«Via le barriere: e vai!». «E #famostostadio va messo sulle maglie»

I tifosi giallorossi: “Finalmente! Un mese in più o uno in meno cambia poco”

di Redazione, @forzaroma

Roma-­Fiorentina si è giocata alle 20.45, ma altre due partite hanno tenuto i tifosi giallorossi col fiato sospeso per tutta la giornata. Lo stadio di oggi, che tra qualche mese potrebbe di nuovo essere senza barriere, e lo stadio di domani, che tra qualche anno potrebbe vedere la luce.

La prima riunione, nella sede del ministero degli Interni al Viminale, è terminata prima dell’ora di pranzo e quando sono uscite le parole del ministro Marco Minniti sulla concreta possibilità di rimozione delle barriere il tam­tam è stato immediato. «Finalmente», è stato il commento quasi unanime dei tifosi della Roma, ormai tutti concordi nel dire che «un mese in più o in meno a questo punto cambia veramente poco». Sui social e nelle radio tanta soddisfazione, da parte dei gruppi organizzati, invece, nessuna dichiarazione. Per adesso c’è attesa: i gruppi della Roma non rientreranno per i due derby di Coppa Italia, vista la presenza delle barriere, e non rientreranno neanche se dovessero essere abbassate. Se, come sembra, verranno invece eliminate, allora il discorso cambia. Ma prima, nonostante i gruppi non siano così coesi come in passato, vogliono attendere «mosse concrete», come riporta Zucchelli su La Gazzetta dello Sport.

Chissà se la stessa luce si vede in merito al progetto del nuovo stadio. La riunione del pomeriggio tra proponenti e Comune è stata la seconda partita giocata ieri dai romanisti e se qualcuno l’ha presa con ironia, qualcun altro ha preso la cosa terribilmente sul serio. E la voglia di vedere giocare la Roma a Tor di Valle è talmente tanta che c’è anche chi si è improvvisato esperto di marketing e ha proposto al club, da anni senza main sponsor: «Visto il successo che ha avuto #famostostadio, perché non lo mettiamo sulla maglia da qui al 3 marzo?». «Magari per quel giorno ­ è la replica che arriva, ovviamente via Twitter, s’intende ­ ci sarà pure Virginia Raggi. Non poteva partecipare alla riunione, ma per il selfie con Totti arriverà in tempo».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy