‘RADIO PENSIERI’, MANGIANTE: “Mi aspetto la mossa vincente da parte di Garcia”, AUSTINI: “Ci faccia vedere una Roma diversa”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali

di Redazione, @forzaroma

Quello delle Radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Sì, anche le altre città hanno degli spazi dedicati allo sport, e magari anche la loro stazione dedicata alla squadra del luogo. Non si troverà mai, tuttavia, una voce altisonante e popolare come quella proveniente dagli apparecchi della Capitale; una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo, e una folla di appassionati pronti a sintonizzarsi all’ora concertata. Ogni protagonista va a comporre un grande collage che riempie di spunti, approfondimenti e contraddizioni la settimana del tifoso. Un ciclo continuo, che si rinnova sulle frequenze FM locali ogni giorno, di partita in partita, stagione dopo stagione.

 

GUIDO D’UBALDO (RadioRadio) : Di Rotterdam, la Roma deve ritrovare lo spirito. Uscire anche dall’Europa League dopo la Coppa Italia sarebbe un grande problema”

 

ALESSANDRO VOCALELLI (RadioRadio) : La Roma deve riscoprire la coralità, mi auguro giochi Florenzi in attacco perché Ljajic, Iturbe e Gervinho sono tre individualisti”

 

JACOPO SAVELLI (ReteSport) : “La Roma non è e non può essere quella degli ultimi tre mesi. Sono sempre più convinto che la causa principale dei mali della squadra è prettamente psicologica. Serve anche un pizzico di fortuna per uscire da una situazione del genere.”

 

ANGELO MANGIANTE (ReteSport) : “Mi aspetto una mossa da Rudi Garcia, con le mosse si vincono le partite. Il tecnico francese deve scuotere la squadra. Mi risulta che Torosidis giocherà il terzino destro. Gervinho e Iturbe la squadra non li regge, in questo senso vedo più Florenzi nel tridente. Montella ha sempre delle intuizioni da grande allenatore.”

 

FRANCESCA FERRAZZA (ReteSport) : “Per come sono fatta io, avrei mandato la Roma in ritiro da un mese. L’importante è comunque che ci sia un’unità, una forza e chi è al comando della squadra e della società sia credibile per tutti. Speriamo che stasera si pareggi con gol, e che sia la Roma di Rotterdam, anche se potrebbe non bastare”

 

GIANLUCA PIACENTINI (TeleRadioStereo) : L’assenza di Totti è grave perché la Roma si troverà a giocare la partita più importante della sue stagione senza il suo giocatore più importante. Doumbia stasera rischia di non andare neanche in panchina secondo me”

 

PIERO TORRI  (TeleRadioStereo) : “Lo zero a zero non mi piace, il pareggio con gol invece si. La Fiorentina vista allo Juventus Stadium fa paura, non quella contro la Lazio. Dipende tutto dalla Roma. Tutti a Trigoria tengono a questa gara, potrebbe essere l’unico obiettivo stagionale che è rimasto. L’Europa League non è semplice, spero che la squadra giallorossa ci faccia sorridere dopo 3 mesi che ci fa preoccupare.”

 

MARCO MADEDDU (TeleRadioStereo) : “A me il pareggio non mi starebbe male, tutt’altro. C’è da considerare il tipo di importanza che dai alla Coppa. Garcia ci ha fatto capire che a lui interessa più il campionato. L’Inter e il Torino hanno come primi obiettivi l’Europa League, sicuramente. Nonostante gli impegni proibitivi. Peraltro, credo che anche il Napoli punti all’Europa League. Credo che Garcia voglia restare qui diverse altre stagioni, anche per quanto riguarda il mercato”

 

VALENTINA CATONI (TeleRadioStereo) : “Nonostante il periodo negativo della Roma, non firmo mai per un pareggio. La Fiorentina sa giocare un ottimo calcio, anche se è una squadra altalenante.”

 

FABRIZIO ASPRI (ReteSport) : “Mi aspetto Florenzi esterno alto, con Verde pronto a subentrare. In attacco vedo il tridente composto da Ljajic e Gervinho. Iturbe? L’argentino ha gamba e tanta voglia, ma a volte vuole strafare con dei tocchetti in più. Penso che Pjanic parta dalla panchina, mentre Nainggolan me lo aspetto in campo”

 

ALESSANDRO AUSTINI (TeleRadioStereo) : Non è più il momento delle parole. Garcia non deve più annunciarci una Roma diversa, ce la deve far vedere. Ovviamente non dipende solo da lui però questa è una competizione a livello dei giallorossi. Ho l’impressione che la difesa del secondo posto non interessi ai giocatori”

 

RICCARDO ‘GALOPEIRA’ ANGELINI (Tele Radio Stereo):Anche Keita visto dopo la Coppa d’Africa non è più quel giocatore straordinario ammirato prima, non mi sembra quell’arma in più che avevamo prima. La cosa più grave di questa squadra è che mi ha dato l’impressione di essersi impegnata, ed è questa la cosa peggiore”.

UGO TRANI (Rete Sport): “Questo è un momento dove devi anche vedere le energie dei giocatori. Visto che lunedì contro la Sampdoria Nainggolan non può giocare, secondo me stasera gioca lui a centrocampo. Credo che Montella non azzarderà cambiamenti stasera. La difesa a quattro la sta provando da troppo tempo e non credo che tornerà indietro proprio oggi. Credo che lui abbia difficoltà a fare la formazione più di Garcia”

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “Se mancano le gambe le idee fanno fatiche a venire fuori. Si affrontano due squadre che si conoscono a memoria. Non mia spetto grandi cambiamenti tattici ma qualche aggiustamento potrebbe fare la differenza. Negli ultimi precedenti sono state sfide che si sono giocate sempre in maniera equilibrata, la Roma ne ha vinte di più ma la Fiorentina è stata sempre in partita”. 

 

DAVID ROSSI (Roma Radio)“Quello della Roma attuale è un problema psicologico. C’è da pensare all’Europa League e forse giocare fuori casa è un vantaggio ma poi se pensi alla prestazione di Verona…Poi penseremo al campionato dove ci sono diversi scontri diretti per difendere questo secondo posto fino alla fine”

 

PAOLO FRANCI (ReteSport) :Io me l’aspetterei una dedica dei giocatori all’allenatore in caso di vittoria, sarebbe un bel segnale all’ambiente. Cambierei la società con quella della Juventus, ma non per le persone, ma per come gestiscono. Florenzi deve giocare in attacco oggi, perchè oggi che i gol valgono doppio, uno come lui con gli inserimenti può essere molto utile.”

 

MASSIMILIANO MAGNI (ReteSport) :Quando sono arrivati ci hanno detto che avremmo vinto al quinto anno, ora siamo al quarto quindi aspettiamo, per i soldi spesi non si potevano usare tutti nel mercato una parte serviva per rifinanziare il debito.”

 

FRANCO MELLI (Radio Radio)“Io stasera vedo la Fiorentina favorita. Garcia dice che lui vorrebbe la Roma di Rotterdam ma secondo me non basta. Vi ricordate il gol preso contro il Feyenoord?”

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “La Roma si è ridimensionata. Perchè Garcia dice che la Champions non era per noi? La squadra era stata costruita anche per questo. Che bisogna comprare per forza Ibrahimovic e Cavani per fare la Champions?  E adesso temo anche in campionato perchè il secondo posto non è così poi garantito, dopo che hai detto per un anno di essere sicuro dello scudetto”.

 

NANDO ORSI (Radio Radio)“La Roma ha avuto la presunzione di pensare di vincere lo scudetto ed è stata troppo forte per la squadra e ora Garcia è impaurito. Sa benissimo che la squadra è in difficoltà e il secondo posto è fondamentale. Il terzo posto andrebbe a scardinare anche il suo lavoro”

 

ILARIO DI GIOVAMBATTISTA (Radio Radio)“Io non vedo da dove possa arrivare la svolta, la scintilla. Non ho visto alcun accenno di miglioramento. Vediamo stasera. E lunedì pure contro la Sampdoria di Mihajlovic sarà durissima”

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio): “Se la Roma non prende i soldi della Champions, è un disastro. Se non arriva in Champions sapete che succede? Deve vendere… Garcia dice di voler rivedere quella di Rotterdam? Ma per carità, a me non è piaciuta per niente, nel secondo tempo nonostante la superiortà numerica ha rischiato anche di pareggiarla. Io piuttosto vorrei rivedere la Roma di Manchester, o quella che ha perso ingiustamente a Torino contro la Juventus.”

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio)“Nel calcio ci vogliono cuore, gambe e testa e adesso di queste cose la Roma fatica a trovarle. Ci vuole anche coraggio e in campo non lo dimostrano. Garcia continua a dire cose che poi la squadra non mette in pratica. Serve un elettroshock per farla tornare come prima. In realtà hanno perso solo due partite…”

 

AUGUSTO CIARDI (TeleRadioStereo) : “Stasera match delicato. Al di là di tutto, speriamo che una volta tanto arrivi un segnale da questa squadra in cui ultimamente va tutto male”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy