Schick: “Sto andando male, ma vedrete il mio valore”

L’attaccante giallorosso: “Ho provato a non sentire la pressione, che a Roma è maggiore rispetto ad altre parti. Non è semplice, mi manca un po’ di sicurezza

di Redazione, @forzaroma

Non c’è nulla di normale nella stagione di Patrik Schick, a rileggere tutte le puntate di un libro che nasceva romanzo rosa e si è via via trasformato in un giallo. Lo sa lui stesso, che a Crotone un qualcosa di poco chiaro è accaduto, ultima puntata di una stagione fin qui negativa: “Le cose sono andate peggio di quanto immaginassi – ha detto dal ritiro della Repubblica Ceca –. Non voglio cercare scuse, ma all’inizio della stagione ci sono stati alcuni problemi. Prima con il cuore, e non ho fatto la preparazione, poi ho avuto dei guai muscolari, dovuti forse alla troppa fretta, avrei dovuto fare le cose più lentamente. Il mio entusiasmo era tanto, ma i muscoli non reggevano”. Tanto che – come scrive Davide Stoppini su “La Gazzetta dello Sport” – in più di un’occasione, dopo le (poche) chance concesse da Di Francesco e fallite, ha avuto una crisi di nervi. “Ho provato a non sentire la pressione, che a Roma è maggiore rispetto ad altre parti – ancora l’ex Samp –. Non è semplice, mi manca un po’ di sicurezza. Ma dipendere ancora tutto da me, da come mi allenerò. Farò di tutto per conquistarmi spazio. Non voglio andare da altre parti, una cosa è certa: dimostrerò che sono da Roma”. Magari anche con l’aiuto di Dzeko: “È fortissimo, parla anche ceco e io imparo tanto da lui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy