‘RADIO PENSIERI’, ZAMPA: “De Rossi molto più integrato in questo sistema di gioco, Florenzi insostituibile”

di Redazione, @forzaroma

(Redazione ForzaRoma.info) – Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali.

 

FRANCESCA FERRAZZA (Tele Radio Stereo): “E’ la squadra che trascina Pjanic o è Pjanic che trascina la squadra? E’ il vero dilemma di Pjanic. E’ un giocatore su cui Garcia punta tantissimo e su cui sta lavorando per farlo divenire il play maker. Ora nella Roma sono partiti due giocatori di livello e questi devono essere sostituiti. Ci sono state difficoltà in attacco perché manca l’attaccante. Borriello ha le valige pronte è stata una scelta di carattere nei confronti della società non me lo aspettavo. Penso che per Sabatini è stato un periodo duro”

 

ALESSANDRO PAGLIA (Tee Radio Stereo): “Il Livorno è scarso! Partiamo da questo presupposto la Roma ha fatto il suo e anche meno del suo cioè al 30 doveva chiudere la partita però ci sono note positive. Ad esempio la ricerca del gioco. De Rossi dice una cosa importante sembra, che il gioco di Garcia è quasi mix del meglio di Luis Enrique e Zeman. Di bello c’è la vittoria era dal 2007 che la Roma non vinceva la prima di campionato. Sui giocatori mi hanno colpito in tre: su Totti neanche mi soffermo. Mi ha impressionato Maicon per la tenuta fisica, mi ha colpito Florenzi è un giocatore che se fosse più freddo sarebbe un centrocampista da 10 gol l’anno mi ricorda Luis Enrique, magari deve lavorare sul piano fisico sembra un po’ leggerino. E poi De Rossi. Credo che sarà un giocatore della Roma anche per questa stagione e tutti i veri tifosi hanno esultato per il gol di Daniele perché vogliamo o no dai piedi di Daniele esce tutta la stagione della Roma”.
LUCA FALLICA (Tee Radio Stereo): “Il Verona sarà un banco di prova. Si è visto un gioco, si è vista una squadra che cerca di giocare a terra nell’area avversaria, che ricerca costantemente la profondità che non poteva avere in questa partita perché non aveva attaccanti, cioè Borriello che non era in ottime condizioni e Florenzi doveva adattarsi al nuovo ruolo. Nel secondo tempo la Roma fa quasi tutto Totti e Florenzi e De Rossi. Una Roma ai romani come se dal 26 maggio che i romani abbiano suonato la riscossa. Garcia ha dimostrato di dare un gioco e di avere la squadra in mano in 40 giorni si può tenere un gruppo e si può creare qualcosa di interessante. Ho dei dubbi su Pjanic a centrocampo lo vedo in difficoltà in quella posizione”.

 

CARLO ZAMPA (Rete Sport): “Se devo cercare qualche difetto alla partita di ieri dico che la coppia centrale difensiva non mi pare ben assortita, non mi da garanzie. Io ritengo che la Roma debba cercare anche un difensore centrale. Balzaretti’ Insomma, è sempre un punto interrogativo, non ha fatto molto. Ma l’alternativa è Dodò…De Rossi lo vedo molto più integrato in questo sistema di gioco che vuole Garcia. Benissimo anche Florenzi, uno che diventa con tutti gli allenatori uno insostituibile” 

 

MAURIZIO CATALANI (Rete Sport): “Tutte le strade della Roma portano a Totti. Questo ha detto la partita di ieri. Poi anche un grande Maicon e una squadra che comincia a diventare gruppo. Ora vediamo che combina Sabatini con gli acquisti, altrimenti è una squadra tronca che ti fa stare tra la quarta e la quinta posizione. Le mosse di mercato in entrata dopo quelle in uscita diranno che Roma sarà. Un vero giudizio su questa squadra si potrà dopo il sesto turno”

 

PAOLO ASSOGNA (Tele Radio Stereo): “Non enfatizziamo questa vittoria. Però attenzione ci sono degli elementi nuovi perché negli anni passati ci stavano 4 o 5 azioni a favore degli avversari anche contro le peggiori squadre di serie A.  Ieri non avuto mai la percezione che il Livorno potesse fare paura alla Roma. Florenzi bene bene perché e stato l’unico che si è mosso senza pallone. Bene Maicon, De Rossi, Totti soprattutto quando  è stato tolto dalla posizione defilata però se devo dare l’uomo solo ti dico Florenzi per mentalità. Florenzi? E’ un gregario di lusso e non è poco. Ad oggi lo vedo titolare in attesa del mercato sia chiaro perché oltretutto da Trigoria giungono notizie su Gervinho non proprio esaltanti. Non sta colpendo particolarmente l’ambiente. Magari diamogli tempo. Con Totti punta centrale la manovra è andata meglio sembra che la squadra non regga il classico centravanti. Giocare senza centravanti con Ljaji? esterno e Totti attaccante atipico?  Questa è una soluzione, ma la storia ci insegna che non bisogna accontentarci di una sola soluzione offensiva. Un altro attaccante di peso sarebbe importante. Borriello e Burdisso sono due stipendi non sono visti bene a Trigoria e quindi fino alla fine cercheranno di piazzarli. Comunque su Ljaji?  ci andrei cauto perché c’è il Milan di mezzo”

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): “Io sono contento per De Rossi perchè si pensava di cederlo, poi aveva ricevuto tante critiche per le prestazioni e per l’ingaggio. Una volta trovato un allenatore che semplifica, che è concreto, uno che lavora più per la squadra che per se stesso, le cose stanno cambiando anche per De Rossi. Vittoria di buon auspicio, portata da tre romani anche di estrazione calcistica anche a giustificare in maniera irridente quanto fatto dai dirigenti in questi anni”

 

ALESSANDRO AUSTINI (Radio Radio): “Da Livorno porto dietro la sensazione di una Roma più solida rispetto allo scorso anno, ma mi sento di sospendere il giudizio perchè credo di aver visto poche squadre di livello scarso come il Livorno. Ieri non si è potuto verificare la consistenza difensiva della Roma perchè il livorno ha fatto un paio di tiri in porta. Alla Roma ieri mancavano giocatori importanti come Strootman e Destro ma anche come i due acquisti di livello che mi aspetto da qui al 2 settembre. Mi risulta Ljajic molto vicino e un centravanti “

 

ALESSANDRO VOCALELLI (Radio Radio): “La Roma ieri non ha mai dato al Livorno la sensazione di rientrare in partita. Mi è piaciuto molto Maicon che forse ha risolto i problemi sulla fascia destra. E’ una squadra più concreta, più pratica, più adatta a questo campionato. Non bisogna trarre molte indicazioni definitive, ma le partite sono facili quando le vinci ma a volte anche contro avversari nettamente inferiori ti si possono complicare”

 

LUIGI FERRAIOLO (Radio Radio): “La Roma deve essere più incisiva in fase offensiva, però la cosa più positiva a Livorno che è una squadra più equilibrata rispetto al passato. Deve velocizzare la manovra. Ora perdendo Osvaldo e Lamela insieme devi correre ai ripari. Aleno con uno di pari valore. Oltre a Maicon mi è piaciuto tanto Florenzi, che ha tirato fuori tanta tecnica. Anche l’età media che si è alzata ha facilitato il miglioramento di personalità della squadra” 

 

PATRICK VON BRUCK (ReteSport): “Francesco l’ho visto alla grande,anche Borriello. Ho visto una squadra,con un’impronta. Ljajic e Matri mi piacciono molto.Ma Se salta Ljajic chi prendi? La tempistica è stata toppata completamente.” 

 

 

JACOPO SAVELLI (Rete Sport): “Borriello è un giocatore vero, non come Tallo. La Roma ha bisogno di un centravanti, aldilà di Destro. L’intercambiabilità della roma contro i toscani mi è piaciuta: Pjanic mi è piaciuto molto, mentre si alternava con Totti e De Rossi. la proposta di gioco è interessante, la squadra c’è. Garcia mi piace. La cessione di Lamela non la condivido, se compriamo Nedelev e Demba Ba per Lamela non ci sto, la Roma si indebolisce. Se si compra Ljajic,Matri e un terzino sinistro per Lamela allora ci sto. A sinistra serve uno che può fare sia il terzino sia il centrale, un po’ alla Panucci. Un ds bravo non lo è solo quando vende Marcos al Psg, ma anche quando compra e scopre talenti. Le altre squadre, aldilà della Juventus, sono alla portata..la Roma se la gioca,forse anche così,ma sono certo che con la cessione di Lamela, Sabatini qualcuno comprerà…in questo modo la Roma può puntare alla Champions League. Gli ultimi due campionati la Roma li ha buttati al vento perdendo punti contro le piccole.
Speriamo sia cambiata l’aria. La Roma ha vinto e convinto.Ora serve investirci sopra.”

 

MIMMO FERRETTI (Tele Radio Stereo): “Penso che la Roma possa essere la squadra più forte del campionato. Aver chiuso con due ammonizioni per i due difensori centrali è una cosa scandalosa, Benatia è enorme ed ha un’irruenza straordinaria. La società sta pensando, di proposito, di cambiare la coppia centrale. Non mi sono piaciuti né Balzaretti né Bradley né Pjanic. Mezzo voto di differenza tra Totti e Pjanic è una valutazione sbagliata. La prestazione del Capitano è stata nettamente superiore a quella di Pjanic. Esce Borriello e si fanno due gol, Gervinho non ha toccato il pallone ma ha fatto segnare. Perché? Totti è stato spostato al centro dell’attacco e favorendo gli inserimenti, soprattutto di Florenzi il quale, a sua volta, ha fatto una prestazione super. Facciamo festa per i 3 punti ma dobbiamo aprire gli occhi perché domenica prossima abbiamo il Verona contro. Non siamo una squadra completa, a centrocampo stiamo messi bene (considerando che mancava Strootman), davanti serve un giocatore che porti qualità in attesa di Destro a cui auguro di potersi riprendere prima possibile. Stava per entrare Lamela poi dopo un calcio d’angolo per il Livorno, Pjanic ha chiesto il cambio ed è entrato Marquinho. De Rossi era un terzo centrale, poi pian piano è salito arrivando ad una posizione molto più alta rispetto a com’è partito. La Roma è ancora un cantiere aperto. C’è bisogno di un sostituto di Osvaldo e di Lamela e ci sono i soldi per poter agire.”

 

PIERO TORRI (Tele Radio Stereo): “Abbiamo visto che il Verona ha triturato il Milan, ha qualche giocatore interessante. Il Livorno mi sembra poca roba, comunque per la Roma non è stata una partita facile. Motivo? Dopo il 26 maggio tutto è più difficile, la pressione era tanta ed era obbligata a vincere. Tutte le chiacchiere di mercato non stanno aiutando. L’impazienza dei tifosi è assolutamente comprensibile e quindi non era facile da un punto di vista mentale. Non mi ha mai dato la sensazione che stesse soffrendo. Sono convinto che se si riesce a mettere 3 risultati utili consecutivi, tutto diventerà più facile. Lamela? Mi spaventa da un punto di vista economico. Ricordiamo che questo è il primo anno in cui entra in gioco il fairplay finanziario. Mi aspetto che con i nuovi innesti la Roma sarà sicuramente più forte dell’anno scorso. Ljajic arriverà e prenderei Benteke dell’Aston Villa. Linea giovani? Ho sentito dire che la Roma ha rinnegato il progetto. Secondo me si è un po’ esagerato a riguardo e i risultati si sono visti. Abbiamo venduto Marquinhos ma abbiamo preso Jedvaj, abbiamo quasi venduto Lamela e stiamo prendendo Ljajic. Il giocatore della Fiorentina è molto meglio come esterno rispetto ad Erik. I giocatori ci sono: Bradley, Strootman, Dodò (che spero riesca a prendere il posto di Balzaretti), Pjanic, Romagnoli. C’è uno scheletro di giocatori nati dal 90 e la campagna acquisti fatta quest’anno è la migliore degli ultimi anni”.

 

PAOLO FRANCI (Rete Sport): “Sono molto contento,anche se ci vorranno circa sei partite per capire come sarà la stagione della Roma. Non c’è sensazione di confusione, come negli anni passati. Garcia mi sembra molto saggio, adotta una difesa molto bassa,c’è una ricerca di un qualcosa che serva a dire sicurezza alla squadra. Assomiglia molto a Mazzarri. Maicon ha smentito tutti, solo con una partita.Totti e Maicon si cercano tantissimo. Il terzino brasiliano non è una possibile sorpresa ma un sospiro di sollievo. La sua presenza ti fa rendere conto di quanto la Roma avesse bisogno di un giocatore di questo livello.”

 

UGO TRANI (Rete Sport): ” Garcia ha detto: “nessun alibi a Livorno, mi hanno garantito giocatori di paro livello rispetto a quelli che vanno via. Secondo me qualcosa è successo durante la tournée, Pallotta ha tirato le somme. Finchè non c’è lo stadio e non c’è la squadra non può sempre buttare i soldi. Solo Pjanic è rimasto da quando gli americani hanno comprato la Roma, ed è clamoroso.
La Roma contro il Livorno era senza Marquinhos,Osvaldo, Lamela e Strootman, ovvero senza i tre giocatori più importanti dello scorso anno e l’acquisto più importante fino a questo momento. Il Livorno così non resta in Serie A e ha bisogno di arrivi, molto più di quanti ne ha bisogno la Roma. Garcia ha chiesto tempo per far capire alla squadra il proprio credo, ed è un dispiacere vendere ad una settimana dalla fine del mercato i giocatori migliori della rosa. Su Lamela forse si vuole sfruttare il bottino di gol della mezza stagione con Zeman. La Roma ha bisogno di un centravanti, non è possibile che esce Borriello e tu fai gol.
Maicon quando spinge lo senti,non come Balzaretti. Florenzi ieri ti ha dato profondità,non equilibrio.Ti ha risolto la partita. Florenzi è un grande giocatore anche come ala. Su dieci allenatori in serie A se gli chiedono chi preferiscono tra Gervinho e Florenzi, tutti e dieci Florenzi. A Florenzi lo vogliono tutti. Presto avrà anche un mercato estero. Alla Roma serve un difensore centrale e un terzino sinistro di qualità. Più due attaccanti. Ora la Roma ha un allenatore.Garcia è coerente.Non abbiamo più Andreazzoli.”

 

 

GIANLUCA LENGUA (Centro Suono Sport): “Il primo tempo mi sono spaventato perchè ho visto la Roma dell’anno scorso, giocatori impauriti. Poi dopo il gol di De Rossi si sono sbloccati un po’ tutti”

 

DAVID ROSSI (Tele Radio Stereo): “Inutile gioire troppo ma quelli di Livorno sono tre punti che ci vogliono per l’ambiente e per goderci questa settimana.

 

RICCARDO GALOPEIRA (tele Radio Stereo): “Io mi prendo tutto quello che fa star bene il tifoso. Mentalmente sono già proiettato a domenica prossima perchè il Verona non è il Livorno, e ci sarà da soffrire. Squadra scorbutica che non gioca nemmeno male e quello stampellone lì davanti…Baldini vuole Balzaretti al Tottenham? sarebbe la prima cosa da romanista che fa…”

 

MARIO CORSI (Centro Suono Sport): “Dirigenza vergognosa nella Roma, il management di Trigoria è un coacervo di bugie. Soprattutto Sabatini che dopo il derby disse che erano tre che non partivano: Marcos, Osvaldo e Lamela. La cosa è semplice: Unicredit ha detto ‘noi non mettiamo più niente adesso sta a voi’. Gli americani fanno come fece la Lazio quando si mise in mano alla banca e hanno venduto tutti. Quindi un plauso alla squadra che ieri ha vinto alla grande a Livorno, ma un tifo contro la dirigenza. Questa Roma con Marcos, Osvaldo e Lamela avrebbe dato fastidio alla Juve”

 

MASSIMILIANO MAGNI (Rete Sport):“Confortanti parecchie prestazioni, Florenzi su tutti. bene anche De Rossi che segna un gran gol e gioca una discreta partita e Maicon che è ancora tanta roba.  E’ una squadra ancora in costruzione, specialmente in attacco. C’è un continuo scambio di posizioni fra i giocatori, i giocatori stanno sempre attenti a mettere in difficoltà gli avversari senza dare punti di riferimento. Maicon impressiona,soprattutto per la personalità.Si cerca spesso con Totti. Maicon dà l’impressione che abbia grande voglia di giocare a pallone, ed è tutto molto confortante. Garcia ha fatto capire che si aspetta qualcosina in entrata davanti. Ljaic è giovane e potrebbe essere un buon rimpiazzo, se parte Lamela. La Roma ha bisogno di attaccanti. Ieri hanno segnato due centrocampisti. La roma ieri aveva una manovra molto fluida, e mi è piaciuta per la pazienza. Garcia ha fiducia nella società, e si aspetta almeno due acquisti. Sono andati via due giocatori importanti, e non avremo sempre il Livorno davanti”

 

TONY DAMASCELLI (Radio Radio): “Quello che conta è la sostanza. Ha vinto, con due gol belli, rabbiosi e voluti. Seganti da due romani. Mi piace sottolineare il viso di Zanzi uno che è passato da Beautiful a Sky. E’ un po’ Big Jim”. 

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “Partita facile anche se la Roma faticava a trovare spazi. Con l’ingresso in campo di Gervinho è cambiata la gara anche se lui non l’ha presa mai. Il migliore è stato Florenzi uno che ha il calcio in testa. Vittoria importante, anche se venuta con una squadretta, perchè se non fosse venuta apriti cielo. Grande gol di De Rossi, ottimo Florenzi e bella gara di Totti che ha preso una traversa. Squadra che risente delle voci di mercato. Ora deve arrivare qualcuno, magari sia Ljajic che Hernandez, due sui quali ho grandi dubbi”

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “Partita che non da indicazioni per il futuro. Il Livorno è poca roba. La Roma gioca sotto tono, quando incontrerà una squadra vera allora ne riparliamo”.

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Questa squadra con Ljajic o Hernandez in più puo’ lottare per il terzo posto insieme  tutte le altre. Ieri prova superata con una sufficienza molto abbondante. Vediamo adesso domenica prossima contro il Verona. Ieri ho visto Pjanic poco continuo ma non era facile contro un centrocampo a sei, comunque quello della Roma è un centrocampo molto buono che con Strootman puo’ diventare perfetto. La Roma è arrivata a questa partita con tanta pressione addosso ed è anche per questo che la vittoria è importante. Garcia lo ha detto: la vera Roma si vedrà dalla quarta giornata”

 

ILARIO DI GIOVAMBATTISTA (Radio Radio): “Andiamoci piano con la vittoria di ieri della Roma. Il Livorno è proprio poca cosa e credo che se non correranno ai ripari sarà difficile questo campionato per loro”

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport): “Totti secondo me continuerà a stare nelle zone del campo che vuole. Poi quando arriverà un centravanti il Capitano tornerà come esterno.

 

 

FABIO MACCHERONI (Radio Manà Manà Sport): “Con Marcos e Lamela questa sarebbe una squadra quasi perfetta. Vedo che Garcia ‘copre’ bene la difesa. Ora anche con Strootman vedremo questo. In difesa non mi convince Benatia, io metterei Romagnoli.  Sul mercato dico che chiunque prendi al posto di Lamela fai un passo indietro”

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): “I soldi spesi per Gervinho li avrei spesi per un altro tipo di giocatore. Nel uolo di centravanti c’è un buco clamoroso e ieri sera si è visto”

 

DARIO BERSANI (Tele Radio Stereo): “Ieri ho capito che Rudi Garcia ha intenzione di affidare le chiavi della squadra a Daniele De Rossi. Sarò il centrale della squadra e a volte cambierà con Strootman. Spero che questo vada bene a tutti. L’immagine di Sabatini dopo il gol? Niente di strano, forse aveva paura di gioire per la vicinanza dei livornesi…”

 

FLAVIO DI STEFANO (Elle Radio): “La fotografia del match è la discesa di Maicon. Secondo me il brasiliano è stato il migliore in campo staccato. Sento troppo entusiasmo, la Roma ha battuto una squadra troppo inferiore. Quindi andiamoci piano. De Rossi che segna e in quel modo, torna ad essere quello che è sempre stato, ed ha sbloccato la Roma”

 

SANDRO NINI (Elle Radio): “Notte perfetta, la Roma torna a vincere dopo tanti anni l’esordio in campionato e segnano due giocatori che oltre ad indossare quella splendida maglia tifano fin da bambini per la stessa. Sul mercato continuo a dire che aspetto il 2 settembre per giudicare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy