Spalletti e la Juve: «Non so cosa dire… Siamo tutti Florenzi»

Interpellato sul suo possibile approdo in bianconeri, il tecnico toscano vira sul numero 24. E intanto la Roma si prepara a farlo sentire un po’ meno solo, preparando magliette ad hoc o la dedica per la possibile vittoria

di Redazione, @forzaroma

Il finale della conferenza stampa è quello che sorprende, anche se poi Spalletti se la cava con un sorriso e facendo finta di non aver capito la domanda. Ma di mezzo, come al solito, c’è ancora la Juventus. Già, proprio quella Juve che il tecnico di Certaldo spera di agganciare già quest’anno. «Conferma l’indiscrezione che in caso di partenza di Allegri sarebbe lei il nuovo allenatore della Juventus?». Un sorriso, appunto. E la risposta: «Non capisco la domanda, non so fare la risposta. Non so. Ma suggerisco una domanda: Florenzi, siamo tutti Florenzi».

Perché poi la Roma oggi qualcosa per far sentire un po’ meno solo Florenzi la farà, scrive Andrea Pugliese su “La Gazzetta dello Sport“. Magari delle maglie ad hoc, magari altro. E magari la dedica per l’eventuale vittoria. «È una partita che dobbiamo fare nostra – continua Spalletti – Dovremo capire chi è riuscito a pulire qualcosa, anche se chi ha giocato molto può gestire meglio la fatica, stare più dentro la gara. Possono giocare Salah, Perotti e Paredes, è vero, ma può esserci spazio anche per Grenier. Di certo c’è solo che questa Roma può arrivare in fondo a tutte le competizioni».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy