‘RADIO PENSIERI’, FERRETTI: “L’Udinese non aggredirà la Roma”, MACCHERONI: “Sarà interessante vedere come i calciatori si aiuteranno in campo”

di Redazione, @forzaroma

(Redazione ForzaRoma.info) Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali. (AGGIORNA)

LUIGI FERRAIOLO (Radio Radio): “Diffidare dell’Udinese perchè in casa è forte, al contrario che in trasferta. Con Muriel migliorerà offensivamente. Si sapeva che Totti non le avrebbe giocare tutte, ma credo che per la Roma non sarà complicato giocare senza. La Roma tra le prime tre in classifica in questo turno ha la gara più difficile”

 

FABRIZIO ASPRI (Radio Radio): “Io, se fossi in Garcia, giocherei con Ljajic al posto di Totti e Marquinho e Florenzi sulle ali per poi far entrare Borriello in corso d’opera. Fa bene Garcia a dire che è vietato fare tabelle”.

 

GUIDO D’UBALDO (Radio Radio): “Io credo che la Roma in questo momento non debba fare calcoli di classifica. Fuori dal campo ho motivo di credere che con grande probabilità Sabatini resterà ancora alla Roma nonostante le tante sirene. Pallotta gli ha dato carta bianca e lui ha risposto con ottimi risultati”

 

FEDERICO NISII (Tele Radio Stereo): “La Roma è da scudetto e quindi se ne parla, la cosa che mi sembra strano è che le persone non si informino, possibile non si sappia che in generale il premio scudetto c’è sempre stato? Ora sembra una novità; Ljajc avrà adesso il suo momento”

 

 

VALENTINA BALLARIN (Tele Radio Stereo): “Funziona cosi ovunque” ha detto Garcia; tutti hanno il premio scudetto, non ci ha trovato nulla di clamoroso di atipico; ma ora la domanda che tutti si fanno dopo la conferenza stampa è : “alla fine chi gioca?” Senza Totti e Gervinho deve cambiare modulo e giocare diversamente, “non c’è un vice Totti non esiste”, il primo nome fatto è Borriello “.

 

 

ENRICO MAIDA (Rete Sport): “Giocherà con Ljajic Borriello e Florenzi, ha citato anche Pjanic e Marquinho ma credo che giocherà sicuramente Ljajic. L’unica mia preoccupazione è Bergonzi, speriamo bene…questo signore fa nefandezze, non vorrei mai vedere Bergonzi come arbitro in serie A. perché Braschi ha scelto Bergonzi?”

 

 

DANIELE LO MONACO (Rete Sport): ”Rudi Garcia vuole giustamente confondere le idee, non ci saranno sorprese, giocherà Ljajic. Tutto giusto quando ha parlato dei giovani, si possono affermare Caprari e Ricci, ma ha detto giustamente anche che Totti non si può sostituire. Non ha paura di dire che Totti è il più forte. Finalmente uno che dice la verità. Altri fanno finta e evitano di dire questo. Luis Enrique sbaglio’ in questo. Bergonzi è uno dei peggiori arbitri mai visti nella storia della serie A. Ha fatto danni ovunque, bisogna tirar fuori la malefatte di Bergonzi”.

 

 

PATRICK VON BRUCK (Rete Sport):”Bisogna saperle dire certe cose ma Totti, Ibra, Messi, Ronaldo, Robben…sono molto più forti di certi loro compagni, bisogna dirlo e ammetterlo. Questo fu un limite di Luis Enrique. Giusto non fare tabelle e pensare solo all’Udinese. Ricordo Chievo-Roma di Bergonzi e ricordo un rigore netto non dato a Balzaretti, un rigore nettissimo, ebbe un atteggiamento nervoso e sgradevole”.

 

MIMMO FERRETTI (Tele Radio Stereo): “Mi sto domandando come giocherà la Roma di Garcia su un campo pesante, visto che è prevista tanta pioggia su Udine. Ci sarà bisogno di un approccio diverso in fase offensiva. Cosa dobbiamo aspettarci da Ljajic? Deve mettere da parte l’egoismo. Sarà importante la partecipazione alla fase offensiva da parte dei due intermedi Pjanic e Strootman. L’Udinese non aggredirà la Roma. Inizialmente sarà una partita molto bloccata.In questa Roma mi piace lo spirito di gruppo che c’è non solo tra chi gioca, creato prima dei risultati. Vi ricordate la scena del primo gol di De Rossi a Livorno? Lì si è capito che era successo qualcosa all’interno dello spogliatoio. Bravo Garcia che ha lavorato sul piano tecnico, tattico ma soprattutto psicologico “. 

 

PAOLO ASSOGNA (Teele Radio Stereo): “La cosa più bella di questa Roma di Garcia è la sintonia in mezzo al gruppo e con l’allenatore, un motivo trascinante di questo inizio di campionato fantastico. Ad Udine secondo me sarà complicato senza Totti, perchè questo sistema di gioco non trova nessun tipo di surrogato. Gli esterni come Florenzi e Ljajic dovranno fare un tipo di lavoro diverso. Riceveranno ma dovranno dare molto perchè ci sarà da servire palloni a Borriello. Forse senza Totti è l’esame più difficile”. Tutti dovranno dimostrare di essere cresciuti. Pjanic lo ha dimostrato, tocca agli altri

 

MARIO CORSI (Centro Suono Sport): “Circola tantissimo falso buonismo intorno alla Roma: tutti parlano di lei, del suo modo di giocare e di vincere, per questo sono preoccupato da quelli che potrebbero essere i risvolti di una partita difficile.”
RICCARDO ANGELINI GALOPEIRA (Teleradiostereo): “Udine è una partita importante perchè è così bello restare lassù in testa alla classifica”

 

NANDO ORSI (Radio Radio): “Adesso è tutto bello, 24 punti, il massimo. Ora vene il difficile, alcune partite senza Totti e Gervinho. Per dare un giudizio definitivo su questa Roma bisogna aspettare la fine del girone di andata e non manca molto. Ad Udine è una partita complicata, vedo un pareggio”.
ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “Per me l’allenatore incide il 20% però con Garcia aumenta un po’, perchè lo si vede partita dopo partita che c’è la mano di Garcia. Domenica vince la Roma, non vedo ostacoli per la squadra giallorossa”

 

 ROBERTO RENGA (Radio Radio): “In un ambiente come quello romanista la parola scudetto deve essere vietata. Ho dubbi sulla preparazione atletica di Garcia. Non dico che la contesto, dico solo che non la conosco ed è l’unico mio dubbio sulla Roma. Il valore aggiunto di questa squadra è proprio l’allenatore, sin dal momento del mercato quando ha detto che non voleva bambini ma solo adulti. Secondo me la Roma vince anche ad Udine perchè è tanta la differenza di entusiasmo e di forza tra le due”

 

AUGUSTO CIARDI (Teleradiostereo): “Senza Totti non credo che Pjanic sia più responsabilizzato: il bosniaco farà le solite cose che Garcia gli chiede, a prescindere dalla presenza o meno di Totti. Il Capitano sarà sostituito dalla forza del gruppo.”

 

ANGELO DI LIVIO (Radio Manà Manà Sport): “Contro l’Udinese sarà la solita partita dura: non butterei via un pareggio, non possiamo metterci in testa che la Roma le vincerà tutte, arriveranno anche dei momenti meno felici.”

 

TIZIANO CARMELLINI (Radio Manà Manà Sport): “Sinceramente temo più la Roma che l’Udinese: l’atteggiamento deve essere quello convinto di chi va in trasferta e vuole vincere, nonostante i friulano da un anno non perdono in casa.”

 

FABIO MACCHERONI (Radio Manà manà Sport): “Sarà una prova fondamentale per la Roma di Garcia: senza Totti e Gervinho, due che ti risolvono le partite con caratteristiche ben precise, sarà interessante vedere come i calciatori si aiuteranno in campo.”

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport): “Occhio al terreno pesante: sembra che pioverà fino all’inizio della partita e per questo la Roma potrebbe trovarsi in difficoltà avendo una qualità maggiore dell’Udinese.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy