Zeman e Petkovic ora confermatevi

di Redazione, @forzaroma

(La Gazzetta dello Sport – B.Tucci) – È finito in festa questo 2012 per Roma e Lazio. Ma è stata gloria per tutto l’anno? Assolutamente no. Per i tifosi giallorossi, le sofferenze e i dispiaceri non sono stati pochi. Hanno dovuto sopportare la squadra di Luis Enrique, hanno subito le sconfitte nei derby e l’Europa è stata un sogno, anche quella minore. Relegata in Italia, si è barcamenata fra alti e bassi. Poi, è arrivata la svolta con il ritorno in panchina di Zeman, licenziato per Capello 13 primavere fa. Un bilancio? Per ora, è prematuro, visto che siamo, sì e no, a metà del cammino. Non c’è dubbio che l’entusiasmo della rivoluzione meritava qualcosa di più. Però, non crocifiggiamo prima del tempo i responsabili e rimandiamo giudizi e polemiche a data da destinarsi. […]

 

 

Siamo al giro di boa, adesso che inizia il 2013. E la Roma deve subito affrontare un’avversaria che dovrà dirci di che pasta sono fatti gli uomini di Zeman. Il giorno della Befana si vola a Napoli, dove la compagnia di Francesco Totti è attesa da quella che ha come simbolo quel Cavani che in area salva pochi portieri. Il boemo dovrà saper mettere la squadra bene in campo, per sfruttare quegli spazi dove potranno inserirsi in velocità Lamela, Osvaldo e i centrocampisti.[…]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy