Stadio, Totti, la Roma e Bocelli. Pallotta: ritorno a tutto campo

Il presidente: “Sono arrivato per vedere tre partite e non per il nuovo impianto”. Poi con i dirigenti al Colosseo per un concerto. DiFra: “Francesco è già in panchina”

di Redazione, @forzaroma

Ieri la battuta circolava sui social: “Pallotta viene per tre partite, e non per lo stadio, e si scatena il nubifragio a Genova“. Il presidente, arrivato ieri mattina a Ciampino, tutto si aspettava tranne che dover annullare la partenza per la Liguria, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport“. L’aereo privato era pronto, il passeggero d’eccezione anche – Dzeko, che stamattina diventerà di nuovo papà –, gli altri dirigenti al seguito, eccezion fatta per Totti che sarebbe partito ieri con la squadra.

Lo storico capitano della Roma ci tiene ad essere accanto agli ex compagni e ieri ci teneva un po’ di più, visto che era il compleanno del suo amico Di Francesco. Anzi, Eusebio, come lo ha chiamato negli auguri pubblici: “Siamo diventati grandi. Felice di lavorare di nuovo con te, tanti auguri“. Piano piano si sta calando nel nuovo ruolo, tanto che Pallotta, in merito al suo futuro ha detto: “Allenatore? Per ora sta facendo un gran lavoro come dirigente con Monchi“.

Fuori è cambiato, dentro è sempre lo stesso, come ha rivelato Di Francesco in conferenza: “Viene e mi sposta le pedine sulla lavagna, ma io gli dico che il calcio è dinamico e non statico. Il 4-3-3 piace anche a lui, ecco perché insisto con questo modulo“. Quella di Di Francesco è una battuta, ma racconta bene il rapporto tra i due: “È giusto – ha aggiunto il tecnico riferendosi al percorso da allenatore di Totti – che lui segua questo corso e scelga la sua strada. Io stesso ho provato varie cose. L’importante è che ci metta sempre passione“.

Dopo le varie riunioni, ieri sera Pallotta è andato al Colosseo per ascoltare Bocelli in concerto. Il presidente ha deciso di entrare sempre più concretamente nelle cose, anche di calcio, che riguardano la Roma, esserle accanto con più frequenza, e durante questa settimana (dovrebbe restare fino alla partita di sabato contro il col Verona) si dedicherà a riunioni, incontri con la squadra e, forse, incontri istituzionali, che però al momento non sono confermati. Confermata, la classica cena con i dirigenti dell’Atletico lunedì sera e la sua presenza sugli spalti il giorno successivo per il debutto in Champions della sua Roma. E accanto avrà Totti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy