Uomo immagine e talento puro, Zaniolo simbolo del nuovo corso

Il gruppo Friedkin lo ha scelto per annunciare l’acquisto del club

di Redazione, @forzaroma

Il 2020 doveva essere l’anno della sua consacrazione: in campo, con la Roma e all’Europeo, e fuori, con la sua immagine destinata a crescere giorno dopo giorno. Di fatto, Nicolò Zaniolo ha visto avverarsi solo la seconda parte, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport”.

Perché è vero che è cresciuto tanto come testimonial di brand importanti, i follower volano (anche grazie alla collaborazione con Fedez) e le sue maglie sono sempre le più vendute, ma è vero anche che l’infortunio prima e la pandemia poi ne hanno frenato il boom definitivo.

Zaniolo era e resta al centro del progetto americano. Se però prima con Pallotta e i conti in rosso il futuro era in dubbio, adesso con Friedkin e la ventata d’aria fresca che si respirerà a Trigoria il numero 22 giallorosso potrà pensare soltanto a giocare. E a crescere. Anche in questo caso su due binari: in campo e fuori. Basta polemiche Zaniolo, come inevitabile per un ragazzo di 21 anni, ogni tanto ha qualche caduta.

Adesso Zaniolo si sta dimostrando il ragazzo che è sempre stato: vacanze in famiglia tra la Liguria e la Sardegna, allenamenti tutti i giorni, pochissima vita mondana, tanti bagni al mare e in piscina e serate con fidanzata, mamma, papà e sorella.

Per questo enorme talento di cui dispone, certamente, insieme a Dzeko, è e sarà il volto della Roma di Friedkin. Le aziende fanno a gara per averlo come testimonial (per quanto lui non ami le pubblicità, e in questo ricorda molto Totti), il neo presidente, intanto lo ha messo come immagine della Roma a corredo della notizia dell’acquisizione del club giallorosso sul profilo del suo gruppo. Un attestato di stima importante che sarà messo poi nero su bianco anche con un nuovo contratto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy