Tra stadio e mercato a Londra si decide il futuro della Roma

Da oggi gli Stati Generali: sul tavolo campo e investimenti commerciali. Domani Monchi-Pallotta, nel mirino Darmian

di Redazione, @forzaroma

Quarantotto ore di full immersion. Sono gli Stati Generali della Roma, di scena da oggi a Londra. Lì si parlerà di tutto: sponsor, stadio, mercato e dinamiche di squadra. Un approfondimento sul momento attuale della Roma, ma anche sul futuro, provando a programmare anche le prossime mosse. Commerciali e sportive. Tutti lì, agli ordini di James Pallotta, che però arriverà solo domani, anche per assistere alla partita di basket tra i suoi Boston Celtics e i Philadelphia 76ers, che la Nba ha deciso di far giocare al The O2, il maxi palazzo dello sport sul Tamigi.

Come riportato nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, oggi sarà una giornata dedicata quasi esclusivamente alla parte commerciale, toccando argomenti come il main sponsor, gli investimenti sullo stadio e la vendita dei contenuti autoprodotti a Trigoria. C’è sempre la ricerca spasmodica di un main sponsor, che manca oramai dalle maglie della Roma dall’estate 2013. A Trigoria sono arrivate due offerte, una da parte della Turkish Airlines e una da parte di una grande azienda dell’elettronica, ma sembra che nessuna delle due soddisfi le richieste e le aspettative del club giallorosso.

Poi, domani, ci sarà il clou, almeno per quanto riguarda il presente. Nel senso che a Londra sbarcheranno anche il presidente James Pallotta e il d.s. Monchi. Il buco della Roma è soprattutto a destra e in particolare nel ruolo del terzino. Il giocatore individuato è Matteo Darmian, che Mourinho non utilizza molto al Manchester United. La Roma potrebbe lavorare a un prestito con diritto/obbligo di riscatto, posticipando così l’eventuale costo del cartellino.

(A. Pugliese)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy