Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Gazzetta dello Sport

Tammy re d’Inghilterra. Gol d’Oltremanica, Abraham cerca il posto sul trono

Getty Images

Il numero nove giallorosso ha già eguagliato David Platt come terzo miglior marcatore inglese nella storia della Serie A

Redazione

Il re inglese di Roma, e del campionato italiano, rischia di diventare già in questa stagione Tammy Abraham, scrive Chiara Zucchelli su La Gazzetta dello Sport. Il numero nove giallorosso è già a quota 11 reti in campionato e ha già eguagliato David Platt come terzo miglior marcatore inglese nella storia della Serie A. Gli manca una rete per diventare il secondo e cinque per diventare il primo, eguagliando o superando poi la stessa persona. A quota 12 gol (1962-1963) e a quota 16 (1961-1962) c’è Gerald Hitchens, attaccante inglese che giocava all’epoca nell’Inter ma ha indossato anche le maglie di Torino, Atalanta e Cagliari. Per Abraham uno stimolo in più, che si va ad aggiungere alle parole di Mourinho in conferenza stampa: “Sta facendo bene, ma può fare meglio. La squadra ha bisogno che lui faccia maglio. Parliamo di un calciatore straniero che è nato, cresciuto e si è fatto in un calcio diverso. Uscire dall’Inghilterra è difficile, ma sta facendo bene. Ha le potenzialità per migliorare". Oggi, se ci sarà un calcio di rigore, con ogni probabilità non lo tirerà, perché davanti a lui nelle gerarchie ci sono Pellegrini e Oliveira, ma la rete dal dischetto contro il Sassuolo gli ha dato comunque fiducia, dimostrando che la personalità certo non gli manca.

Intanto, agganciato Platt dell’anno 1991-92 a quota 11 in campionato, oggi potrebbe farlo con Hitchens. Anche perché la produzione offensiva dipende tantissimo da lui. Non è solo il miglior marcatore della squadra, ma anche quello che conclude di più in campionato con 67 tiri in porta, sesto nella classifica generale di Serie A, e che ha colpito più legni (4).