Stadio a Tor di Valle, ritardi nel via libera. E’ scambio di accuse tra Regione e Comune

Mauro Alessandri, assessore alla Mobilità: “Non abbiamo ancora trovato un accordo con il campidoglio sugli investimenti sulla Roma-Lido”

di Redazione, @forzaroma

Se la scorsa settimana era stata quella dell’ufficialità dell’«inceppamento» dell’iter per il via libera al nuovo stadio di Tor di Valle, questa è quella in cui viene anche esplicitato il perché, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport.

Lo fa Mauro Alessandri, assessore alla Mobilità della Regione Lazio. “Non abbiamo ancora trovato un accordo con il campidoglio sugli investimenti sulla Roma-Lido – ha detto a “Gli inascoltabili” su NSL radio -. Noi abbiamo mosso delle eccezioni formali e attendiamo che su queste eccezioni ci si pronunci. Non c’è stata alcuna risposta. Stiamo parlando d’interventi sull’infrastruttura ferroviaria che devono essere compatibili con le esigenze e i piani d’investimento. Abbiamo mosso delle eccezioni, attendiamo risposte“.

E la risposta arriva subito, grazie a una nota del Campidoglio.Roma Capitale ha inviato ieri (due giorni fa, ndr) il testo dell’accordo di collaborazione con la Regione sulla ferrovia Roma-Lido, rivisto sulla base delle osservazioni mosse dalla Regione. Appaiono del tutto infondate quindi le dichiarazioni rilasciate dall’assessore Alessandri. Ora Roma Capitale rimane in attesa di una risposta della Regione Lazio. Sulla revisione dello schema di accordo con la Regione, Roma Capitale, inoltre, conferma il proprio interesse al potenziamento del trasporto ferroviario e il finanziamento con fondi in bilancio degli interventi infrastrutturali. Si ribadisce altresì la volontà di collaborazione fra i due Enti per l’attuazione delle opere“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy