Totti, la serie e quei posti del cuore dipinti di giallorosso

“Speravo de morì prima” va avanti, Castellitto sempre più in confidenza. Tognazzi-Spalletti, quanti sketch

di Redazione, @forzaroma

Il Salaria Sport Village che diventa Trigoria, una villa all’Olgiata che diventa la casa di famiglia con lo stemma della Roma sulla piscina, Greta Scarano bionda platino nei panni di Ilary Blasi, Monica Guerritore in quelli di mamma Fiorella, Pietro Castellitto che, di spalle all’Olimpico, sembra davvero Francesco Totti. Il set di “Speravo de morì prima”, la serie tv su Totti tratta dal libro dello stesso Totti con Paolo Condò, è blindato in questa torrida estate romana, ma grazie ai social è possibile sbirciare qualcosa in più della lavorazione, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport”.

C’è la scena dell’operazione alla caviglia nel 2006, con Spalletti (cioè Gianmarco Tognazzi) che incontra i giornalisti presenti alle visite mediche di Pedro, ambientata proprio a Villa Stuart, ci sono i racconti sulla Nazionale che si girano alla Borghesiana e poi ci sono i luoghi del cuore di Totti, come i ristoranti, via Vetulonia dove è nato e naturalmente il set più set di tutti, lo stadio Olimpico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy