Uefa: Coppe al via il 6 agosto, scadenze più elastiche. Verso il “no” ai 5 cambi

Uefa: Coppe al via il 6 agosto, scadenze più elastiche. Verso il “no” ai 5 cambi

Più tempo per definire le formule dei campionati. Ma la quarantena “italiana” complica la Champions

di Redazione, @forzaroma

Il 25 maggio non sarà la fine del mondo: se una federazione non ha ancora deciso struttura e date della ripresa, Nyon porterà pazienza qualche giorno, scrive Fabio Licari su La Gazzetta dello Sport.

Ma all’Uefa sono invece perplessi sul protocollo medico italiano: pensano sia quasi un modo per non dire “stop” esplicitamente, come hanno fatto i francesi, ma per far dire “stop” agli eventi. Una positività è probabilissima. E salterebbe tutto per aria.

L’obiettivo è soltanto uno: riprendere Champions ed Europa League e giocarle tutte. Più partite possibili, almeno. Delle due opzioni in agenda, quella che prevedeva campionati e coppe in contemporanea è ormai cancellata. Ne resta una: prima i tornei nazionali, poi l’Europa. Le date sono quelle, anche se Nyon ha smentito il presidente francese Aulas su Juve-Lione il 7 agosto. Solo un’ipotesi, sì, ma realistica.

La ripartenza è fissata il 6 agosto, ritorno degli ottavi di Europa League. Quindi il 7 e l’8 tocca alla Champions, ottavi, con due italiane: Juve e Napoli. Da definire ancora se Roma-Siviglia e Inter-Getafe saranno risolte in gara unica (il 6 agosto) oppure sarà possibile recuperare l’andata saltata a marzo (il 3 agosto). Finale di Champions il 29 a Istanbul. Quella di Euroleague a Danzica ha al momento due slot: il 26 (per distanziarla dalla Champions) o il 27 (un giorno di riposo in più). Non convince, per ora, la novità dell’Ifab di fare 5/6 cambi a gara. L’orientamento è di fermarsi ai 3/4 soliti.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy