Totti torna capitano. Dal patto con DiFra all’attacco alla Var: “Difendo la Roma”

Totti torna capitano. Dal patto con DiFra all’attacco alla Var: “Difendo la Roma”

Prima scherza (“se parlo ancora mi radiano”), poi fa pace con Rocchi. “Gli arbitri italiani sono i migliori”

di Redazione, @forzaroma

Avviso ai naviganti del calcio nostrano: è tornato Francesco Totti. Come scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport”, la requisitoria di domenica sera contro l’utilizzo della Var in occasione del mancato rigore contro l’Inter per fallo su Zaniolo lo ha sancito, anche se ieri – pur scherzando all’ingresso (“se parlo ancora mi radiano”) – il clima si è stemperato.
“Abbiamo chiarito tutto”, dirà uscendo l’arbitro Rocchi. E in effetti i due – sotto gli occhi di Rizzoli – hanno scherzato insieme. “Ti saluta questo”, ha detto all’arbitro, mostrando sul telefonino la foto del fallo su Zaniolo. Poi però ha detto all’arbitro di domenica: “Non ce l’avevo con te, ma era una cosa così evidente”. Poi ha scherzato: “Rocchi ha vinto il premio come miglior arbitro? Era per lo scorso campionato (risate, ndr). Comunque i direttori di gara più forti li abbiamo in Italia”.
Proprio quando Eusebio Di Francesco aveva più bisogno di supporto, però, Totti si è rimesso al centro della Roma. Il confronto coi giocatori e le cene insieme all’allenatore hanno chiarito a tutti come l’ex capitano non avrebbe mai abbandonato l’amico. Il cattivo utilizzo della Var contro l’Inter, poi, è stato il modo in cui Totti si è ripreso la scena. Certo, anche il d.s. Monchi – dopo il presunto rigore di Olsen su Simeone a Firenze – aveva alzato la voce, ma il peso specifico di Totti nel calcio italiano è unico.
Anche per questo domenica il presidente Pallotta – blindando per il momento la posizione di Di Francesco, così come ha fatto Monchi – ha espresso tutto il proprio malumore per l’arbitraggio di Rocchi e l’utilizzo della Var. “Se avessero dato il rigore su Zaniolo avremmo vinto – ha tuonato Pallotta –: ultimamente ci sono stati troppi errori contro la Roma”. Che, prima dell’Inter, non riceveva un rigore a favore da febbraio, nonostante il volume di gioco esercitato nei pressi dell’area avversaria. La domenica di Totti, poi, è stata anche amareggiata dalla polemica rinfocolata da Spalletti, che ha dato differenti versioni su alcuni episodi contenuti nella sua autobiografia. Così, il “vergognoso” che è risuonato domenica, è stato ribadito dallo stesso ex capitano anche a Daniele Baldini, assistente di Spalletti, proprio ai margini di una intervista a Roma Tv. “Siete vergognosi. Mo hai capito che significa? Meglio che me ne vada, se no mi tocca litigare pure qua”. Come dire che la rabbia non è scemata in fretta. Normale. Ora a fare scudo al club è tornato in campo anche (capitan) Totti. Forse qualcosa cambierà o forse no, ma la voce giallorossa si sentirà senz’altro più forte.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy