L’Avversario: l’Empoli di Giampaolo

La squadra toscana è una delle più belle sorprese del campionato ma arriva al match con un paio di assenze importanti

di Redazione, @forzaroma

Dopo il roboante 5-0 ai danni del Palermo, ed il caso-Totti “rientrato”, la Roma, si reca in casa di un Empoli che è diventata una bellissima realtà del calcio italiano. In molti pensavano che la compagine toscana avrebbe avuto grossi problemi, dopo l’addio di Sarri, soprattutto quando è stato annunciato l’arrivo di Federico Giampaolo. Il tecnico nato a Bellinzona, infatti, veniva da alcune annate negative sulle panchine di Cesena, e Brescia, al punto che lo scorso autunno aveva accettato con dignità la panchina della Cremonese in Lega Pro salvandolo dalla retrocessione.

Giampaolo, invece, è un allenatore in gamba, al punto che i suoi schemi tattici sono diventati argomento di lezione per tutti gli allenatori a Coverciano. Complimenti al presidente Corsi, mago dei bilanci, e al direttore sportivo Carli che lo hanno scelto. Ad Empoli, infatti, Giampaolo ha ritrovato l’ambiente sereno per lavorare continuando il lavoro di Sarri perfezionando il lavoro di Sarri adottando il 4-3-1-2. Tuttavia l’allenatore dei bianco blu dovrà fare a meno di due pedine fondamentali, Tonelli, oggetto dei desideri della Roma, e Saponara. Il primo è stato squalificato per tre turni dopo aver fatto il gesto delle manette al quarto uomo durante il match perso 3-2 contro il Sassuolo. Il secondo, invece, è il tre quartista Saponara, che è stato appiedato per cumulo di ammonizioni. Ci saranno, invece Skorupski, e Paredes. I due ex romanisti, che sono andati a farsi le ossa in provincia, si stanno comportando bene, e vorranno dimostrare a tutti di essere pronti per essere allenati da Spalletti a partire dal prossimo giugno. In attacco attenzione alla coppia Maccarone-Pucciarelli. La formazione che dovrebbe affrontare i giallorossi sarebbe quella con Skorupski in porta, Laurini, e Zambelli difensori di fascia con Cosic, e Ariaudo difensori centrali.

Paredes sarà il faro del centrocampo, e sarà affiancato da Buchel, e Maiello; Zielinsky sarà il trequartista davanti a Maccarone, e Pucciarelli. Sarà una gara complicata, che sarà condizionata dalla pioggia, ma speriamo che non lo sia dall’arbitro Gervasoni. Speriamo che non succeda nulla, e che la formazione giallorossa vinca grazie al suo più grande alleato che trova sempre in trasferta: quella curva sud che ha deciso di boicottare l’Olimpico per motivi di “ordine pubblico” che valgono solo nella nostra città.

GLI ULTIMI PRECEDENTI AD EMPOLI
Lo scorso anno la Roma vinse 0-1 grazie ad un’autorete del portiere empolese Sepe al 45’. I giallorossi ebbero anche l’occasione di chiudere il match, ma al tempo stesso rischiarono anche di pareggiare la gara. L’ultimo pareggio avvenne nella stagione 2007-2008, e fu una beffa colossale: i giallorossi, che erano allenati da Spalletti, erano andati in vantaggio con Giuly al 13’ e avevano raddoppiato con Brighi al 32’. La Roma sciupa in più di un’occasione il terzo gol, e inizia a specchiarsi troppo, e subisce l’1-2 con Vannucchi al 67’. Al 93’, complice una punizione inesistente, Giovinco segna il gol del 2-2.

L’ultima vittoria dei toscani, invece, risale alla stagione 2005-2006: finì 1-0 con rete di Tavano al 59’. Era il sedici ottobre, del 2005, e a leggenda racconta che quel pomeriggio Spalletti decise di dimettersi, ma la società riuscì a fargli cambiare idea: meno male, altrimenti non avremo mai visto la grande Roma che avrebbe creato nei mesi successivi.

Alberto Balestri

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy