Uno sponsor fino al 2023, poi via all’era Toyota

Continua la trattativa con Qatar Airways, ma il progetto è far largo tra due anni all’azienda legata ai Friedkin

di Redazione, @forzaroma

La Roma cerca lo sponsor principale e il “back sponsor” – entrambi a scadenza – destreggiandosi fra la crisi dell’era Covid, i risultati del campo che non assicurano la partecipazione alla prossima Champions League e l’uscita del responsabile del settore, Francesco Calvo, che avverrà entro giugno. Insomma, tutto complicato, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport.

La trattativa con l’attuale main sponsor, la Qatar Airways, tra “stop and go” comunque va avanti, anche se a cifre un po’ più basse rispetto alla stagione in corso, che assicura 11 milioni. Si lavora con una parte fissa più bassa, integrata da una serie di bonus e malus legati ai rendimenti. L’obiettivo vero sarebbe quello di rinnovare col Qatar Airways per altri due anni e poi legarsi stabilmente alla Toyota, l’azienda che ha fatto la fortuna della famiglia Friedkin. Dal 2023, quindi, potrebbe essere questo lo sponsor principale del club, che avrebbe l’ambizione anche si assegnargli i naming rights del nuovo stadio, una volta che sarà costruito (non prima del 2026). Per questo, il rapporto con la Hyundai come “back sponsor”, su cui c’è ottimismo sul rinnovo, potrà durare ovviamente solo fino a quando non irromperà la Toyota.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy