‘RADIO PENSIERI’, FERRETTI: ” Ha ragione De Sanctis: è una classifica anomala”, BALZANI: “Berlusconi che ora s’interesserà del Milan mi preoccupa”

di finconsadmin

(Redazione ForzaRoma.info) Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali. (AGGIORNA)

 

TONINO CAGNUCCI (Rete Sport): “Destro è un signor attaccante ed è solo al 2% delle sue possibilità. Sinceramente non ci faccio niente coi dieci punti di distacco da Inter e Fiorentina, io voglio lo scudetto. De Sanctis ieri ha fatto una cosa d’altri tempi, una parata fantastica. Sono sempre con quei mille che allo stadio cantano tutti e 90 i minuti”

 

FRANCESCO BALZANI (Centro Suono Sport): “La vittoria con la Fiorentina rilancia la Roma per lo scudetto ma Bergamo a parte i giallorossi hanno sempre mostrato di poter competere con la Juve. Lo dimostrano i numeri e i risultati con le big. Col ritorno di Totti, arbitraggi normali e un paio di pezze dal mercato nulla e’ impossibile. Stadio? Pensare di poter fare tutto in 3 anni e’ utopico. Oggi e’ stato messo un mattone virtuale importante, ma per mettere quello fisico ci vorrà ancora del tempo. Sarebbe un successo farlo entro il 2018. Sulla carta col Milan peggiore degli ultimi 20 anni non c’è partita, ma già ho sentito che Berlusconi ha prenotato l’elicottero per Milanello. Questo mi preoccupa”

 

MARCO CHERUBINI (Teleradiostereo): “Il problema dell’assenza di Totti è legato all’assenza contemporanea di altri giocatori come Gervinho. Non me la sento di dire che questa è una Roma da 10/12 titolari e basta perché per me Dodò può reggere, Bradley può reggere. Forse è arrivato il momento di dare un po’ di riposo a Florenzi. Il percorso delle inseguitrici è più che zoppicante, soprattutto l’Inter che come la Roma non ha le coppe. Se a Gennaio arriva un innesto importante a centrocampo sarebbe importante”

 

DANIELE LO MONACO (Rete Sport): “A Milano c’è sempre da preoccuparsi. Il Sassuolo dopo aver rubato punti al Napoli e alla Roma non penso lo faccia anche a Torno. Comunque la Roma deve arrivare allo scontro diretto del 6 gennaio al massimo con tre punti in meno, per andarsi a giocare il tutto per tutto perchè con una vittoria la raggiungi. Del Milan mi preoccupa che Balotelli stia tornando ai suoi livelli, anche se non al massimo. E’ lui il pericolo numero uno, non la fase difensiva rossonera. Già mi immagino come Gervinho si inserirà nelle maglie rossonere”

 

ENRICO MAIDA (Rete Sport): “A Milano mi aspetto davanti Totti Destro Gervinho. In queste giornate speravo che Dodo avesse opportunità di giocare con continuità. Se in estate mi avessero detto che Milan-Roma si sarebbe giocata con la Roma sopra i rossoneri di 19 punti non avrei dato molto credito a questa possibilità, va al di là di tutti pronostici. Nessuno sapeva quale poteva essere l’impatto di Garcia sulla Roma. Il Milan è una squadra piena di difetti quindi mi aspetto una bellissima partita della Roma. E poi Totti a Miano ha giocato sempre partite splendide”

 

GIANFRANCO GIUBILO (Teleradiostereo):I quattro pareggi consecutivi sono capitati in circostanze strane, non normali. Gervinho non era quel bidone di cui si vociferava in ambienti romani. E’ importante il recupero di Destro, la nota negativa è l’assenza di Pjanic a Milano. L’organico della Juve è di un’altra dimensione, loro possono avere 4/5 titolari fuori e non perdere quasi nulla”

 

MARIO SCONCERTI (Radio Radio): “La Fiorentina è entrata molle in campo. Quando viene attaccata prende gol. Quello che mi rende fiducioso per la Roma è un dato che esiste da tantissimi anni: per vincere un campionato non si puo’ perdere più di quattro partite”

 

GIULIO DELFINO (Radio Radio): “De Sanctis e Gervinho protagonisti della vittoria di ieri.  A sorpresa, però, direi anche Dodò che ieri ha annullato Cuadrado e non ha giocato nemmeno male. Nell’azione del gol viola l’errore lo ha fatto Strootman. Dodò sta migliorando tantissimo e Garcia potrà contarci per il futuro”

 

SANDRO PICCININI (Radio Radio): “Sul podio della Roma metto senz’altro Gervinho, poi aggiungo Destro che ha fatto un gol bellissimo da vero centravanti. Poi De Sanctis per la parata miracolosa”

 

MIMMO FERRETTI ( TeleRadioStereo ) : ” Ha ragione De Sanctis: è una classifica anomala. Vorrei ricordare che due vittorie della Juventus sono viziate dagli arbitri.Contro Chievo e Torino ha fatto 6 punti, ma ne doveva avere 2.  Il campionato è regolarissimo. Ma se Cuadrado vale 50 milioni, Gervinho vale 50 milioni al Cuadrado? Contro la Fiorentina la Roma ha giocato col veleno. Ottime le sostituzioni da parte di Garcia. Destro? Una bellissima favola. Garcia neanche lo conosce Mattia, lo allena da meno di un mese. De Sanctis? Parata importante… ma dovrebbe essere un po’ più sereno. Castan? E’ cresciuto in maniera esponenziale.”

 

JACOPO SAVELLI ( ReteSport ) : “Giornata favorevolissima alla Roma. Dodò è in crescita, bisogna dargli tempo. Ljajic? Fatica a trovare una posizione in campo…non è  come Gervinho. Da Adem ci si aspetta di più.”

 

PAOLO ASSOGNA ( TeleRadioStereo ) : ” Il quarto posto così lontano dimostra che le prime 10 vittorie consecutive non erano un caso. Ottima lettura tattica da parte di Rudi Garcia, specialmente per la copertura su Borja Valero. Montella e il mister giallorosso sono veramente bravi. Mi hanno fatto divertire tanto. La fisicità di alcuni giocatori è la differenza sostanziale tra i giallorossi e i viola. La Roma ha giocato con più sostanza e con più costanza.”

 

FRANCO MELLI ( RadioRadio ) : “La Roma è l’unica squadra che compete con la Juve. La squadra giallorossa è la salvezza del campionato. La Roma può vincere a Milano.”

 

 

PAOLO FRANCI ( ReteSport ) : “La cosa più bella della Roma di ieri è stata la capacità di stare in partita. Dentro la partita. La Roma, escludendo la Juve, è l’unica squadra compiuta. Non ha limiti strutturali.”

 

PIERO TORRI ( TeleRadioStereo ) : “Il centravanti di peso, il bomber d’aria di rigore ce lo hai in casa. Movimento straordinario, da attaccante puro. Si chiama Mattia Destro. Non si possono discutere le sue doti naturali. Qualche tempo fa lo avevo paragonato a Bobo Vieri. Sarà il centravanti della Nazionale, ha tutto. E’ un predestinato. Poi come vede la Fiorentina Destro fa gol…Gervinho? Super!”

 

MASSIMILIANO MAGNI ( Rete Sport ): “Pjanic ieri mi è sembrato fumoso, continuo a vederlo meglio da trequartista che come interno di centrocampo. Tuttto questo senza fare conto dell’espulsione, se viene troppo impegnato in copertura perda in creatività. Pjanic è una mezza punta. Gervinho è stato eccezionale, fa 3-4 assist“.

 

JONATHAN CALO’ ( CentroSuonoSport ) : “Gervinho è il Ronaldo nero. Solo con la Playstation puoi fare le cose che fa lui in campo. Non esiste in Serie A un giocatore con le sue caratteristiche. E’ semplicemente immarcabile. Lo ha detto anche Montella”

 

UBALDO RIGHETTI (Teleradiostereo): “ Una squadra di alti contenuti. E’ stata straordinaria da parte di Garcia, straordinaria la lettura, la reazione che hanno avuto i giocatori dopo il pareggio. La Roma è forte e preparata per lottare per i primi posti. Tatticamente la Roma è stata straordinaria, ha limitato le giocate di Cuadrado, che ha fatto le sue giocate a 40 metri dalla porta”.

 

MARIO CORSI ( CentroSuonoSport ) : “La Lazio non deve andare in ritiro a Norcia, deve andare in Serie B. L’artefice maximo di questo campionato è Rudi Garcia. Il merito è suo, anche nell’aver portato Gervinho in questa città. Noi romanisti all’inizio l’avevamo preso un po’ in giro, invece è impressionante. Totti è stato fra i migliori in campo anche ieri che stava in panchina…”

 

DAVID ROSSI (Teleradiostereo):  “La vittoria più importante, nel giorno più difficile e nella partita più complicata, contro un avversario ostico che per alcuni tratti della partita ti ha messo anche sotto. Aveva meritato anche il pareggio. Nel secondo tempo la Roma ha avuto una fiammata straordinaria, ha creato tantissime occasioni. Gervinho fa impressione, c’è stato il gol di Destro che ha chiuso quello che il ragazzo ha dovuto patire. La Roma rimane a -3 dalla Juve, va a +5 sul Napoli, +9 sull’Inter, +10 sulla Fiorentina. Questo per far capire l’importanza di questa vittoria in questa giornata. Finalmente è arrivato uno squillo di Maicon”.

 

 

UGO TRANI ( ReteSport ) :”Anche se la Fiorentina avesse Gomez non sarebbe più forte della Roma, ma lui il gol che ha sbagliato Aquilani lo avrebbe fatto ad occhi chiusi. La Roma gioca molto a folate, anche ieri che la partita era molto differente dalle altre. Montella è veramente bravo, perchè la Fiorentina ieri se l’è giocata contro una squadra che è molto più forte dal punto di vista individuale. La Roma nei 14-15 è una delle migliori squadre d’Italia”.

 

GALOPEIRA (Teleradiostereo): “Non solo la vittoria più bella, ma a tratti ho visto anche la più bella Roma. Noi ieri abbiamo battuto una signora squadra, la Fiorentina sa giocare a calcio, sa quello che vuole, con un giocatore straordinario come Borja Valero. Grande prova della squadra, si sono visti gli 11 lupi come aveva detto Garcia. Ieri la giornata più importante del campionato, ha dato un’impronta fronte sul terzo posto ma anche sul primo”.

 

 

FURIO FOCOLARI ( RadioRadio ) : “La Roma è una squadra allegra, ed è tutto merito di Garcia, che azzecca qualsiasi cosa. Ha segnato Destro, e fa piacere … senza dubbio è un bel ritorno. Ma il vero fenomeno si chiama Rudi Garcia.”

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Sembrava che il mondo era finito con la finale della Coppa Italia, neanche l’Ajax che ha vinto tre Coppe dei Campioni di fila. Poi le cose per osmosi passano al gruppo, ai giocatori. Ieri ho visto la più bella partita del campionato. L’impressione chiara che la Roma sia un gruppo formato di uomini fatti, mentre la Fiorentina ancora lo deve diventare. La coppia di centrali è la più forte del campionato, bisogna aggiungere De Rossi che non li lascia mai soli. La cosa che mi è piaciuta di più è che anche quelli che hanno giocato meno bene hanno fatto parte di un piano tattico”.

 

ILARIO DIGIOVANBATTISTA (Radio Radio): “La Fiorentina esce a testa alta dall’Olimpico. Ieri dava l’impressione che chi avesse segnato il secondo gol avrebbe vinto. Potevano farlo anche i viola. Gervinho ha vinto la sfida con Cuadrado. Lui è molto più decisivo”

 

TONY DAMASCELLI (Radio Radio): “In Italia ci sono solo tre squadre che giocano un calcio accettabile: Juve,Roma e Fiorentina. I viola penalizzati dall’assenza di Gomez. Sono cotento per Destro. La sfida Juve-Roma ha modi diversi dal passato, perchè Boniperti,Viola e Sensi avevano una personalità differente da quella di Andrea Agnelli e James Pallotta. Forse la sfida del 6 gennaio potrebbe essere decisiva”

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “La sfida Juve-Roma è differente da quella degli Anni Ottanta. Oggi le due società sono amiche, una volta si odiavano. Ieri Gervinho un po’ meglio di Cuadrado, ma anche perchè la Roma è più forte della Fiorentina. Cuadrado? E’ giovane ed ha una carriera davanti a sè. A me sembra un giocatore da Barcellona” 

 

ANGELO DI LIVIO (Radio Manà Manà Sport): “Benatia e Castan sono state due rocce, due animali. Ljajic è stato fastidioso, anche se è stato un po’ testardo. Lo spiritio di squadra ieri è stato fondamentale. Ieri la Roma ha giocato più veloce”.

 

MAX LEGGERI (Radio Manà Manà Sport): “Prestazione opaca di Ljajic perché sappiamo come può giocare. I primi 35 minuti sono stati di una squadra impressionante e la Fiorentina che è una grande squadra non ci ha capito nulla all’inizio. La Roma ha giocato più veloce perché ha lasciato più iniziativa all’avversario. La favola di Destro ieri si è materializzata. Ieri Castan anche meglio di Benatia”.

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport): “La classifica torna a sorridere, il Napoli sta a 5 punti che sarebbero 6, l’Inter a 9 che diventano 10. Le cose iniziano a tornare nel verso giusto. La Roma sta riacquistando la velocità che è stata determinante nelle prime 10 vittorie. Ieri Gervinho l’ho visto tornare ai fasti delle prime giornate. Il centrocampo mi pare un pochino stanco”.

 

FABIO MACCHERONI (Radio Manà Manà Sport): “C’è una frattura tra Roma e Juve che stanno giocando un altro campionato e il resto delle squadre. La Roma sta facendo una stagione straordinaria, sta succedendo quasi al contrario quello che era succedendo all’inizio”.

 

DARIO BERSANI (TeleRadioStereo) : ” Il secondo gol è stato uno strillo collettivo e liberatorio. Era un bivio fondamentale della stagione quello di ieri. La Roma ha scelto la sua strada. In molti si auguravano la prima sconfitta della Roma, ma questa squadra non ha perso perché ha troppe palle. Come il mister Garcia. La squadra giallorossa stacca anche le inseguitrici e si proietta verso il match di lunedì contro i rossoneri. Gran bella squadra, la Fiorentina.”

 

AUGUSTO CIARDI (TeleRadioStereo) : “Due protagoniste: Juve e Roma. Mezz’ora di Roma travolgente, distribuiti in due tempi. Quando ti viene meno uno come Destro, Totti e Gervinho…ti rendi conto di ciò che è mancato alla Roma. La Roma ha tenuto botta, non superando certi ostacoli. Ora si fanno i conti con le squalifiche e le diffide. Nemmeno Inter e Napoli sono da Scudetto. La Roma vince contro le grandi, è consapevole dei propri mezzi…la Roma c’è, e se la giocherà contro i bianconeri”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy