Zdenek: ?Non mi pento di nulla pronto a festeggiare Totti?

di finconsadmin

(Gazzetta dello Sport – G.B.Olivero) Non si pente di nulla, rifarebbe tutto ed ? normale perch? di Zdenek Zeman si pu? dire ogni cosa tranne che non sia coerente con se stesso e con le sue idee. Anche a costo di scottarsi e di essere costretto a lasciare il lavoro a cui pi? teneva: quello di allenatore della Roma. Ieri a Coverciano il boemo ? apparso sereno, ma non ? certo il tipo da comunicare col linguaggio del corpo. Zeman ha vinto la Panchina d’Argento per la stagione 2011-12, un premio che esalta la splendida stagione del suo Pescara ma che non pu? festeggiare compiutamente a causa del recente esonero.
LE PAROLE? Zeman analizza cos? la sua avventura giallorossa: ?Non mi pento di niente. Sono arrivato a Roma perch? volevo fortemente allenare questa squadra che aveva grandi potenzialit? per fare qualcosa di importante. Mi dispiace solamente di non essere riuscito a sviluppare ci? che avevo in testa. Ma sono felice che ci sia tanta gente che ha creduto e crede ancora in me?. Tra questi c’? sicuramente Francesco Totti: ?Aspetto di andare a festeggiare con lui il sorpasso dei gol di Nordhal?. Zeman, poi, allarga lo sguardo alla lotta scudetto: ?Il campionato ? ancora lungo, si decider? solo alla fine, ma ? chiaro che tutto dipende dalla Juventus?. E a proposito dei bianconeri, il boemo esprime pubblicamente la propria preferenza per la Panchina d’Oro: ?Ho votato Conte. Penso che abbia fatto meglio di tutti l’anno scorso. Ha creato una mentalit? vincente alla Juve giocando un grande calcio?. L’ultimo pensiero riguarda il lavoro: ?Dove ricominciare? Non ci ho ancora pensato?.
VERSO PESCARA? In realt?, ancora una volta, il futuro di Zeman potrebbe essere un viaggio nel passato. A Pescara si parla sempre con maggiore insistenza di un suo ritorno in panchina, a prescindere dalla categoria in cui giocher? la squadra abruzzese nella prossima stagione. Il rapporto tra la citt? e la societ? si ? un po’ sfilacciato durante questo difficile campionato. Il presidente Sebastiani vorrebbe riprendere Zeman sia per aprire un nuovo ciclo sia per riavvicinare la gente al Pescara e recentemente ha lasciato la porta aperta per questa soluzione. Domenica in tribuna c’era Vincenzo Cangelosi, il vice di Zeman: ufficialmente si trattava di una rimpatriata, ma ? possibile che si stiano davvero ponendo le basi per un gradito ritorno del boemo in Abruzzo.
(ha collaborato?Orlando D’Angelo)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy