Zaniolo, il tuttofare dell’attacco giura amore alla Roma. E punta al gol fuori casa

Zaniolo, il tuttofare dell’attacco giura amore alla Roma. E punta al gol fuori casa

Nicolò sempre più dentro al progetto giallorosso. A Udine cerca la prima rete lontano dall’Olimpico

di Redazione, @forzaroma

In fondo, spesso può essere anche un bacio la prima cartina di tornasole di un amore vero. Per questo domenica, quando Nicolò Zaniolo – dopo aver segnato al Milan il gol che ha deciso la partita – ha baciato la maglia, i tifosi della Roma hanno avuto un brivido, scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport”. Allora è amore sincero – si sono chiesti in tanti – ? E soprattutto: sarà un amore infinito? Se per la prima domanda la risposta può essere affermativa, l’altra è sottoposta alle intemperie del calcio del Terzo Millennio, quello che non ama le bandiere, ma sceglie la convenienza a tutte le latitudini. Detto questo, tenendo conto che in tribuna c’era Fabio Paratici – Chief Football Officer della Juventus -, quel bacio del centrocampista giallorosso sembra essere quasi un messaggio per il futuro. Come dire: io a Roma sto bene, eccome.

L’impressione, in effetti, è che – a poco più di un anno di distanza dal suo arrivo – il romanismo abbia totalmente adottato Zaniolo, e domenica non ha mancato di dimostrarlo all’Olimpico, schierandosi compattamente a fianco del ventenne nella polemica scatenata dalle parole di Fabio Capello.

Zaniolo in 48 presenze nella Roma ha già segnato 9 gol. Cifre non lontane – a pari età – a quelle di Sua Maestà Francesco Totti, che ne aveva realizzati 13 in 52 presenze. La curiosità, però, è che Nicolò ha fatto centro finora soltanto all’Olimpico, cosa che sposta l’interesse già sulla trasferta di domani contro l’Udinese, in attesa della prima rete segnata lontano da casa. D’altronde, la sua duttilità lo sta mettendo sempre più al centro del progetto, visto che finora ha giocato da esterno, trequartista, mezzala e – con Di Francesco – anche finto centravanti, cosa peraltro provata anche in allenamento da Fonseca quando Dzeko era stato appena operato allo zigomo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy