Ecco Russo: meno male che domenica conta nulla

di Redazione, @forzaroma

(di Valerio Valeri) Domenica pomeriggio a Cesena sarà il nolano Carmine Russo a dirigere il match.

E meno male che non conta nulla, visto che i romagnoli sono in serie B e i capitolini fuori – sul campo – da tutte le competizioni europee. Meno male perché Russo, nonostante il precedente dell’8 gennaio scorso all’Olimpico contro il Chievo (2-0, doppietta di Totti su rigore), è pur sempre l’arbitro del disastro di Brescia nel 2010 e del papocchio di Bari la scorsa stagione. Un fischietto non propriamente affidabile, spesso insicuro e avventato.
Contro le Rondinelle il 22 settembre 2010 concesse un rigore inesistente (il fallo di Mexes c’era, ma fuori area), espulse il francese e poi non assegnò un rigore solare per atterramento di Borriello in piena area. A Bari, il primo maggio 2011, regalò ancora un penalty ai pugliesi per presunto mani di Juan, poi espulse Glik ingiustamente, infine dopo aver messo fuori correttamente De Rossi destinò alla stessa sorte anche Perrotta, “colpevole” di un buffetto ad Andrea Masiello che si gettò a terra come colpito da un proiettile. Insomma, Russo non è proprio il più lucido dei direttori di gara quando c’è la Roma in ballo. 
La speranza è che domenica alle 18, vista l’estrema tranquillità dell’incontro, sappia gestire al meglio le fasi di gioco evitando di rovinare anche l’ultima mesta uscita stagionale dei giallorossi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy