cernita dei suoi amici visto che gli combinano certi scherzi. Lui poteva fare quel tipo di vita quando in campo poi correva ed era il migliore. Oggi non è così e a Milano queste cose non te le permettono. Secondo me dovrebbe avere maggior rispetto della professione che gli permette di avere un sacco di soldi e di Spalletti che lo ha voluto all’Inter”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La telefonata di Nainggolan? Bisogna vedere in che contesto sia stata fatta. Per me questo dimostra i problemi che sono nati all’interno dell’Inter. Io mi chiedo cosa gli sia successo, perché a Milano si comporta peggio e con più frequenza rispetto a Roma. Cosa sta accadendo all’uomo Nainggolan?”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. giggipitti - 1 anno fa

    DIVAGARE SU NAINGGOLAN

    Cosa può fare una Società di calcio per aspettare che un suo giocatore, uno sportivo, esca dalla sua mente posseduta e torni ad essere solo e solamente il forte atleta che tutti conosciamo? il suo comportamento non è quello di un menestrello, di un giocherellone viziato che per quante ne possa aver combinate arriva sempre il momento del perdono perchè riconosce di aver sbagliato e CHIEDE SCUSA A TUTTI. Quì non c’è Best che tenga, ne Meroni, ne Cassano o altri. L’accostamento più significativo e drammatico è solo con Robin Friday, il più grande calciatore che non avete mai visto. L’Inter adesso si trova ad un bivio, come lo è stata la Roma quando ha deciso, suo malgrado, di chiudere i rapporti con il suo più importante calciatore, forse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy