‘RADIO PENSIERI’, CARINA: “Fonseca fa capire di non essere soddisfatto del mercato”

‘RADIO PENSIERI’, CARINA: “Fonseca fa capire di non essere soddisfatto del mercato”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Quattro e mezzo al mercato della Roma. Sei partito da una dichiarazione, che questa squadra è difficilmente migliorabile. Questa squadra ha perso Florenzi che era un giocatore pronto, come faccio a dare la sufficienza a un mercato bocciato dallo stesso allenatore? Non è stato fatto un mercato per aiutare Fonseca, anzi forse la Roma è stata pure indebolita. Diawara? E’ stato visitato dal professor Mariani che ha consigliato l’operazione. Poi la Roma ha voluto sentire altri pareri con il prof. Cerulli che ha indicato anche la strada conservativa. Lunedì ci sarà un consulto e vedremo se continuerà così o no. Se si dovesse procedere con l’operazione allora si sarebbero persi altri 20 giorni sul recupero”.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Fonseca chiedeva due rinforzi, poi sono arrivati prospetti per il futuro che inevitabilmente entreranno in rosa. Lui si aspettava dell’altro. Se dovevano arrivare giocatori per aiutare la corsa Champions, il giudizio è insufficiente. Sono loro stessi che dicono che sono per il futuro, l’hanno detto sia Fonseca che Petrachi. Ma l’allenatore fa capire di non essere soddisfatto. Voto cinque. Il direttore sportivo della Roma si fa i complimenti da solo, ma se andiamo a vedere è riuscito a vendere solo due giocatori mentre gli altri li ha dati in prestito”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Alla Roma do 6-6,5 per il mercato, ci potrebbe essere qualche sorpresa come Perez che viene buttato dentro e sfonda. Considerando quelli che non hanno fatto niente, do la sufficienza. Sassuolo-Roma? La parte meno forte dei giallorossi è opposta a quella più brava del Sassuolo. Ci sono Berardi e Boga che sono fenomenali. Non saranno tre punti facili, ma sono rimasto sbalordito dalla squadra di Fonseca nel derby”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Perez potrebbe far bene, se ha giocato al Barcellona è un buon giocatore. Villar mi dicono “nì”, Ibanez è stato con Gasperini e non ha mai giocato. Sassuolo-Roma? I giallorossi nel derby hanno fatto una partita straordinaria. Se la squadra fosse quella stasera non ci sarebbe partita. Sono titubante su Under, la continuità non è il suo forte”.

Antonio Felici (Centro Suono Sport – 101,5): “Friedkin se è uno intelligente va da Francesco Totti e lo convince a diventare presidente. E se uno va con una proposta decisa, Totti torna sui suoi passi. L’impressione dell’insoddisfazione di Fonseca c’è, lui deve arrivare quarto ma deve farlo con scarse risorse. Poi chiede e non arriva mai niente…”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport – 101,5): “Non credo che il Milan abbia rifiutato un miliardo, ma al contrario credo che Friedkin abbia sondato anche altri club visto che ha interessi anche dal punto di vista edilizio. Fonseca l’ho visto insoddisfatto e adombrato, ma il mercato della Roma è largamente insufficiente, è da 4 e mezzo. Favilli? Se gli dai un altro giovane a Fonseca gli fai un danno. L’ha fatto capire ieri quando ha parlato di Under e Kluivert che non segnano…”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92,7): “Se devo trovare un difetto a questo mercato – oltre ad una punta con la sistemazione di Kalinic – è che la Roma è rimasta con troppi giocatori. Ci sono Jesus, Fazio, Pastore e Perotti che per i loro ingaggi la società darebbe via domani se potesse. Stasera auspico di vedere la Roma da trasferta, il Sassuolo è da tenere d’occhio con un Boga che se in giornata può farti male. Bisogna capire se il derby è stata una reazione a un momento difficile oppure se è stata la base di una serie di partite importanti. I prossimi due obiettivi devono essere restare davanti all’Atalanta dopo lo scontro diretto e andare avanti in Europa League. La Roma è più forte della Lazio ma non riesce a dimostrarlo, anche per loro merito che stanno facendo un campionato straordinario”.

Stefano Petrucci (Teleradiostereo – 92,7): “È evidente che la Roma non sia soddisfatta di Kalinic. Continuo a sentire che servono i gol: i bomber non si comprano a gennaio, a meno che tu non sia il PSG. Bisogna trovare un giocatore in grado di giocare inizialmente insieme a Dzeko e che poi possa prendere il suo posto. Un presente da spalla e poi da protagonista. Dzeko può far di più, ma con l’età che ha trova difficoltà a fare 25 gol a stagione. I giocatori che dovrebbero crescere sono quelli intorno a lui, gli esterni o i centrocampisti. Il problema della Roma è che ha degli esterni molto giovani: Under viene da un periodo difficile, Kluivert e Perotti che fa gol su rigore. Vediamo se la Roma riuscirà a replicare stasera la prestazione intensa contro la Lazio. Veretout è molto al di sotto dei suoi standard e Pellegrini segna poco. In Europa non c’è nessuno inutile quanto Kallinic. I centrocampisti devono capire che non è vietato tirare in porta”.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Mattino – 104,5): “L’addio di Florenzi è stata tecnica, e decisa dopo la gara di Coppa Italia con la Juve quando il giocatore è andato in difficoltà e Fonseca si è convinto che non sarebbe stato un titolare. Io credo che sia stato meglio così per tutti. Io non metterei Florenzi sullo stesso piano di Totti e De Rossi. Quella di stasera è una partita complicata, De Zerbi era uno di quelli cercati dalla Roma, che unta molto sul gioco e gioca sempre per vincere. Bisogna fare attenzione”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Che sia finita così con Florenzi è stata una cosa amara che la Roma sta prendendo con molto cinismo. Io non ricordo nella storia che il capitano di una squadra vada via a gennaio. La deromanizzazione c’è tutta, c’è la sensazione che la Roma stia diventando tutt’altra cosa rispetto alle tradizioni secolari. Contro il Sassuolo partita delicata, serve una buona Roma se non grande per portare a casa i tre punti”

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Al mercato della Roma darei un senza voto, perché ha preso tre giovani dei quali solo Perez, forse, potrebbe giocare qualche partita da titolare o entrare in corso d’opera. Florenzi è un giocatore normale, non è una gran perdita ora Fonseca ha un problema in meno perché non sentirà più nessuno che gli farà domande su di lui. Santon ha disputato un gran bel derby, Fonseca ha terzini buoni lo stesso. La Roma deve stare attenta stasera, perché il Sassuolo ti fa giocare ma poi sa anche attaccare. Deve trovare presto il gol: se ci riesce vince. Il pronostico? Io dico 2”

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino – 104,5): “Il voto al mercato della Roma è un voto di attesa, perché Petrachi ha preso 3 scommesse. Su Florenzi? Ha fatto bene lui e ha fatto bene la Roma. Santon e Spinazzola meritano la conferma, perché adesso hanno una forma migliore di Kolarov. Nel calcio conta questo non il valore assoluto della carriera. Stasera la Roma ha una partita difficile, ma se annulla Boga vince la partita. Il mio pronostico? 2”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy