‘RADIO PENSIERI’, CASANO: “Conte-Roma, nuovo incontro la prossima settimana”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo – 92,7): “Notizia veramente brutta quella di Nura. Sabatini e Massara erano pronti a giurare su un suo futuro da top player. Riccardi? Mancini dimostra di portare avanti questa scelta di puntare sui giovani. Mi sembra una cosa molto utile e con Zaniolo ci ha visto molto bene. Cagliari? Mi mette inquietudine anche se ora in città si parla veramente solo di Antonio Conte. Questo non aiuta ad affrontare una squadra che è praticamente salva, ma che è composta di giocatori che non mollano mai come Barella”

Federica Afflitto (Centro Suono Sport – 101,5): “Di Francesco è stato rovinato da Monchi, per me era un ottimo allenatore. Ora bisognerà indovinare anche il giusto direttore sportivo. Ci sarebbe una Roma con Antonio Conte, un’altra senza. Ora non è facile accontentarsi di un altro”.

Fabio Petruzzi (Centro Suono Sport – 101,5): “Con quello che sta facendo per Conte la proprietà, a mio giudizio, sta guadagnando punti. Lui è il numero due al mondo, solo dopo Guardiola”.

Francesco Oddo Casano (Centro Suono Sport – 101,5): “Io, francamente, oggi non vedo alternative ad Antonio Conte, perché Gasperini è stato confermato da Percassi. Se la Juve conferma Allegri e l’Inter non manda via Spalletti, per Conte resta solo la Roma. La prossima settimana mi dicono che ci sia un nuovo incontro tra Conte e la Roma. Rispetto a qualche settimana fa dallo staff del tecnico leccese ci sono alcune bocche cucite, e questo potrebbe essere un altro buon indizio”.

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “La trattativa tra la Roma e Antonio Conte è in una fase molto avanzata, in termini di accordi e di programmazione. Lui troverebbe una squadra non morta, ma una società da riorganizzare, meglio definita e meglio distribuita. Se io dovessi fare un pronostico oggi direi che Antonio Conte andrà alla Roma. Lui chiederà alcuni giocatori, ma pretenderà cose che al momento alla Roma non sono accadute, che sono cose diverse. Per me Cragno non è migliore di Mirante e Olsen. E’ sbagliato il ragionamento di pensare subito allo scudetto perché arriva Conte”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio – 104.5): “Sarebbe paradossale non provare a trattenere Manolas con Antonio Conte. Anche perché con circa 30 milioni di euro non riusciresti a prendere un giocatore della stessa caratura“.

Ivan Zazzaroni (Radio Radio Pomeriggio – 104.5): “Se non si dovesse arrivare o a Conte o a Sarri, Ranieri potrebbe essere preso in considerazione. I primi due nomi però hanno un appeal incredibile e porterebbero gioco ed entusiasmo. Sul mercato mi risulta che Manolas non interessa alla Juventus”.

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio – 104.5): “Francamente credo che Ranieri in questo momento sia l’elemento in più per la Roma. La sua calma, la sua tranquillità, il suo modo di farsi ascoltare potrebbe risultare decisivo. All’inizio ha avuto delle difficoltà, ma ora ha ingranato. Al momento i giallorossi sono favoriti per il quarto posto“.

Antonio Felici (Centro Suono Sport – 101.5): “Continuo a ritenere incredibile che Conte arrivi alla Roma. Sono come San Tommaso, se non vedo la firma non ci credo. Sarebbe clamoroso“.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport – 101.5): “E’ normale che Cairo faccia il suo lavoro in questo momento, come Petrachi tra l’altro che giustamente guarda al futuro. La trattativa credo che sia in fase di chiusura. Il suo compito più grande sarà quello di portare Conte a Roma. L’ex Chelsea vorrebbe avere sicurezza e chiarezza, ma la certezza è che vuole tornare in Italia, soprattutto spinto dalla famiglia. L’ostacolo più grande è rappresentato però dall’Inter, anche se i nerazzurri hanno una situazione complicata con Spalletti“.

Ubaldo Righetti (Teleradiostereo – 92.7): “Mi auguro che Conte non usi la Roma per sollecitare altri club, perché il tecnico leccese ascolta la Roma ma invia messaggi ad altre società”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Da quello che so Conte andrà alla Juve, mentre alla Roma insieme a Petrachi può arrivare Mazzarri”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Su Conte ogni mattina ci sono voci, e siamo un po’ confusi. Io continuo a pensare che le squadre forti le fanno i giocatori, non i tecnici. Guardiola è la sola eccezione”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Conte alla Roma, ma anche all’Inter, porterebbe una dittatura tecnica della quale hanno bisogno. Petrachi? I direttori sportivi, come tanti allenatori, vanno da chi ti dà più soldi. Il suo arrivo a Roma lo associ molto al nome di Conte. Il pronostico di Roma-Cagliari? Dico 1”

Xavier Jacobelli (Radio Radio Mattino – 104,5): “C’è ancora un mese per decidere, ma io credo che nella corsa a Conte c’è prima l’Inter e poi la Roma. Di sicuro c’è che lui tornerà alla ribalta. Ad oggi credo più in Italia che all’Estero. Petrachi-Cairo? A Torino hanno fatto clamore le parole del ds nella risposta al presidente”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma ha offerto a Conte 9,5 milioni e otto giocatori? Magari, ma non ci credo. Non è nella filosofia di mercato della proprietà americana. Io lo spero, sarebbe bello rivedere una Roma competitiva. Il pronostico di Roma-Cagliari? 1 fisso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy