Una proroga più lunga per lo stadio a Tor di Valle

Si lavora a una delibera «bifase». Base in rivolta, ma Di Maio dice: «Noi orgogliosi»

di Redazione, @forzaroma

Il vice presidente della Camera Luigi Di Maio si definisce orgoglioso per il risultato dello stadio e al Tgcom dichiara: “Le critiche dell’ex sindaco Marino le trovo ridicole. Marino non sa nemmeno quali infrastrutture sono saltate perché non ha visto il progetto, che non riduce le infrastrutture. I fondi per alcune tra quelle previste c’erano già”.

Il Comune, intanto, lavora alla delibera di richiesta di prolungamento della Conferenza dei Servizi, che, come riporta La Gazzetta dello Sport, dovrebbe chiudersi il 3 marzo. E’ possibile che si allungherà di 2-3 mesi, perché il lavoro da fare è tanto, scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport“. In prospettiva, occorrerà votare di nuovo la pubblica utilità e un cronoprogramma detto già «bifase». Cioè, non tutto sarà fatto prima dell’apertura del nuovo stadio e per questo si faranno delle scelte. Le basi del Movimento 5 stelle, però, restano in agitazione, perché molti non si riconoscono nella via della Raggi e temono che anche i consiglieri più critici non avranno il coraggio di opporsi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy