Totti a 527 gare in A: cos? raggiunge Rivera

di finconsadmin

(Gazzetta dello Sport) C’? una storia di numeri che aiutano a raccontare una storia pi? grande. Racconti di capitani, in questo caso, di un calcio a cavallo tra bianco e nero e colore. Da domenica prossima infatti ? a meno di rinvii ? Francesco Totti e Gianni Rivera si legheranno una volta di pi?. Non solo nel segno del ?dieci? che li accompagna da sempre, ma in quello pi? singolare (e non meno importante) del 527: cio? le medesime presenze in Serie A. Proprio domenica, perci?, il papa laico del calcio romano aggancer? al nono posto nella classifica dei ?cap? lo storico capitano del Milan. Una tappa di una scalata di cui al momento non si riesce a vedere la fine.
GOL E ASSIST ?Certi traguardi in fondo sono fatti per essere battuti ? dice con grande filosofia Rivera ?. Francesco ? infinito e poi nel calcio attuale si giocano molte pi? partite rispetto ai miei tempi e quindi anche questo aiuta ad accorciare i tempi. Di sicuro, per?, a questi livelli si sta sempre in bella compagnia, perch? ci sono tanti grandi campioni?. L’ex stella rossonera sa che a unirli non c’? solo la vocazione all’assist, al passaggio smarcante, all’intuizione geniale, ma anche quella al gol. Se ? vero che Totti ? ormai dietro solo a Piola nella classifica dei cannonieri della Serie A a girone unico a quota 225 gol, anche Rivera non ha disdegnato di far soffrire i portieri avversari. Tra campionato e diverse Nazionali, infatti, le statistiche raccontano di 187 gol in carriera. ?S?, qualche rete l’ho fatta anche io ? si schermisce Rivera, che nel 1973 vinse anche la classifica dei cannonieri a pari merito con Pulici e Savoldi ? ma Francesco ormai da anni gioca praticamente da attaccante puro e quindi sa come trovare la porta. Peccato solo che abbia deciso di chiudere presto la sua carriera in Nazionale. Ai miei tempi non sarebbe mai successo?.
VITTIMA?PARMA Ma Totti guarda avanti, cio? a quel Parma che ? la squadra contro cui ha segnato pi? reti in carriera: 16 in campionato e 1 in Coppa Italia. Tra l’altro, proprio contro il Parma scavalc? Pruzzo tra i bomber, chiss? che domenica non sia la volta di Nordahl. ?Possibile ? dice Rivera ?, anche perch? ormai il dieci che ci ha accomunato ? un numero che nel calcio attuale significa molto meno. Si vede di tutto. Non mi meraviglierei che tra poco la indossassero anche i portieri?. Sommessamente osiamo sperare di no. C’? una mitologia, in fondo, che andrebbe salvaguardata perch? certi racconti continuino ad avere valore.
ma. cec.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy