Zaniolo, la Roma e l’Europeo: arriva un 2021 boom. Mancini: “Lo aspetto”

A gennaio Nicolò correrà sul campo. Sponsor e amori lo inseguono. “Ho la testa sulle spalle”

di Redazione, @forzaroma

Se tutto andrà nel migliore dei modi, Nicolò Zaniolo tornerà in campo ad aprile, più o meno ad otto mesi dall’infortunio. Nel 2020 ha complessivamente ha disputato 9 partite in maglia giallorossa e 2 con quella azzurra, briciole per quello che è considerato il più grande talento del calcio italiano. E se qualcuno avesse delle perplessità, la Panini lo ha scelto come rappresentante del nostro campionato sul mercato degli Stati Uniti. Le aspettative sono altissime e Nicolò, come scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport“, è ben conscio.

Il professor Fink, che lo ha operato a Innsbruck, ha stabilito un percorso che lo vedrà tornare a correre sul campo già a metà gennaio, cioè al massimo fra un paio di settimane. Il ginocchio verrà monitorato costantemente, Fonseca lo aspetta a braccia aperte, pur non iscrivendosi al partito della fretta. Il ct Mancini ha urgenze diverse rispetto al portoghese, ma proprio per il fatto di essere stato il primo a “scandalizzare” il mondo del calcio, convocandolo in Nazionale prima che esordisse in A, adesso lo segue con particolare affetto. Da tempo, inoltre, la dirigenza ha fatto presente che vorrebbe procedere a un adeguamento del suo ingaggio per portarlo a 3 milioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy