Stadio, da San Siro congelato allo stop di Friedkin: così la Serie A sta faticando a rinnovarsi

Il Parma lancia il suo progetto, a Roma si cerca una nuova area dopo l’addio a Tor di Valle

di Redazione, @forzaroma

Mentre Kyle Krause scatta per il nuovo Tardini, il resto della Serie A arranca. Gli stadi italiani hanno una media di 56 anni di vita, ma lo scenario non sembra destinato a cambiare così in fretta. L’idea del nuovo San Siro in comune tra Inter e Milan è stata presentata nel luglio 2019: oggi il progetto si è arenato in Comune. A Roma l’arrivo di Friedkin ha azzerato il lavoro di Pallotta: lo stadio dei giallorossi non si farà a Tor di Valle, il progetto è stato accantonato dopo circa 9 anni. Il Covid ma anche i problemi legati ai terreni dove doveva nascere il nuovo impianto hanno spostato l’obiettivo: la proprietà Usa, si legge su La Gazzetta dello Sport, vuole uno stadio da 45mila posti, ecosostenibile, in una zona che abbia già un minimo di infrastrutture, su terreni pubblici, scrive La Gazzetta dello Sport. Niente è perduto, anzi: Friedkin è al lavoro, il traguardo è il 2026.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dino.desposit_1893880 - 1 settimana fa

    Questo paese è indietro come i cocomeri a Natale. Non ne usciremo mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy